Connect with us

News

L’età media dei decessi, ecco lo Studio dell’Istituto Superiore di Sanità su Covid-19

Published

on

Istituto Superiore di Sanità Roma

Nello studio riportata l’età media dei pazienti deceduti al 4 marzo 2020 per Covid-19 e le diverse patologie da cui erano affetti.

L’età media dei pazienti deceduti e positivi a Covid-2019 è 81 anni, sono in maggioranza uomini. Essi, in più dei due terzi dei casi, hanno tre o più patologie preesistenti.

Ad affermarlo un’analisi condotta dall’Istituto Superiore di Sanità su 105 pazienti italiani deceduti al 4 marzo.

Lo studio sottolinea come vi siano ben 20 anni di differenza tra l’età media dei deceduti e quella dei positivi al virus.

Il report, stando a quanto riportato sul sito del Ministero della Salute, riguarda i pazienti deceduti. Esso è basato sui dati ottenuti tramite la compilazione di un questionario. Quest’ultimo è stato sviluppato ad hoc ai fini della rilevazione dei casi di morte. 

L’età media dei pazienti presi in esame è 81 anni, circa 20 anni superiore a quella dei pazienti che hanno contratto l’infezione. Le donne sono 28 (26.7%).

I Dati

La maggior parte dei decessi 42.2% si riscontra, secondo i dati dell’ISS, nella fascia di età tra 80 e 89 anni. Il 32.4% erano tra 70 e 79, mentre l’8.4% tra 60 e 69, 2.8% tra 50 e 59 e 14.1% sopra i 90 anni.

Le donne decedute per aver contratto l’infezione da Covid-19 hanno un età più alta degli uomini.

Gli esperti dell’Istuto Superiore di Sanità hanno scoperto, inoltre, il numero medio di patologie osservate nella popolazione in considerazione è di 3,4.

Complessivamente, l’15.5% del campione presentavano 0 o 1 patologie, il 18.3% presentavano 2 patologie e 67.2% presentavano 3 o più patologie.  Le patologie più rappresentate: Ipertensione, Cardiopatia ischemica e diabete.

Anche se preliminari, questi dati confermano le osservazioni fatte fino a questo momento nel resto del mondo sulle caratteristiche principali dei pazienti, in particolare sul fatto che gli anziani e le persone con patologie preesistenti sono più a rischio. Si tratta di persone molto fragili, che spesso vivono a stretto contatto e che dobbiamo proteggere il più possibile”. Questo il commento del Presidente dell’Iss Dott. Silvio Brusaferro

Ulteriori informazioni possono essere reperite dal sito Ministero della Salute dedicato al Coronavirus.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Malafronte (CPFC): “Divieto dei fiori freschi in cimitero. Scelta pretestuosa da parte di alcuni sindaci”

Published

on

Vincenzo Malafronte presidente del Consorzio Produttori Florovivaisti Campani
Foto Archivio

Malafronte: “Un’ordinanza che va in controtendenza rispetto a quanto disposto da altri primi cittadini dei comuni della Campania”

“Trovo pretestuosa e fuori luogo la decisione, ultima in ordine di tempo, del sindaco di Torre del Greco di vietare l’introduzione di fiori freschi nel cimitero comunale nei mesi di luglio e agosto. Un’ordinanza che va in controtendenza rispetto a quanto disposto da altri primi cittadini dei comuni della Campania, basti pensare che nella città di Salerno e in quasi tutta la provincia di Avellino e Benevento l’introduzione di fiori freschi nei cimiteri comunale è consentita regolarmente” – è quanto dichiara Vincenzo Malafronte, presidente del Consorzio Produttori Florovivaisti Campani. 

“Sia ben chiaro non stiamo chiedendo ai sindaci di incentivare l’acquisto dei fiori freschi, ma quanto meno di non ostacolare ancora di più la commercializzazione. Dispiace però che proprio nella città di Torre del Greco, dove una percentuale importante dell’economia locale viene generata da produttori e commercianti di fiori, si decida di chiudere un altro canale di commercializzazione e di sostentamento per il comparto, già fortemente segnato dall’emergenza covid-19” – continua Malafronte.

“Siamo ben lontani da una ripresa del settore. Dopo il blocco imposto dall’emergenza coronavirus e la conseguente distruzione della produzione, oggi il settore è alle prese con una crisi ancora più acuta dettata dall’assenza di eventi e cerimonie. Basti pensare che solo il mancato svolgimento dei matrimoni ha generato una perdita nazionale di circa 200 milioni di euro solo per i fiori recisi. Il tempo che ci separa dalla ripresa vera rischia di lasciare non pochi strascichi di natura economica e sociale” – conclude il presidente del Consorzio.

Consorzio Produttori Florovivaisti Campani

Continue Reading

News

Incidente mortale a Qualiano nei pressi del campo sportivo: perde la vita una bambina

Published

on

Un sorpasso azzardato poi il violento impatto contro una vettura che svoltava in un viale di Via Falcone a Qualiano

Forse un sorpasso azzardato, forse l’eccessiva velocità hanno procurato la morte di una bambina sbalzata fuori dalla vettura è finita sul ciglio della strada lungo un marciapiede in via Falcone.

Stando alle prime ricostruzioni sembrerebbe che la vettura che ha provocato l’incidente provenisse dalla direzione circumvallazione esterna. La persona al volante forse davanti ad un rallentamento avrebbe impegnato un sorpasso di più vetture.

La prima vettura della fila però doveva svoltare in uno dei viali lungo via Falcone. A bordo della vettura che svoltava anche la piccola vittima.

Quando il guidatore del veicolo che aveva impegnato il sorpasso si è reso conto della manovra dell’altra auto era ormai troppo tardi per evitare la collisione.

Il violento impatto ha sbalzato la bambina fuori dalla vettura, facendola finire sul ciglio della strada dove ha riportato la ferita mortale. Immediatamente soccorsa la piccola si è spenta in ospedale.

Sull’incidente indaga la Polizia Municipale di Qualiano

Continue Reading

News

Operazione “alto impatto” nel Parco Verde di Caivano

Published

on

Operazione dei Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Municipale e Vigili del Fuoco nel Parco Verde di Caivano
Foto Nota Stampa

Le operazioni di bonifica dei 5 isolati interessati dal controllo hanno consentito di sequestrare 2 microcamere di un sistema di videosorveglianza

Stamattina gli agenti del Commissariato di Afragola e i militari della Tenenza Carabinieri di Caivano e della Compagnia Carabinieri di Casoria, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, del personale del IV Reparto Mobile di Napoli, del X Reggimento dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco e della Polizia Municipale di Caivano, hanno realizzato una operazione “alto impatto” nel Parco Verde di Caivano per individuare e rimuovere manufatti abusivi e contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso del servizio sono state controllate circa 95 persone e 72 veicoli.

Le operazioni di bonifica dei cinque isolati interessati dal controllo hanno consentito di sequestrare 2 microcamere di un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso che inquadrava il perimetro esterno dell’edificio e di rimuovere recinzioni abusive nelle aiuole comuni in cui erano stati installati dei  manufatti in legno.

All’interno degli stabili le squadre dei tagliatori dei Vigili del Fuoco hanno rimosso cancelli, grate, porte blindate e “gabbie” in ferro, abusivamente installate allo scopo di agevolare l’attività di spaccio.

Nota Stampa Questura di Napoli

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy