Quantcast
Connettiti con noi

Esteri

Indagati i presunti autori dell’attacco terroristico al Crocus City Hall di Mosca

Pubblicato

il

Indagati
foto da redazione

Presunti autori dell’attacco al Crocus City Hall di Mosca in custodia cautelare: accuse di terrorismo e segnalazioni di tortura

Quattro individui sono stati posti in custodia cautelare per due mesi da un tribunale di Mosca in relazione all’attacco al Crocus City Hall, evento che ha portato alla morte di 137 persone. L’accusa li imputa di “terrorismo” e rischiano l’ergastolo, secondo quanto affermato dal tribunale Basmanny di Mosca.

I sospettati, tutti con passaporto tagiko, sono stati identificati come Dalerdzhon Barotovich Mirzoyev, 32 anni; Saidakrami Murodali Rachabalizoda, 30 anni; Shamsidin Fariduni, 25 anni; e Muhammadsobir Fayzov, 19 anni. L’arresto è avvenuto dopo che la commissione investigativa ha accusato due presunti partecipanti all’attacco, Rachabalizoda Saidakrami Murodali e Mirzoev Dalerjon Barotovich, di “attacco terroristico da parte di un gruppo di persone che ha provocato la morte di un individuo”, secondo quanto riportato dal servizio stampa del tribunale.

Il tribunale ha deciso di esaminare il caso di Shamsidin Fariduni a porte chiuse, citando la necessità di proteggere la segretezza dell’indagine e le informazioni sul processo. Durante l’udienza, Fariduni è stato portato all’interno dell’aula del tribunale su una sedia a rotelle, accompagnato da un medico, secondo quanto riferito dall’agenzia russa.

Le immagini dei sospettati che circolano sui media internazionali mostrano segni di presunta tortura, con i quattro individui con volti gonfi, lividi e tagli. Muhammadsobir Fayzov è stato riportato in tribunale direttamente dall’ospedale su una sedia a rotelle, con il volto segnato da tagli, mentre un infermiere lo ha assistito durante l’udienza.

Le segnalazioni di presunte torture durante gli interrogatori da parte dei servizi di sicurezza hanno suscitato indignazione e preoccupazione. Foto che circolano su canali Telegram filorussi mostrano uomini legati e sottoposti a presunte torture con scosse elettriche.

Il processo è attualmente in fase di attesa della fissazione della data. Nel frattempo, la custodia cautelare dei quattro sospettati è stata prolungata fino al 22 maggio, con la possibilità di ulteriori proroghe. La decisione finale sulla loro sorte verrà presa al termine del processo, il cui inizio non è stato ancora annunciato.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending