Quantcast
Connettiti con noi

Entertainment

“Per una madre”: il romanzo di Michele Lazzerini

Pubblicato

il

Per una Madre

“Per una madre”: il nuovo romanzo di Michele Lazzerini tra storia e testimonianza, passato e presente

Editore: Intrecci Edizioni
Genere: Romanzo storico, Narrativa
Pagine: 250
Prezzo: € 14,82

In libreria per la romana Intrecci Edizioni, “Per una madre”, il nuovo romanzo di Michele Lazzerini, è un’opera emozionante che mescola saggiamente storia e narrativa. Il romanzo, difatti, percorre le tappe fondamentali e il percorso della sua protagonista, Franca – insieme a una carovana di personaggi singolari e brillanti –, una donna che ha tentato in tutti i modi di sopravvivere alle avversità della vita, sempre tesa verso un’opposizione gentile contro le ingiustizie e le discriminazioni.

Sin dall’incipit di “Per una madre”, il lettore è catapultato all’interno del microcosmo raccontato da Lazzerini Franceschi, ed entra immediatamente in contatto con la storia di Franca, quando ancora piccola è presentata in scena attraverso il sentimento della paura.

“Dietro di loro cadevano le bombe degli americani, forse quelle degli inglesi, chissà. L’importante era proseguire e non fermarsi mai, fino a Roma liberata”.

Durante il periodo nazista, Franca è costretta a scappare con i genitori dalle invasioni avversarie e dalla minaccia delle bombe che cadono su tutto il territorio italiano, lasciando solo distruzione e vuoti incolmabili.

Diversamente da altri meno fortunati – coloro che sotto i loro occhi vengono caricati sui vagoni merci e trasferiti nei campi di concentramento – Ciro, la moglie e i suoi figli, hanno in mente una sola destinazione, e così si mettono in viaggio verso la città di Roma, ormai libera, per andare incontro a un futuro migliore.

E se di questa parentesi storica emerge con prepotenza un latente dolore ancora vivo e sofferto, Lazzerini Franceschi ci introduce soprattutto nel racconto della forza e della determinazione con cui gli esseri umani si votano alla possibilità della salvezza.

Il lettore accompagna la crescita e il cammino di Franca verso la piena maturità e consapevolezza: si fa prima ragazza, poi donna forte e determinata, che oggi non esiteremmo a definire femminista.

Una donna che, pur diventata grande ascoltando storie di altre donne che hanno sofferto e non sono mai state considerate alla pari degli uomini, pur dovendo fare i conti con una società che la considera inferiore rispetto ai suoi coetanei maschi, sviluppa un forte senso critico – forse spinta anche da una spiccata sensibilità ed empatia nei confronti dei più sfortunati.

La protagonista di “Per una madre” si fa forte, incontra il coraggio, non si ferma nemmeno davanti alle difficoltà più grandi, trasformando gli ostacoli in trampolini da cui spiccare il volo.

A nulla importa ciò che si riceve in cambio oltre la certezza di aver fatto del bene, di esser stati d’aiuto a qualcuno che ne aveva bisogno: Franca sfida le regole, incontra i filosofi che hanno ispirato gli ideali della Resistenza, li fa propri ed entra a far parte del Partito Comunista Italiano; a ciò si aggiunge il suo vissuto personale, il modo di relazionarsi agli altri, il significativo incontro di un uomo che avrà un ruolo importante nel suo percorso, ma non esclusivo, e che le darà il figlio amato e sperato, Michele.

Ma se è vero che le storie più significative (e significanti!) celano il merito di chi le ha scritte, non si può che riconoscere a Lazzerini Franceschi una capacità narrativa e stilistica che porta l’opera e la testimonianza narrata a un livello ancor superiore. Uno stile poetico ma mai ridondante, permeato dalla sincerità e dalla schiettezza, che accompagna il lettore attraverso una storia emblematica da cui tutti dovremmo prendere ispirazione.

D’altronde, pare evidente che il Michele a cui dà la vita Franca ha molto in comune con lo scrittore del romanzo, e per questo motivo intimo ed emozionante, “Per una madre” va oltre il proprio compito di farsi storia da leggere, diviene altro fino a ergersi alto come grido di pretesta, come testimonianza preziosa e sacra rivolta da un figlio alla madre, esempio a cui, tutt’oggi, dovremmo aspirare.

Link di vendita

Trending