Connect with us

Business

Fisco, Fontana (commercialisti): “Superbonus 110% volano per l’economia”

Published

on

Webinar sul Dl Rilancio e gli incentivi per il settore edile, verso un futuro sostenibile promosso da Odcec Napoli Nord e Ordine degli architetti di Caserta

AVERSA – “Il Superbonus 110% è stato definito come il volano dell’economia dopo la crisi pandemica. Il Decreto Rilancio ha tra gli obiettivi la ripresa dell’edilizia, il sostegno alle famiglie, la riduzione delle spese energetiche e l’aumento dell’occupazione. Il successo dell’incentivo, a mio avviso, sarà strettamente legato ai tempi di trasferimento dei crediti d’imposta. Se ben approfondita la misura può rappresentare un’importante opportunità di sviluppo professionale per architetti e dottori commercialisti, figure necessarie per garantire il buon esito dell’iniziativa”.

Lo ha detto Sandro Fontana, consigliere segretario dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord, presieduto da Antonio Tuccillo, presentando il webinar “Il Dl Rilancio e gli incentivi per il settore edile. Verso un futuro sostenibile” promosso dall’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti, conservatori della provincia di Caserta, presieduto daRaffaele Cecoroe dall’Odcec di Napoli Nord, che si terrà lunedì 28 settembre alle ore 14,45.

“Il tema da alcuni mesi è al centro del dibattito tra tecnici, imprese e committenti. Un’occasione per rilanciare il settore edile ormai fermo da anni. La grande novità della cessione di credito con la possibilità di superare lo scoglio della capienza fiscale – sottolinea Cecoro – potrebbe portare ossigeno all’intero comparto. Un incentivo che da un lato vede un importante investimento da parte del governo ma dall’altro la possibilità di efficientare e ammodernare un patrimonio edilizio fortemente energivoro dal punto di vista energetico e poco performante dal punto di vista sismico”. “Il seminario si concluderà con un ‘question time’ che darà la possibilità di un contatto diretto tra relatori e i tecnici collegati in modo da poter affrontare dubbi e problematiche emersi nell’applicazione del superbonus”.

“Sarà importante affidarsi a professionisti seri e preparati che agiranno lontano da logiche di partnership con imprese di costruzioni, esco o consorzi. Un buon lavoro del professionista – ha aggiunto il numero uno degli architetti casertani – garantirà i giusti adempimenti ed una corretta istruttoria delle pratiche per usufruire degli incentivi senza preoccupazioni ne angosce. Super bonus non vuol dire ‘gratis’ ma bensì cedere una spesa a chi recupera un credito”.

Il superbonus 110% é operativo ed è evidente l’impatto positivo che può avere tale norma sul sistema Paese.

Secondo il commercialista Giancarlo Falco,esperto della materia, “per ottimizzare al meglio tale strumento è necessario sensibilizzare tutti gli attori coinvolti nei lavori ad un’attenta pianificazione fiscale e finanziaria di tutta l’operazione e ad una puntuale gestione di tutta la procedura, al fine di prevenire quei rischi – in primis quello fiscale – che potrebbero pregiudicare il buon esitodell’operazione”.

All’incontro on line interverranno ancheLuigi Della Gatta(presidente dell’Ance Caserta), il senatore Agostino Santillo (Commissione Lavori Pubblici di Palazzo Madama), Carmine Lubritto (Università degli studi della Campania L. Vanvitelli), Giovanni Russo (Esperto in gestione dell’energia), Fabrizio Pistolesi (consigliere segretario della Cassa di previdenza degli architetti).

Nota stampa ODCEC Napoli Nord

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Business

Confesercenti Qualiano: protestiamo contro le decisioni del nuovo Dpcm

Published

on

Locandina Confercenti Qualiano

Confercenti Qualiano: “Oggi alle 18:00 siamo costretti a chiudere. Avere un futuro è un nostro diritto”

Dopo il nuovo Dpcm varato ieri dal Governo, dove si dispone la chiusura dei locali come Bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie alle 18:00, non sono mancate le proteste da parte dei commercianti di tutta Italia.

Anche dai commerciati di Qualiano la notizia non è stata presa con particolare entusiasmo, visto che la chiusura anticipata dei locali, per molti, significa perdere gran parte del guadagno e quindi chiudere per sempre.

La Confercenti Qualiano, in rappresentanza dei locali qualianesi, ha diffuso una locandina solidale per i settori della ristorazione colpiti dal nuovo Dpcm.

Nella locandina diffusa dalla Confercenti Qualiano si legge: “Oggi alle 18:00 siamo costretti a chiudere. Avere un futuro è un nostro diritto”.

A diffondere la notizia presso la nostra redazione il responsabile della Confercenti Qualiano Nicola Vallefuco.

Continue Reading

Business

Gli Architetti di Napoli puntano su giovani under 35

Published

on

Parte “CALL IOU” per creare nuove opportunitià di lavoro: un format innovativo che mette al centro 15 giovani selezionati attraverso una call pubblicata dall’Ordine.

Tre Lectio Magistralis a cura di archistar di fama internazionale. Primo appuntamento “Abitare Reloaded”: venerdì 16 ottobre ore 17 in webinar, con Luca Nichetto da Stoccolma. Modera la giornalista di Interni Magazine Patrizia Catalano

L’Ordine degli Architetti di Napoli scommette sui giovani e lancia Call IOU (dove IOU è acronimo di Interior, Outdoor e Urban), il progetto del Dipartimento Politiche Giovanili e Professionisti Junior che punta a creare nuove opportunità di lavoro e visibilità per architetti e designer under 35.

Lo fa attraverso un format innovativo che mette al centro 15 giovani selezionati tra coloro che hanno riposto alla call pubblicata dall’Ordine presentando una propria idea di progettazione in una delle tre macroaree in cui è diviso il progetto e cioè:

  • Interior/ dal design d’interni a oggetti, fino alla progettazione di interfacce digitali
  • Outdoor/ dal design di esterni a oggetti, fino alla progettazione di interfacce digitali
  • Urban/ per una nuova visione della città

Gli architetti under 35 scelti avranno la possibilità di raccontarsi e di presentare i propri lavori attraverso videointerviste che apriranno tre convegni tematici che culmineranno in tre Lectio Magistralis (una per ogni macroarea) a cura di archistar di fama internazionale e che avranno come Concept generale “MEGACITIES? GAME OVER: negli interni, negli spazi outdoor, in città”.

Le Lectio Magistralis sono coordinate, curate e organizzate dalla Rivista Interni Magazine, Media Partner di Call IOU.

L’obiettivo è dare spazio ai giovani e alla loro creatività, credere nelle nuove generazioni e dare loro la visibilità che meritano attraverso il ragionamento e il confronto sulle innovazioni in tema di qualità architettonica contemporanea, del suo rapporto con il paesaggio, il design, il recupero e la riqualificazione.

Gli under 35, infatti, presenteranno se stessi e le proprie opere ad architetti e designer, istituzioni, stakeholder ed esperti di comunicazione, affinché si aprano per loro le porte di Studi di progettazione e aziende di rilievo internazionale.

Il primo appuntamento, “Abitare Reloaded”, è in programma venerdì 16 ottobre alle ore 17 in webinar con la Lectio Magistralis di Luca Nichetto di Nichetto Studio da Stoccolma.

Modera Patrizia Catalano, giornalista di Interni Magazine. I saluti istituzionali sono affidati a Leonardo Di Mauro, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Napoli.

Interviene il responsabile del progetto Aniello Tirelli, consigliere dell’Ordine degli Architetti di Napoli.

“Con il progetto – spiega Aniello Tirelli, consigliere dell’Ordine degli Architetti di Napoli e responsabile di Call IOU intendiamo porre l’accento su due aspetti che riteniamo fondamentali: il primo è che c’è bisogno di una nuova visione della città e del territorio, sia che si tratti di luoghi pubblici che privati. La pandemia legata al Covid-19 ha sicuramente accelerato la necessità di una trasformazione radicale degli spazi urbani. L’altro aspetto è far capire che c’è un parterre di giovani professionisti che ha tutte le carte in regola per compiere questa trasformazione. Non solo sono capaci e preparati dal punto di vista tecnico, ma anche dotati della giusta sensibilità, propria della nostra professione, per prestare attenzione agli aspetti umani e sociali tipici dell’impatto che tali trasformazioni generano sul territorio. L’obiettivo finale è che Call IOU possa generare meccanismi virtuosi anche sul piano occupazionale.”

I selezionati hanno un’età media di 30 anni, il più giovane ne ha 22. Sono stati selezionati tra un totale di 30 partecipanti, tutti iscritti all’Ordine. La sezione che ha riscosso più successo è Interior che ha avuto il 40% di adesioni.

Le videointerviste, in particolare, a cura della Designer Giovanna Talocci, sono state realizzate in aree metropolitane, presso aziende del settore. Quelle relative alla macro categoria “Urban” sono state effettuate in luoghi aperti al pubblico, piazze e luoghi fortemente aggregativi, con la presenza di addetti ai lavori ma anche di appassionati e curiosi, per portare il progetto di architettura fuori dagli spazi normalmente deputati ad esso.

Lo scopo non è stato solo quello di divulgare i propri lavori ma anche di acquisire le tecniche di marketing e di promozione personale grazie ad un backstage formativo effettuato durante le riprese video a cui hanno preso parte anche studenti universitari per un tirocinio formativo in Comunicazione.

Call IOU proseguirà il 12 novembre, alle ore 17 conil convegno in webinar “Living in outdoor”, che avrà come protagonista Enrico Fratesi di Gam Fratesi da Copenaghen. L’appuntamento finale è per il 5 dicembre alle ore 12 con la Lectio “Resilienza Urbana” a cura di Alessandro Melis di Heliopolis 21 Architetti Associati da Portsmouth, nel Regno Unito, in webinar e presso Arkeda, la mostra convegno dell’architettura, edilizia, design e arredo in programma alla Mostra d’Oltremare di Napoli.

Il Progetto “Call IOU” ha i patrocini istituzionali di Unione Industriale Napoli_Sezione Giovani, Acen, Ance, Comune di Napoli Assessorato Politiche Giovanili, Confapi Napoli.

Nota stampa Ordine degli Architetti Napoli

Continue Reading

Business

Napoli. Florovivaisti: “Sbagliato chiudere i cimiteri”

Published

on

Cimitero poggioreale napoli

Florovivaisti: “Consideriamo incomprensibile la scelta del Sindaco De Magistris. Chiediamo un incontro in vista delle festività dei Santi”

“Consideriamo incomprensibile la scelta fatta da Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, di proclamare la chiusura dei cimiteri causa maltempo, una scelta che ancora una volta va contro la nostra categoria già fortemente penalizzata. A tal proposito chiediamo che venga convocato quanto prima un tavolo tra le parti in vista della festività dei Santi, per garantire in tutta sicurezza l’accesso ai cimiteri” – è quanto dichiarano in una nota Vincenzo Malafronte, presidente del Consorzio Produttori Florovivaisti Campani, e Raffaele Massarosa e Felice Napolitano, in rappresentanza dei commercianti florovivaisti della città di Napoli. 

“Non comprendiamo alcune scelte fatte dal primo cittadino, che ancora una volta va in direzione contraria rispetto alle direttive regionali e a discapito della nostra categoria. L’ultima ordinanza di chiusura di parchi e cimiteri va in questa direzione. A tal proposito riteniamo che sia prioritario convocare un tavolo per discutere modalità e accessi ai cimiteri comunali in occasione delle festività dei Santi così da tutelare i cittadini e i venditori di fiori, categoria già fortemente segnata dall’emergenza sanitaria covid 19” – concludono Malafronte, Massarosa e Napolitano

Nota stampa Consorzio Produttori Florovivaisti Campani

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy