Quantcast
Connettiti con noi

News

In memoria di Biagio Carlotta: l’addio al maestro dell’eleganza a Qualiano

Pubblicato

il

In memoria di Biagio Carlotta

In memoria di Biagio Carlotta: L’eredità di un’icona sartoriale e imprenditoriale, custode di eleganza, passione e umanità, nel cuore di Qualiano

La cittadina di Qualiano si è recentemente addolorata per la perdita di un’icona locale, Biagio Carlotta, sarto e imprenditore amato da tutti.

La sua scomparsa, avvenuta domenica scorsa dopo una breve malattia, ha lasciato un vuoto nel cuore della comunità che ha sempre apprezzato la sua passione, dedizione e talento nel mondo della sartoria.

La storia di Biagio è intimamente legata alla tradizione sartoriale della sua famiglia. Suo padre, Gaetano, aprì la prima sartoria a Qualiano nel 1944, in un periodo in cui la maestria nell’arte del taglio e della cucitura era di fondamentale importanza. Proprio in quel contesto nacque Biagio, il 9 aprile 1946, destinato a portare avanti l’eredità familiare.

Fin dall’età di soli 8 anni, Biagio cominciò a lavorare al fianco del padre, imparando i segreti del mestiere. La passione di Biagio per la sartoria fiorì fin da giovane, dimostrando un talento eccezionale che lo avrebbe distinto nel mondo della moda. La sua dedizione lo portò a collaborare con le migliori sartorie di Napoli, affinando ulteriormente le sue abilità.

La formazione accademica di Biagio non si limitò all’esperienza pratica. Frequenta la scuola di taglio, dove acquisisce conoscenze più approfondite e modernità nel campo della moda dell’epoca. La sua educazione lo dotò di strumenti e tecniche avanzate, distinguendolo come uno dei professionisti più qualificati nel settore.

Nel 1980, Biagio aprì il suo negozio a Qualiano, diventando rapidamente un punto di riferimento per l’intera comunità. Il suo negozio non era solo un luogo per acquistare abiti, ma un tempio dell’eleganza dove l’esperienza e la maestria di Biagio erano al servizio degli amici i quali si affidavano ad occhi chiusi alle sue sapienti mani.

La sua maestria nel taglio e la cura nei dettagli hanno contribuito a consolidare la sua reputazione di sarto di altissimo livello.

Ma Biagio era molto più di un imprenditore di successo; era un uomo gentile, premuroso ed elegante. Sempre disponibile a consigliare i suoi clienti, era amato non solo per le sue abilità professionali, ma anche per la sua umanità.

La sua passione per il lavoro traspariva in ogni creazione, e la sua gentilezza nei confronti degli altri lo rendeva un esempio di professionalità e umanità.

È stato padre, suocero e nonno attento ed amato. Uomo presente e discreto al contempo come la sua arte esigeva.

La sua scomparsa lascia un vuoto immenso nella comunità di Qualiano ed in tutto il nostro territorio. Biagio Carlotta resterà nei cuori di coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo, ispirando le generazioni future a perseguire la passione e l’eccellenza nel proprio lavoro.

La sua eredità nell’arte della sartoria continuerà a vivere attraverso il percorso dei suoi figli e gli abiti che ha creato ma soprattutto nella memoria di una comunità che ha perso uno degli ultimi veri maestri.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Trending