Quantcast
Connettiti con noi

Entertainment

È morto Ezio Bosso, il pianista che sapeva incantare con la sua musica

Pubblicato

il

Ezio Bosso
Foto da Wikipedia

A portarselo via, a soli 48 anni, il cancro con cui conviveva da molti anni e che lo costringeva a lunghi periodi di soste per le terapie

Stanotte ci hi ha lasciato nella sua casa di Bologna il grande musicista, pianista, direttore d’orchestra compositore Ezio Bosso.

A portarselo via, a soli 48 anni, il cancro con cui conviveva da molti anni e che lo costringeva a lunghi periodi di soste per le terapie.

Pubblicità

Bosso era nato a Torino il 13 settembre 1971 e il 20 giugno dello scorso anno era stato nominato cittadino onorario di Roma.

Combatteva dal 2011 contro una malattia degenerativa che lo aveva costretto a ritirarsi dalle scene nel 2019

Lo scorso settembre aveva dovuto dire addio al pianoforte,

Pubblicità

le sue dita non rispondevano più bene, i dolori a forzarle sui tasti si erano fatti insopportabili.

Ezio Bosso si avvicina alla musica all’età di quattro anni, grazie a una prozia pianista e al fratello musicista.

A soli 16 anni esordisce come solista in Francia e incomincia a girare le orchestre europee. 

Pubblicità

È l’incontro con Ludwig Streicher a segnare la svolta della sua carriera artistica, indirizzandolo a studiare Composizione e Direzione d’Orchestra all’Accademia di Vienna.

Dalla primavera del 2017 Bosso è testimone e ambasciatore internazionale dell’Associazione Mozart14.

Eredità ufficiale dei principi sociali ed educativi del Maestro Claudio Abbado, portati avanti dalla figlia Alessandra.

Pubblicità

Lascia la compagna Annamaria e i suoi amati cani.

Pubblicità
Pubblicità
Clicca per commetare

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *