Quantcast
Connettiti con noi

News

Covid Qualiano, “Santa Chiara”: due classi in DAD

Pubblicato

il

Doppi turni alla Santa Chiara

Si tratta di due bambini appartenenti allo stesso nucleo familiare che frequentano le due classi del Plesso Santa Chiara di Qualiano

Nemmeno il tempo di riaprire le scuole che ecco spuntare di nuovo i primi casi di positività al Covid. Sono due le classi della Scuola Santa Chiara di Qualiano che proseguiranno le lezioni in DAD. Ad annunciarlo qualche ora fa il Sindaco di Qualiano attraverso un post su Facebook.

«Mercoledì sera, dopo il primo giorno di rientro a scuola, alla dirigenza della scuola Santa Chiara sono stati segnalati due casi Covid». Così ha esordito il Sindaco De Leonardis.

Pubblicità

«Due bambini facenti parte dello stesso nucleo familiare – ha continuato De Leonardis – sono risultati positivi al tampone antigenico a cui si sono sottoposti dopo che uno dei genitori aveva accusato sintomi lo stesso pomeriggio. I due bambini sono in attesa del test molecolare» .

«Le loro classi – ha aggiunto – continueranno le lezioni in didattica a distanza, come prontamente predisposto dalla preside già da ieri. Il resto della scuola continuerà le lezioni in presenza come da protocollo. Non ci sono segnalazioni di altri casi. I bambini sono stati contagiati al di fuori della scuola, questa è una conseguenza del rilassamento che purtroppo è evidente per strada. Tutti, con il rientro in classe, hanno una responsabilità ancora più forte nei confronti dei bambini che non possono rischiare di ammalarsi per le negligenze degli adulti».

«Nel contempo, ho invitato la Polizia Municipale a predisporre controlli sull’arrivo degli alunni a scuola. Sono diversi i casi che mi sono stati segnalati di bambini che arrivano fuori agli istituti nello stesso veicolo con compagni che non fanno parte del loro stesso nucleo familiare». Così ha concluso il Primo cittadino di Qualiano.

Pubblicità

Rispettare le regole è l’unica arma che abbiamo assieme ai vaccini per sconfiggere il virus. Ancora una volta il contagio non proviene dalla scuola ma dall’esterno. Importante essere tutti responsabili

Pubblicità