Quantcast
Connettiti con noi

Tech

Camera di Commercio Napoli, contributo fino al 50% alle MPMI

Pubblicato

il

Sala conferenze risparmio energetico
Foto di Free-Photos da Pixabay

Il contributo a fondo perduto fino al 50% della Camera di Commercio di Napoli mira a permettere l’adeguamento tecnologico delle Piccole e Medie Imprese

la Camera di Commercio di Napoli ha predisposto un finaziamento a fondo perduto fino al 50% per le MPMI. Lo strumento mira ad agevolare quelle imprese che intendono riammodernarsi e adeguarsi tecnologicamente.

Attraverso tale strumento agevolativo la CCIAA intende sostenere ed incentivare la competitività delle MPMI della provincia di Napoli, stimolandole a realizzare progetti di innovazione tecnologica.

Le aziende presenteranno progetti finalizzati all’introduzione di innovazioni di processo e al conseguimento dell’efficienza energetica.

Ciò avverrà anche attraverso l’acquisto di beni che consentano la riduzione dei consumi e dei costi energetici o un chiaro efficientamento di processo.

Compresi anche gli investimenti nella economia circolare (all’acquisto di sistemi/beni tecnologici che consentano all’azienda di riutilizzare e riciclare nel processo produttivo materiali compositi, materiali di scarto o altre materie prime secondarie).

Requisiti

La domanda di partecipazione al bando può essere presentata da MPMI che alla data di presentazione dell’istanza abbiano i seguenti requisiti:

  • abbiano sede, o unità locale, cui è riferita l’attività oggetto del contributo, iscritta al Registro Imprese/REA della Camera di Commercio di Napoli;
  • siano attive;
  • siano in regola con il versamento dei diritti camerali;
  • non siano beneficiarie di altre agevolazioni pubbliche relative alle stesse iniziative;
  • siano in regola con gli obblighi assicurativi e previdenziali di cui al Documento unico di regolarità Contributiva (DURC) nel momento di presentazione dell’istanza, in quello di concessione ed in quello di liquidazione dell’ausilio finanziario.

Interventi ammessi

Sono ammessi interventi strettamente funzionali all’attività esercitata dall’impresa e realizzati nella sede aziendale localizzata sul territorio della provincia di Napoli, così come risultante dalla visura camerale del soggetto partecipante.

Cosa è possibile acquistare

Attraverso tale strumento è possibile acquistare macchinari, strumenti, beni ed attrezzature legati espressamente ed esclusivamente al processo produttivo dell’azienda e che consentano la riduzione dei consumi e dei costi energetici o comunque un chiaro efficientamento di processo desumibile dalla descrizione dell’intervento.

Le spese ammesse al contributo inoltre saranno considerate al netto dell’IVA e di eventuali altre imposte e tasse.

Sono consentiti esclusivamente gli acquisti di prodotti nuovi di fabbrica sostenuti a partire dalla data di presentazione della domanda fino al 31.12.2020.

Limiti di spesa

Le agevolazioni per le spese relative ai progetti ammissibili non potranno superare l’intensità massima del 50% delle spese ammesse con i seguenti limiti:

  • importo minimo dell’investimento ammesso: € 4 mila;
  • importo massimo del contributo concedibile: € 15 mila.

Nello specifico quindi si tratta di un voucher che verrà erogato alle imprese ammesse che abbiano:

  • realizzato il programma di investimento;
  • totalmente pagato i beni di investimento oggetto del programma stesso.

La scadenza per la presentazione delle domande è alle ore 20:00 del 30/11/2020.

Per qualsiasi chiarimento, potete contattarci menzionando l’articolo alla mail: etconsulting2003@gmail.com

Pubblicità
Clicca per commetare

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending