Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Lavoro nero e minorile, controlli a Giugliano e Qualiano

Pubblicato

il

Tradito dall'odore di marijuana

Lavoro nero e minorile, ispezionate decine di attività commerciali e ditte, gran parte delle quali nel campo della ristorazione

Salute e sicurezza sui luoghi di lavoro i temi cardine nei controlli dei carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania.

Negli ultimi giorni i militari, insieme a quelli dell’ispettorato del lavoro di Napoli, col supporto di personale dell’ASL Napoli 2 nord, hanno ispezionato decine di attività commerciali e ditte, gran parte delle quali nel campo della ristorazione.

Pubblicità

Nel comune di Qualiano i militari hanno controllato un ristorante orientale e hanno sanzionato il titolare, cinese di 40 anni, per violazioni della normativa sull’igiene e la sicurezza dei luoghi di lavoro.

Molti degli alimenti stoccati erano privi di indicazioni sulla tracciabilità stoccati a diretto contatto con il suolo. Non erano presenti spogliatoi per il personale e l’impianto elettrico mostrava evidenti problemi di conformità.

In un bar di Varcaturo i carabinieri hanno rilevato scrostature agli intonaci della dispensa e del laboratorio di pasticceria. Alcuni frammenti si erano posati anche sui piani di lavorazione degli alimenti. Il quadro elettrico era sprovvisto di protezione ed era alto il rischio di folgorazione. Stesse violazioni contestate al titolare di un lounge bar  in località lago patria.

Pubblicità

Controlli effettuati anche con carabinieri e dell’ispettorato del lavoro di Napoli in alcuni cantieri nel comune di Giugliano. Per l’amministratore unico di una ditta edile del posto una denuncia in stato di libertà per diverse violazioni alla normativa sul lavoro. Tre i lavoratori identificati, due in nero, uno di questi extracomunitario senza permesso di soggiorno. Dei 25 operai di una ditta di Giuliano con cantieri nello stesso comune due erano in nero, uno addirittura minorenne.

I Militari hanno sanzionato l’impresario con una multa di 49.000 € circa. I militari, infine, hanno sospeso entrambi i cantieri

Lascia un un like su Facebook e seguici su Twitter

Pubblicità