Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Covid-19, aggiornamento dati 25 marzo ore 18

Pubblicato

il

Conferenza stampa del Agostino Miozzo direttore del Dipartimento della Protezione Civile con Luigi D’Angelo direttore operativo emergenze Protezione Civile.

La conferenza stampa della Protezione Civile oggi senz il Capo Dipartimento Angelo Borrelli che ha uno stato febbrile e ha deciso di rimanere in casa.

Al suo posto il Dr. Miozzo direttore del Dipartimento e coordinatore del Comitato tecnico scientifico e il Dr. D’Angelo direttore operativo emergenze del Dipartimento della Protezione Civile.

Pubblicità

Ancora in calo i nuovi contagiati 3491 che portano il totale delle persone contagiate da inizio emergenza a 74386 ed il totale delle persone attualmente positive a 57521. Si registrano quindi ripetto al giorno precedente 121 positivi in meno.

1036 sono i pazienti guariti e dimessi oggi che fanno aumentare il totale a 9362. 683 sono purtroppo i pazienti deceduti oggi che aumentano il totale a 7503.

Dei 57521 pazienti positivi al covid-19, 30920 sono in isolamento domiciliare con sintomi lievi o senza sintomi. 23112 sono ricoverati con sintomi presso le strutture ospedaliere. 3489 sono ricoverati in terapia intensiva.

Pubblicità

Un buona notizia sul fronte della solidarietà da parte dei cittadini italiani perché sul conto corrente della Protezione Civile messo a disposizione per l’emergenza covid-19 vi sono oltre 44 milioni di euro. Tali fondi saranno destinati all’acquisto di dispositivi medici come ventilatori e per acquistare dispositivi di protezione individuale.

Altri 3 pazienti di terapia intensiva sono stati spstadi dalla Lombardia verso altre regioni per alleggerire le strutture sanitarie. Un paziente è stato trasferito a Genova e altri due sono stati trasferiti in Germania, precisamente a Lipsia.

Crescono i numeri dei volontari oltre 9000 persone lavorano per fronteggiare l’emergenza ed a questi si aggiungono le forze dell’ordine, le forze armate e tutti i corpi dello Stato.

Pubblicità

Allestite oltre 720 tende pretriage fuori ai Pronto soccorsi, strutture che consentono di intercettare immediatamente persone che dovessero presentare sintomi riconducibili al Covid-19.

Attualmente vi è una attività intensa per svuotare le navi che hanno concluso il loro viaggio battenti bandiera italiana atttraccate nei porti. L’obiettivo è quello di far raggiungere i passeggeri i loro paesi di origine. Attualmente si lavora su tre navi di Costa Crociere, una a Savona e altre due a Civitavecchia e su una nave MSC.

In arrivo dalla Russia ulteriori aiuti si tratta di un team di 140 persone altamente specializzati con materiali e mezzi donati all’Italia. In via di trasferimento in Lombardia e a Piacenza i medici che hanno dato la disponibilità.

Pubblicità