Connect with us

Esteri

Covid-19, ADINOLFI (M5S): Sostenere mondo della cultura con un Fondo europeo ad hoc

Published

on

Isabella ADINOLFI in the EP in Strasbourg
Isabella ADINOLFI in the EP in Strasbourg - Foto: Comunicato

Isabella Adinolfi (M5S): “Questa pandemia sta colpendo tutti ma in molti la stanno pagando e la pagheranno più di altri”

“Il Movimento 5 Stelle sostiene la proposta di istituire un fondo europeo ad hoc di sostegno immediato per il mondo della cultura. Il futuro di centinaia di migliaia di cittadini europei che lavorano nel mondo della cultura è oggi drammaticamente a rischio. I settori dell’industria culturale e creativa, che va dalla alla moda ai festival, dai matrimoni ai teatri, e il settore del turismo, ripartiranno solamente fra molte settimane e con grande fatica. Questa pandemia sta colpendo tutti ma in molti la stanno pagando e la pagheranno più di altri. In Italia questi settori danno lavoro a migliaia di persone e, direttamente e indirettamente, equivalgono ad una grande fetta del nostro PIL. Se non interverremo subito condanneremo milioni di persone alla povertà e mentre nel resto del mondo si stanno mettendo in campo misure senza precedenti, in Europa si discute ancora sul cosa e sul come. Mentre i Paesi membri litigano, le imprese muoiono e con loro parte della nostra economia. Per ogni impresa che fallisce e per ogni cittadino che non riesce ad arrivare alla fine del mese, muore un pezzettino d’Europa. Questo non dobbiamo dimenticarlo mai”, così l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Isabella Adinolfi durante l’audizione nella Commissione Cultura del Parlamento europeo con i Commissari europei Gabriel e Breton.

Nota stampa on. Isabella Adinolfi eurodeputata M5S

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Esteri

Cozzolino (Pd): “Pronti 100 miliardi di euro nella cooperazione Ue-Africa

Published

on

(in senso orario Amadeu De Jesus Alves Leitao Nunes, Alfredo Cestari, Andrea Cozzolino e Maria De Fatima Domingas Jardim)
in senso orario Amadeu De Jesus Alves Leitao Nunes, Alfredo Cestari, Andrea Cozzolino e Maria De Fatima Domingas Jardim

Alves Leitao Nunes (Repubblica Angola): “Ok Agenda 2020/2025 per favorire investimenti”. Cestari (ItalAfrica): “Mezzogiorno hub naturale per sviluppare l’interazione commerciale”

NAPOLI – “C’è la necessità di riavviare, su basi nuove, la cooperazione tra Europa e Africa. Tuttavia ci troviamo ancora nel pieno dell’emergenza Covid. Se il 15 giugno avremo lo sblocco delle frontiere torneremo a connetterci tra noi, un passaggio necessario per riprendere la cooperazione con i Paesi degli altri continenti per riaccendere i motori delle nostre società e verificare gli effetti sul piano economico e sociale. La nuova Europa investirà più di 100 miliardi in Africa in aggiunta alle iniziative dei singoli stati”.

Lo ha detto Andrea Cozzolino, europarlamentare (Pd) presidente della Delegazione per le relazioni con i Paese del Maghreb,nel corso del webinar di presentazione del progetto ‘Sud Polo Magnetico’ promosso da Alfredo Cestari, presidente della Camera di commercio ItalAfrica, l’unica struttura italiana capace di coinvolgere nelle sue attività i 19 Paesi dell’Africa Continentale, che ha visto la partecipazione dei rappresentanti diplomatici di Angola e Congo.

Di quanto l’Africa abbia bisogno dell’Europa è emerso dall’intervento di Amadeu De Jesus  Alves Leitao Nunes, sottosegretario al Commercio della Repubblica dell’Angola: “Serve un raccordo di informazioni sul progetto ‘Sud Polo magnetico’ che avrà un forte impatto sull’Africa e consoliderà i rapporti tra l’Europa e il nostro continente. Stiamo vivendo tutti una situazione particolare e dovremmo scambiarci informazioni sull’emergenza virus trovando nuove soluzioni che rafforzino la crescita e le relazioni di amicizia e solidarietà tra i nostri popoli. Dobbiamo continuare la cooperazione, ognuno può imparare dagli altri. L’Angola ha compiuto passi concreti con la nuova legge per l’agevolazione di investimenti e programmi operativi sostenuti dall’Agenda nazionale 2020/2025”.

I dettagli del progetto, finalizzato al rafforzamento della cooperazione economico-sociale tra Italia e Africa, che individua nel Mezzogiorno l’hub naturale per sviluppare l’interazione commerciale e produttiva tra Europa e continente Africano, sono stati illustrati dal presidente Cestari: “La Camera di commercio sta attivando tutti i canali indispensabili per avviare un tavolo di confronto con questi paesi che veda protagoniste le imprese del Sud con il sostegno e il coordinamento dei  ministeri del sud, dello sviluppo economico, del turismo e degli esteri. Il nostro obiettivo è quello di orientare una cospicua fetta dei 100 miliardi per la cooperazione rafforzata tra Unione Europea e Africa verso i rapporti tra il Mezzogiorno d’Italia e i paesi dell’Africa centrale”.

“Abbiamo deciso di intervenire – ha proseguito il numero uno della Camera di commercio ItalAfrica – guardando al sud del mondo affinché si mettano sul tavolo risorse economiche, competenze e sinergie. E’ necessario farsi trovare pronti in vista delle riaperture delle frontiere per creare nuove opportunità di sviluppo e investimento per le aziende italiane in grado di creare valore sull’altra sponda del Mediterraneo in particolare nei settori della mobilità aerea, la siderurgia, l’energia, il turismo con reciproci vantaggi”.

Europa e Africa devono avvicinarsi, specie dopo la pandemia del Covid19 come sottolineato da Maria De Fatima Domingas Jardim, ambasciatore della Repubblica dell’Angola in Italia: “Italia e Angola vantano un’antica amicizia che deve rafforzarsi alla luce della nuova emergenza sanitaria che ha colpito il mondo intero. Il nostro governo assicura la massima disponibilità nel promuovere nuovi percorsi di sviluppo economico che coinvolgano l’Europa nella piena consapevolezza che solo con il vostro aiuto possiamo rilanciare i nostri programmi per lo sviluppo sostenibile, la produzione agricola, il potenziamento dei trasporti, il turismo e nuova occupazione”.

Le opportunità fornite da un continente ricco di risorse come quello africano sono state rimarcate da Donatien Nzangba Du Lita, Ministro delle finanze della Provincia del Nord Ubangi nel Congo: “L’Italia e l’Europa sono le benvenute per intraprendere percorsi comuni che siano in grado di rilanciare l’economia del nostro Paese e ampliare il mercato delle imprese italiane. Il nostro territorio è ricco di materie prime, risorse naturali e ha enormi potenzialità di sviluppo se consideriamo i dati anagrafici e di popolazione. Le nuove opportunità si trovano qui da noi e siamo pronti a coglierle assieme nel rispetto reciproco e nell’interesse comune”.

Nota stampa Andrea Cozzolino Europarlamentare (PD)

Continue Reading

Esteri

UE, Adinolfi (M5S): Italia pronta ad investire risorse del Recovery Fund

Published

on

Isabella ADINOLFI in the EP in Strasbourg

Adinolfi: L’Italia è pronta per questo appuntamento, oggi il Presidente Conte ha annunciato un piano strategico che guarda al futuro, a partire dal rilancio degli investimenti.

“Alcuni elementi della proposta del Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen ci fanno davvero ben sperare: i trasferimenti a fondo perduto nel complesso sono superiori ai prestiti, è presente l’emissione di titoli di Stato europei a lunga scadenza, ci sono le risorse proprie dell’Unione che non colpiranno le tasche dei cittadini ma i privilegi di poche multinazionali e di chi inquina. Si accelera, infine, per una transizione verde e digitale. Ma ora inizia la sfida più grande: vedremo come andrà la partita in Consiglio, dove alcuni Paesi proveranno a ridimensionare qualsiasi speranza di solidarietà europea. Questi Paesi non vanno più definiti come frugali, ma egoisti. L’Italia è pronta per questo appuntamento, oggi il Presidente Conte ha annunciato un piano strategico che guarda al futuro, a partire dal rilancio degli investimenti. Per fare questo il Movimento 5 Stelle si aspetta un aiuto forte dall’Europa e il Recovery Fund ci auguriamo serva proprio a questo. Per decenni l’Europa si è rifiutata di cambiare il suo modo di agire, spiace che solo una catastrofe come quella che stiamo vivendo abbia fatto emergere quello che realmente conta: lo spirito di solidarietà europea. Stiamo scrivendo una pagina di storia? Forse sì, speriamo sia una vera svolta per i cittadini di questa vecchia ma resiliente Europa”, così l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Isabella Adinolfi durante il suo intervento al Parlamento europeo.

Nota Stampa Isabella Afinolfi Europarlamentare M5S

Continue Reading

Esteri

Esclusione Comuni “Zone Rosse”, Adinolfi (MSS): “No a territori di Serie A e B”

Published

on

Isabella ADINOLFI in the EP in Strasbourg

Isabella Adinolfi (M5S): “Da Bruxelles procedure più snelle per i fondi europei così da consentire un rilancio, si spera immediato, in ternini strutturali”

“La cancellazione dei comuni delle ex ‘Zone Rosse’ della Campania dai fondi stanziati con il Decreto Rilancio è un colpo basso, a cui va posto immediatamente rimedio. E’ una situazione inaccettabile per le aree colpite, per lo più interne, già messe a dura prova da un’emergenza economica oltre che sanitaria”.

A dirlo è l’europarlamentare salernitana del Movimento 5 Stelle, Isabella Adinolfi, in merito all’esclusione dai fondi speciali stanziati dal Governi per i Comuni del Vallo di Diano, nel salernitano, di Ariano Irpino e Lauro nell’avellinese e di Saviano, nel napoletano.

“La norma, che ha colpito anche il Veneto, va corretta affinché alcune aree della nostra Regione e del nostro Paese non paghino un ulteriore scotto economico – aggiunge l’europarlamentare – Auspico, quindi, un intervento in sede di riconversione del decreto, non creiamo territori da serie A e territori da serie B”.

“Dall’Europa, intanto, sono state promesse procedure più snelle per accedere ai fondi europei – conclude l’On. Adinolfi così da consentire un rilancio, si spera immediato, in termini infrastrutturali. Mi auguro che sia l’occasione buona per invertire un trend negativo nelle capacità di utilizzo delle risorse europee che nel passo recente ha caratterizzato il nostro Paese e ancora di più le regioni del Sud”.

Nota stampa Isabella Adinolfi Europarlamentare (M5S)

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy