Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Cold case sulla Faida di Scampia. DDA e Carabinieri chiudono diversi cerchi

Pubblicato

il

Napoli: Faida di Scampia, Carabinieri e DDA chiudono il cerchio su diversi cold case. Misura cautelare a elemento di spicco del clan “Amato – Pagano”

Cold case sulla Faida di Scampia. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

Destinataria della misura cautelare una persona gravemente indiziata dei reati di concorso di persone nell’omicidio pluriaggravato di Ferrara Salvatore e contestuale ferimento di De Lucia Ugo e Caldieri Antonio.

Pubblicità

Ancora nell’omicidio di Magnetti Luigi e Fusco Carmine. L’indagato, inoltre, è ritenuto gravemente indiziato di detenzione e porto illegale di armi aggravati dal metodo mafioso e dalla finalità di agevolare il clan camorristico degli “Amato-Pagano”, operante nell’area nord della città di Napoli ed in alcuni paesi della provincia.

In particolare, gli omicidi ed i ferimenti in riferimento sono avvenuti in Napoli ed Arzano (NA), rispettivamente in data 25 settembre 2007 e 09 febbraio 2008. A diffondere la notizia una comunicazione del Comando Provinciale Carabinieri di Napoli su delega della Procura della Repubblica.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari. Contro di essa sono ammessi mezzi di impugnazione e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e, quindi, presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

Pubblicità

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Pubblicità