Quantcast
Connettiti con noi

Tech

Luce e architettura, le nozioni e i nuovi strumenti tecnologici

Pubblicato

il

luce architettura lampadina architettura tecnologia.jpg
Foto di Colin Behrens da Pixabay

Continua la nostra carrellata sull’utilizzo della luce in architettura in particolare parliamo delle nozioni di base e delle nuove tecnologie a nostra disposizione

Dopo la nostra introduzione riguardo luce e architettura passiamo ora al dettaglio le nozioni di base e i nuovi strumenti tecnologici nel settore. La scelta è notevolmente vasta. Tantissimi prodotti ma anche diverse forme di illuminazione. I led e la fibra ottica sono oggi le maggiormente diffuse ma ulteriori progressi si stanno facendo con inserimento di tessuti fotoilluminati.

Che dire illuminare la vostra casa non è mai stato così entusiasmante!

Il Lux, l’unità di misura dell’illuminazione

Cominciamo a capire di cosa stiamo parlando e di quanta ne abbiamo bisogno. Tecnicamente la luce si misura In “LUX” corrispondente alla quantità di luce che arriva su una determinata superficie e non alla quantità emessa dalla fonte luminosa. Un’intensa giornata di sole può generare circa 10.000 lux all’esterno, che si riduce anche di 10 volte vicino alla finestra, ma spazi, arredi e finiture potrebbero ridurla anche a meno di 100 lux nelle parti più nascoste nella vostra casa. Un parametro da considerare è l’età degli utenti, più si è avanti più si necessita di luce. Per esempio ad un quarantenne occorre tre volte quella di un bambino di 10 anni mentre a un sessantenne ben 15 volte. Di seguito riporto una tabella esemplificativa dei prodotti dalla luce naturale.

LIVELLI LUX PER ESTERNO

CREUPUSCOLO 10 LUX
GIORNATA MOLTO BUOIA 110 LUX
GIORNATA NUVOLOSA 1075 LUX
LUCE DIURNA 10750 LUX
LUCE DIURNA MOLTO INTENSA 107500 LUX

LIVELLI LUX PER INTERNO

MINIMO DI SICUREZZA DI MOVIMENTO 50 LUX
TEATRO A LUCI ABBASSATE 100 LUX
AREA DI SOGGIORNO 200 LUX
AREA DI LAVORO (ES. CUCINA) 300-500 LUX
LETTURA E LAVORO ALLA SCRIVANIA 500-750 LUX
DISEGNO E LAVORO DI DETTAGLIO 1000-1500 LUX

Livelli di illuminamento e consumi energetici

I livelli di illuminamento e i consumi energetici sono strettamente legati. Come già accennato le superfici riflettono la luce, in realtà ne trattengo una parte, questo dipende molto dal tipo di superficie, superfici opache ruvide e assorbono di più rispetto a quelle lucide e chiare. Ciò determina che se avete ambienti più chiari vi occorrerà un livello inferiore di lux per raggiungere il corretto livello di illuminamento. Tutto questo ovviamente si traduce anche in termini di consumo. Dovete sapere che in una famiglia media circa il 10% dell’energia elettrica consumata è dovuta all’uso della luce artificiale e alla tipologia di fonte luminosa. Esempio una vecchia lampadina ad incandescenza produce solo il 5% di luce il resto dell’energia consumata si trasforma in calore. Mentre già le lampadine fluorescenti ne producono il 75%. Oggi però abbiamo a disposizione una vasta gamma di punti luminosi che oltre ad avere un ridotto consumo di energia hanno la possibilità diverse temperature e quindi di colorazione, nonché la possibilità di controllare l’intensità attraverso un dimmer. Di seguito riporterò alcune buone abitudini che vi consentiranno di ridurre quella quota del 10/15% di consumo energetico portandola tra il 2 e il 4 percento.

– Sostituite lampade di vecchia generazione con quelle a led;
– Mantenete sempre pulite le fonti luminose egli eventuali paralume;
– Nelle aree esterne e di servizio utilizzare e installate sensori di presenza;
– Dirigete la voce lì dove occorre;
– Sfruttate al massimo la luce naturale;
– Spegnete sempre le luci nelle stanze vuote;
– Scegliete la potenza di illuminazione adeguata;

La misurazione dei LUX è elemento fondamentale per la buona progettazione e per trovare soluzioni uniche per i vostri spazi. Rivolgetevi sempre un buon architetto che soddisfi appieno le vostre esigenze.

La prossima volta parleremo di come sfruttare al meglio la luce naturale e quanti aspetti da tenere in considerazione per la buona illuminazione. Poi ci dedicheremo ai tipi du illuminazione e infine qualche consiglio per illuminare ogni singolo spazio.

Vi auguro un buon fine settimana!

Arch. Aniello Tirelli
In collaborazione con lo studio NoiArchitetti

Pubblicità
Clicca per commetare

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending