Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Marito “indemoniato” armato di coltello semina panico a Calvizzano, Villaricca e Giugliano

Pubblicato

il

Marito indemoniato

Marito “indemoniato” picchia la moglie e poi per raggiungerla si impossessa di uno scooter aggredendo il proprietario e si intrufola in un appartamento di un’anziana

Marito “indemoniato” ha picchiato la compagna che scappa e poi per raggiungerla, armato di coltello, si impossessa di uno scooter aggredendo il proprietario. Si intrufola poi in un appartamento abitato da un’anziana e, ancora con l’arma alla mano, è davanti alla porta.

Non è una sceneggiatura di un film horror o una trama presa da una pellicola di Stanley Kubrick ciò che è avvenuto a nord di Napoli ma la cruda realtà.

È notte e i fatti iniziano in un appartamento a Calvizzano. In casa marito e moglie, lui ha 49 anni mentre lei 50. Il litigio sfocia presto in aggressione e la donna riesce a fuggire. La vittima non chiama nessuno ma sente di essere al sicuro nell’appartamento dei propri cognati, a Giugliano in Campania.

L’uomo però non si arrende e le minacce di morte arrivano presto sullo smartphone della donna.

Il 49enne scende in strada armato di un coltello da cucina con un solo obbiettivo: raggiungere sua moglie. Si trova a Villaricca e vede un 17enne in sosta a bordo di uno scooter. L’azione è rapida e con un pugno al volto il 49enne stende il giovane centauro per poi impossessarsi dell’honda sh.

Pochi minuti e il 49enne è a Giugliano. L’uomo è sotto l’abitazione dove la vittima si è rifugiata.

Scatta la richiesta di aiuto al 112 e le pattuglie della sezione radiomobile di Giugliano e della tenenza di Sant’Antimo corrono a sirene spiegate.

In quei minuti il 49enne sembra indemoniato e vuole entrare in casa. Il portone è chiuso ma questo non rallenta la sua furia. Scardina le persiane di un’abitazione al primo piano terrorizzando una donna 82enne al suo interno per poi accedere nelle scale condominiali. È provvidenziale l’intervento dei carabinieri che disarmano l’uomo e lo arrestano.

L’arrestato è stato trasferito in carcere e dovrà rispondere di una sfilza di reati: maltrattamenti in famiglia, rapina e violazione di domicilio.

Il coltello è stato sequestrato mentre lo scooter restituito al legittimo proprietario.

Nota stampa Comando Provinciale Carabinieri di Napoli

Trending