Connect with us

Entertainment

Carnevale Villa Literno 2020, parte la manifestazione più attesa dell’anno

Published

on

Carnevale di Villa Literno - Foto comunicato stampa

Una 35ª edizione ricca di ospiti: Maurizio Casagrande, Andreas Müller, Veronica Peparini, Luca Jurman e Franco Arminio

Orlando Zaccariello, presidente dell’associazione Carnevale di Villa Literno: “Regaleremo al pubblico 5 giorni di pura magia!”

15, 16, 22, 23 febbraio 2020 a Villa Literno dalle ore dalle 17.00 alle 22.00 e martedì grasso 25 febbraio 2020 con sfilata lungo Viale dei Mille e gran finale in Piazza Garibaldi dalle ore 17 alle 00:00.

Al via il Carnevale di Villa Literno 2020, la manifestazione più attesa dell’anno, giunta alla sua 35ª edizione, durerà 5 giorni.

Sabato 15 e domenica 16 febbraio a Villa Literno, in Viale dei Mille ci saranno il 1° e il 2° corso mascherato, e sabato 22 e domenica 23 febbraio in Corso Umberto I il 3° e il 4° corso mascherato “Luigi Mercurio”.

Gli eventi si terranno dalle ore 17 alle ore 22:00.

Mentre la grande serata finale è prevista per martedì grasso 25 febbraio con sfilata lungo Viale dei Mille e gran finale in Piazza Garibaldi dalle ore 17 alle 00:00.

Tantissimi gli ospiti d’eccezione che impreziosiranno l’evento, che negli anni è cresciuto a livello esponenziale, fino a diventare un Carnevale di caratura nazionale, alla stregua di quello di Viareggio.

L’attore e regista Maurizio Casagrande sarà il giurato della categoria “Scenettasabato 22 febbraio, mentre domenica 23 febbraio per la categoria “Coreografie” e direttamente dal cast del programma “Amici di Maria De Filippi” interverrà come giurata la coreografa e ballerina Veronica Peparini.

E la domenica ancora spazio a personalità di spicco del mondo dello spettacolo: Andreas Müller, ballerino vincitore della sedicesima edizione di “Amici di Maria De Filippi” sarà presente come ospite speciale della 35esima edizione del Carnevale di Villa Literno.

Infine, per il martedì grasso, il 25 febbraio,il giurato per la categoria “Allegoria” sarà il poeta, scrittore e regista Franco Arminio, mentre il giurato per la categoria “Musica” sarà il cantante, musicista e produttore discografico Luca Jurman.

Il Carnevale di Villa Literno è un evento che fonde tradizioni, storia e cultura locale e che accende l’entusiasmo dei cittadini dei rioni, che ogni anno gareggiano sfilando con i propri carri tra le strade della città.

“Per questa edizione, oltre a una giuria super – afferma il presidente dell’associazione Carnevale di Villa Literno Orlando Zaccariello – sono pronti nuovi corsi mascherati, portando in totale a 5 le giornate della manifestazione, cosa mai avvenuta prima.

Questi, insieme agli altri straordinari risultati raggiunti negli ultimi anni, sono il frutto del magistrale lavoro dei mille e più volontari dell’associazione Carnevale di Villa Literno. Un ringraziamento particolare, come sempre, lo voglio dedicare ai gruppi di lavoro rionali, che già da settembre lavorano per le elaborazioni di carri, vestiti, scenografie e spettacoli.

La 35ª edizione del Carnevale di Villa Literno – conclude poi – sono certo che regalerà al pubblico 5 giorni di pura magia, e mi auguro che possa davvero rappresentare l’inizio per un cammino di riscatto dell’intero territorio.”

Il Carnevale Liternese: la sua storia dagli anni 80 ad oggi

La storia ufficiale del Carnevale Liternese, inizia nel 1985 con una sfilata del primo carro allegorico per le strade della città. Negli anni, anche grazie alla partecipazione dei vari rioni cittadini, la manifestazione ha avuto una crescita costante, fino ad arrivare negli anni novanta, con l’introduzione dei cortei mascherati, alla creazione di una gara innovativa.

La definitiva consacrazione si è avuta negli anni duemila, con l’affiliazione dell’evento alla Lotterie Nazionali in gemellaggio con il Carnevale di Viareggio e l’ottenimento dell’annullo filatelico. Dopo un breve periodo di declino, nel 2011, i Rioni diedero vita all’ “Associazione Carnevale di Villa Literno’”, ente organizzatore della Kermesse.

Il nuovo splendore della manifestazione, raggiunge la visibilità sperata, tanto da inserire Villa Literno nell’associazione “Carnevalia”, ente che riunisce i Carnevali italiani di rilevanza nazionale ed internazionale. Nel 2017 ottiene poi il riconoscimento come “Carnevale Storico d’Italia’” dal Ministero della Cultura.

Dopo una serie di innovazioni, apportate negli ultimi anni, ad oggi la manifestazione è l’unica capace di portare l’allegria e la spensieratezza di uno spettacolo teatrale, quasi di un musical, abbinato con la maestosità e spettacolarità dei carri allegorici.

Un format vincente, ideato per attrarre quanti più turisti possibile da ogni parte d’Italia e che valorizza non solo Villa Literno ma tutta la provincia di Caserta e l’interna Regione Campania.

Nota stampa Associazione Carnevale Villa Literno

Continue Reading
Advertisement
1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: A Pasqua Pulcinella sfida il mostro Covid con i suoi poteri culinari

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Entertainment

Operazione Street Art invade il centro urbano di Vietri

Published

on

Foto Nota Stampa

Dal 13 al 19 luglio il noto street artist Antonino Perrotta sarà a Vietri di Potenza, alle prese con la realizzazione del suo nuovo attesissimo murale

Grande attesa per il ritorno di OSA Around, il festival di arte urbana che porta l’Operazione Street Art e le avanguardie artistiche del settore in giro per il sud Italia.

Dal 13 al 19 luglio OSA Around farà tappa a Vietri di Potenza e vedrà Antonino Perrotta in arte Attorep esibirsi nella realizzazione del primo spettacolare murales per il piccolo borgo lucano.

L’opera che vedrà la luce a Vietri è una riflessione del noto street artist calabrese che ritrae una bambina mentre annaffia la sua terra, simbolo del rispetto dell’ambiente, dell’appartenenza alla propria storia ed esempio di purezza e legalità. Un murales monumentale, per dimensioni ed estensione, che regalerà una visione anamorfica della realtà: da un determinato punto di vista, stabilito prospetticamente, illuderà i fruitori/passanti sulle dimensioni del palazzo, confondendosi e integrandosi con il paesaggio circostante e la con skyline all’orizzonte.

Il murales di Attorep è il primo di quattro interventi urbani previsti tra luglio e maggio 2021 e verrà inaugurato il 19 luglio per la ricorrenza dei 28 anni dalla strage di via D’Amelio, nel quale persero la vita il magistrato italiano Paolo Borsellino e i cinque agenti della sua scorta. Un percorso che attraverserà date ricorrenti e importanti della storia, affrontando il tema della legalità.

Dopo questo primo intervento, ne seguiranno altri tre fino alla data del 23 Maggio 2021, altra ricorrenza fondamentale perché rappresenta la giornata nazionale della legalità, data in cui si verificò nel 1992 la strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo (anche lei magistrato) e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, a chiusura di un percorso volto a sensibilizzare su principi di legalità e trasparenza, coinvolgendo i cittadini nella vita culturale e sociale della comunità. Esempi nazionali di legalità verranno ad unirsi con le peculiarità di Vietri di Potenza, elementi morfologici, paesaggistici e storici della cittadina.

Con il Patrocinio del Comune di Vietri di Potenza, promosso dall’Associazione Culturale Haz Art sotto la direzione artistica di Antonino Perrotta, giovane artista adamantino e ideatore del festival, OSA Around si propone di continuare il lavoro iniziato con OSA – Operazione Street Art, il festival originario nato nel 2017 a Diamante, la Città dei Murales (CS), uno tra i borghi più dipinti d’Italia che con le oltre 330 opere murali presenti nel suo centro storico può essere definito un vero e proprio museo a cielo aperto.

Haz Art si è distinta sin da subito proponendo attività di riqualificazione e rigenerazione urbana attraverso questa particolare forma d’arte, collaborando con i principali street artist del panorama nazionale ed europeo (tra cui Pablo Atchugarry e Baruch Kadmon, Sfhir, Man ò Matic , Solo, Diamond) e stringendo collaborazioni con importanti festival del settore, come Manufactory Project (Comacchio, Ferrara), Graffitea (Cheste, Spagna), Biennale MarteLive (Roma), Serpis Urban Art (Gandìa, Spagna).

Gli obiettivi e le tematiche affrontate, la partecipazione sentita delle realtà locali, unitamente alla dimensione metropolitana del progetto e al respiro internazionale degli artisti coinvolti, fanno di OSA un festival senza precedenti e in linea con il fenomeno che si sta sviluppando nei grossi centri urbani: l’estensione più grande delle opere che arrivano a coprire l’intera facciata dei palazzi, l’uso delle moderne tecniche di realizzazione (spray, elevatori meccanici, pitture al quarzo) caratterizzate da stili più contemporanei, distinguono certamente i nuovi interventi dai precedenti.

Portando avanti il concetto di muralismo, inteso come percorso di rigenerazione dell’arte pubblica contemporanea e di rivalutazione del territorio, OSA intende aprire un dialogo tra arte e architettura, tra spazio e ambiente, allo scopo di riscoprirne i luoghi, esaltandone la bellezza attraverso l’integrazione della street art nel complesso artistico di città e borghi del sud Italia.         

Nota Stampa

Continue Reading

Entertainment

Addio all’immenso maestro Ennio Morricone

Published

on

ennio morricone
Di Georges Biard, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=21288724

A darne notizia, tra gli altri, l’ANSA per le conseguenze di una caduta

Ci ha lasciato il maestro Ennio Morricone. A 91 anni il premio Oscar purtroppo non ce l’ha fatta per l’aggravarsi delle conseguenze di una caduta come riportato dall’ANSA. Una carriera costellata da successi che ha scritto la storia della musica contemporanea. Amato in tutto in mondo ha dato lustro all’Italia scrivendo note che rimarranno nella memoria di tutti.

Continue Reading

Entertainment

Per Sant’Angelo il Paese delle Fiabe, il nuovo murale di Stefania Marchetto

Published

on

SteReal
Foto Nota Stampa

La Street Art è donna nel Paese delle Fiabe. Dal 29 giugno al 4 luglio 2020 a Sant’Angelo di Roccalvecce

Torna a Sant’Angelo di Roccalvecce, per il secondo anno consecutivo, la street artist Stefania Marchetto in arte SteReal, pronta ad animare, di nuovi personaggi fantastici, i muri del piccolo borgo della Tuscia conosciuto come il Paese delle Fiabe, rivitalizzato negli ultimi anni grazie all’omonimo progetto d’arte urbana dedicato al mondo fiabesco e alla letteratura fantastica.

Dopo il primo favoloso murale ispirato alla storia de La spada nella roccia, dipinto per l’edizione del 2019, SteReal ritorna quest’anno con una sognante Cenerentola che prenderà vita su un’enorme parete del centro e che la vedrà esibirsi, dal 29 giugno al 4 luglio, in qualità d’artista d’apertura della terza edizione del festival.

Inaugurato nel 2017 con il grande murale di Alice nel paese delle meraviglie, il progetto di Sant’Angelo il Paese delle Fiabe ha trasformato il paesino in provincia di Viterbo in un museo a cielo aperto, una vera e propria galleria d’arte ricca di opere e installazioni artistiche legate al racconto fantastico e leggendario.

A rendere ancor più caratteristico e speciale questo fatato posto, immerso tra le valli laziali, è la scelta di affidare la realizzazione dei lavori a un team di donne street artist, tra le più celebri della scena italiana.

Così, insieme ad Artù e Mago Merlino, e agli altri personaggi dipinti in questi anni dalle numerose artiste urbane che si sono succedute a Sant’Angelo, la Cenerentola di SteReal si fonderà col paese reale, in un gioco dove il vero e la fantasia si rincorrono e confondono continuamente.

Promosso dall’Associazione ACAS con l’organizzazione di Alessandro Chiovelli e Gianluca Chiovelli, Sant’Angelo il Paese delle Fiabe conta già 30 opere disseminate lungo le vie del borgo, a creare un itinerario magico e incantato, un percorso artistico aperto a tutti, grandi e piccini, turisti appassionati o semplici curiosi, che camminando per le strade del centro abitato potranno sorprendersi nell’incontrare Don Chisciotte o PinocchioIl piccolo Principe o Hansel e Gretel.

Una galleria tutta al femminile, dunque, a formare un ideale Paese delle Dame Artiste, un luogo immerso in un’atmosfera da sogno dipinta dalla mano di alcune tra le più importanti street artist del panorama nazionale.

Stefania Marchetto, Tina Loiodice, Alessandra Carloni, Daniela Lai, Lidia Scalzo, Isabella Modanese, Stefania Capati, Cecilia Tacconi, Lena Ortmann, Ginevra Giovannoni: ognuna, con la propria inconfondibile cifra stilistica, ha reso unico questo piccolissimo e prezioso borgo, contribuendo alla sua rinascita, in un moto di valorizzazione della Tuscia e del suo ricchissimo folclore locale.

Nota Stampa

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy