Connect with us

Politica

Campania, Nappi (Lega) “Fan centri sociali hanno letto dati Istat?”

Published

on

severino nappi
Foto Archivio

Nappi: “È davvero incredibile che mentre l’economia del Paese va a rotoli […] la sinistra non trovi niente di meglio da fare”

“Se i fan dei centri sociali che tanto tempo perdono a organizzare crociate contro Salvini ieri a Mondragone e oggi a Castel Volturno, leggessero i dati diffusi oggi dall’Istat che fotografano una crescita occupazionale al Sud sotto la media nazionale, forse sceglierebbero di impiegare le loro energie per la costruzione di una Campania migliore. È davvero incredibile che mentre l’economia del Paese va a rotoli, le imprese restano a secco, la cassa integrazione promessa dall’esecutivo resta un miraggio per 1 mln di italiani, e la piaga della povertà travolge sempre più famiglie, la sinistra non trovi niente di meglio da fare”.

Lo scrive in una nota Severino Nappi, Lega Campania.

Nota Stampa Severino Nappi

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Migranti, Nappi (Lega) “Rischio è tragedia sanitaria, governo intervenga”

Published

on

severino nappi
Foto Archivio

Severino Nappi (Lega): “Il governo metta in campo iniziative serie per evitare che episodi come questi si possano ripetere”

“L’immigrazione irregolare non rappresenta più solo un problema di sicurezza, ma rischia di trasformarsi in una tragedia sanitaria. Lo dimostra il fatto che otto sbarcati dalla nave dei centri sociali, Ong Mare Jonio, sono risultati positivi al Coronavirus. Il governo metta in campo iniziative serie per evitare che episodi come questi si possano ripetere anche in previsione di una possibile ondata di ritorno in autunno”.

Lo scrive in una nota Severino Nappi, Lega Campania.

Nora Stampa Severino Nappi

Continue Reading

Politica

Parte la campagna elettorale di Potere al Popolo e lo fa partendo dal fiume Sarno

Published

on

Foto Nota Stampa

Oggi il loro candidato presidente della regione Campania Giuliano Granato è stato protagonista di una risalita in canoa del fiume Sarno

“Ricordate le acque cristalline del Sarno durante la quarantena?
Dimenticate già. Sono bastate poche ore dalla fine del lockdown ed è tornato a essere il fiume più inquinato d’Europa. Il motivo? Gli sversamenti delle imprese conciarie e conserviere.
– commenta sui social il candidato Giuliano Granato – Per questo ho risalito in canoa il Sarno, da uno degli scarichi che sversa e inquina in direzione della sorgente, controcorrente. Per questo abbiamo deciso di presentare qui la mia candidatura e quella di Potere al popolo! alle elezioni regionali in Campania.
Nei mesi di quarantena abbiamo visto il Sarno che potrebbe essere, pulito e trasparente.
Abbiamo avuto una anticipazione del futuro che può essere. Serve la voglia di cambiare e di farlo arrivare questo futuro.”

Nella lista regionali di Pap sono presenti anche due ex attivisti del Movimento 5 Stelle, l’astrofisica Clementina Sasso e Marco Manna, che dichiarano:
“Abbiamo scelto Potere al Popolo perché abbiamo ritrovato il senso di comunità ed entusiasmo dei primi meetup a cui purtroppo il movimento ha rinunciato. Nasciamo come attivisti ed abbiamo bisogno di credere di poter cambiare la società che è sempre più incentrata sull’individualismo.
La nostra è una candidatura indipendente che ci darà la possibilità di essere liberi ma tenendo ben presenti i principi condivisi con Potere al Popolo.”

Nota Stampa

Continue Reading

Politica

Voto di scambio e criminalità organizzata: 27 indagati per Comunali di Napoli del 2016

Published

on

Palazzio di Giustizia Napoli
Di Qasinka - Opera propria, CC0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=44370317

Tra gli indagati anche Michele Schiano di Visconti (FdI), gli ex Senatori Salvatore Marano (FI), Antonio Milo (FI poi GaL) e presunti affiliati alla camorra

Gli ex senatori Salvatore Marano (FI) e Antonio Milo (prima FI poi GaL) e l’attuale capogruppo di Forza Italia nel Consiglio comunale di Napol. Stanislao Lanzotti che ricopre il ruolo di commissario del partito per l’area metropolitana di Napoli. Il consigliere regionale Michele Schiano di Visconti da poco approdato nel partito di Fratelli d’Italia. Questi sono alcuni dei politici che compaiono nelle indagini della Procura di Napoli per il voto di scambio in occasione delle elezioni amministrative del 2016.

Gli inquirenti hanno notificato complessivamente 27 avvisi di conclusione delle indagini preliminari – firmati dai pm firmati dai pm Maurizio De Marco e Henry John Woodcock ad altrettanti indagati. Tra questi vi sono politici e presunti affiliati alla camorra. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono voto di scambio e ricettazione aggravata dalla finalità mafiosa.

Gli investigatori – come riporta il “Fatto Quotidiano” – attraverso la polizia giudiziaria, ritengono di avere documentato numerosi episodi, durante i quali promessi denaro, agevolazioni di vario tipo e anche posti di lavoro in cambio di voti e pacchetti di voti per determinati candidati.

L’inchiesta risale a diversi anni fa. Gli inquirenti, in quel frangente, misero sotto indagine ben 82 persone. Tra queste esponenti politici, dell’imprenditoria e della criminalità organizzata di Secondigliano, in particolare il clan Di Lauro.

Gli episodi di voti di scambio, aggravati dal metodo mafioso, elencate nelle 22 pagine dell’avviso di conclusione indagini della Procura di Napoli sono parecchi. Gli inquirenti parlano di vendite di interi pacchetti di voti in cambio di denaro. Emblematico il caso delle preferenze per un candidato poi deceduto sarebbero stati versati 9500 euro.

In un altro caso, invece, il voto di scambio si configurerebbe con la promessa dell’assunzione di una donna in una ditta di pulizia, ritenuta vicina ai clan.

Le indagini, che si sono chiuse alla fine dello scorso mese di maggio, si sono avvalse delle dichiarazioni rese da diversi collaboratori di giustizia, di informative della Polizia Giudiziaria (Guardia di Finanza), intercettazioni ambientali e telefoniche e delle risultanze investigative derivate da perquisizioni e sequestri.

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy