Connect with us

News

Covid19, Buone notizie la Roche fornirà il farmaco che ha avuto risultati a Napoli

Published

on

Foto: Redazione

L’azienda ha messo a disposizione i suoi asset per supportare il S.S.N. e lo ha comunicato al Ministro della Salute e ai Presidenti delle Regioni con una lettera

Quattro sono le azioni mirate, si legge in un comunicato stampa apparso oggi sul sito di Roche Italia, dell’operazione “Roche si fa in 4” e sono le seguenti:

  • Cessione gratuita del proprio farmaco per l’artrite reumatoide, già usato in via sperimentale in Cina, e del proprio servizio di telemedicina per i pazienti con diabete.
  • Donazione di 1 milione di euro in dispositivi di protezione per i medici di medicina generale e attrezzature per le terapie intensive.
  • Avvio di un’operazione di “volontariato di competenza”.
  • Lancio della campagna “Stai a casa, leggi un libro” rivolta ai giovani under 25 di Milano e Monza

Il colosso sanitario, quindi, schiera le sue forze e il suo network a sostegno del personale sanitario e delle istituzioni che sono in prima linea nel fronteggiare l’emergenza coronavirus, dei pazienti e dei giovani delle zone più colpite.

Con una lettera inviata al Ministro della Salute e a tutti i Presidenti delle Regioni, l’azienda farmaceutica si è messa a disposizione del sistema in affanno.

Come azienda che opera nelle scienze della vita, raggiungiamo ogni giorno milioni di italiani con farmaci e test diagnostici e in questa situazione di emergenza sentiamo ancora più forte la responsabilità del nostro ruolo sociale. Tempi straordinari richiedono sforzi altrettanto straordinari. Se vogliamo lasciare un’impronta, come Azienda e come persone, dobbiamo pensare in maniera diversa e mettere a disposizione del Paese le nostre competenze e le nostre risorse. Grazie all’ascolto di diversi interlocutori, abbiamo individuato quattro aree di bisogno alle quali vogliamo rispondere con interventi capillari su tutto il territorio” Così il Presidente e Amministratore delegato di Roche Farma Maurizio de Cicco che si fa portavoce anche dei colleghi di Roche Diabetes Care e Roche Diagnostics.

Il gruppo ha deciso di rispondere al bisogno più urgente indotto dalla pandemia: la necessità di disporre di farmaci utili a contrastare l’aggravamento dei pazienti positivi al Sars-CoV-2 (Covid19).

Donazione del Farmaco che ha mostra risultati positivi.

Il colosso farmaceutico quindi si impegna a fornire gratuitamente per il periodo dell’emergenza il tocilizumab (ricordiamo il farmaco autorizzato per il trattamento dell’artrite reumatoide) a tutte le Regioni che ne facciano richiesta. Fermo restando le scorte per i pazienti affetti dalle patoligie per le patologie cui è diretto il farmaco.

Oltre a tale, l’Azienda ha dato la propria disponibilità ad AIFA per avviare uno studio clinico sull’efficacia e sicurezza di tocilizumab anche nei pazienti affetti da Covid-19.

Metterà, inoltre, a disposizione gratuitamente il servizio di telemedicina integrata per le persone con diabete che consente la comunicazione della cartella clinica Smart Digital Clinic e l’app mySugr.

Operazione “Volontariato di Competenza”

Il secondo bisogno che l’azienda ha individuato riguarda l’impatto ricevuto dal personale sanitario, dalla Protezione Civile dalle associazioni di volontariato che non hanno risorse sufficienti per arginare, gestire e indirizzare appropriatamente le crescenti richieste della cittadinanza.

Roche metterà a disposizione su base volontaria circa 1000 persone altamente specializzate, il 50% delle quali, come si legge nella nota, opera capillarmente su tutto il territorio nazionale e possiede un titolo di studio accademico in materie scientifiche.

Donazione di 1 milione di euro per acquisto dei dispositivi di protezione individuale

La terza emergenza cui l’azienda intende offrire un supporto concreto, riguarda le strutture sanitarie che operano con mezzi economici e dotazioni insufficienti rispetto all’entità del fenomeno.

Roche fa sapere, inoltre, che erogherà 1 milione di euro per l’aquisto di mascherine ed occhiali protetivi in collaborazione con Cittadinanzattiva e FIMMG.

I D.P.I saranno diretti ai i medici di medicina generale che in questo momento ne sono sprovvisti. Questa operazione include anche una precedente donazione di caschi per la ventilazione dei pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Lancio della campagna “Stai a casa, leggi un libro” rivolta ai giovani under 25 di Milano e Monza

Il colosso farmaceutico interverrà anche sull’isolamento sociale forzato, una condizione che richiede molta pazienza e resilienza emotivo-psicologica, soprattutto da parte dei giovani. Roche, in partnership con un importante editore, dà avvio alla campagna “Stai a casa, leggi un libro”.

L’iniziativa è rivolta agli under 25 dei territori in cui opera. In collaborazione con gli Assessorati alla Cultura di Milano e Monza Brianza, infatti, regalerà un libro accompagnato da materiale informativo.

Tale materiale sarà utile ad aumentare la consapevolezza nei giovani sulla centralità del senso civico in una fase di emergenza sanitaria.

Abbiamo ritenuto doveroso aderire all’invito del Presidente della Repubblica – afferma il Presidente e Amministratore Delegato di Roche Maurizio de Cicco che ha raccomandato a tutti coesione assoluta e inderogabile impegno per fronteggiare l’emergenza. Un’azienda come la nostra non può non rispondere all’appello perché siamo parte integrante del sistema sanitario nazionale, a servizio dei pazienti, degli operatori sanitari e di tutto il Paese. Voglio cogliere – Ha concluso de Cicco l’occasione per testimoniare la nostra gratitudine ai medici tutti, agli infermieri, ai farmacisti, ai volontari, a tutti coloro che sono in prima linea per affrontare e superare una difficoltà che avrà il pregio di unirci ancora di più”.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Denunciato un parcheggiatore abusivo al Vomero

Published

on

Denunciato un parcheggiatore abusivo al Vomero

Denunciato un parcheggiatore abusivo al Vomero. L’uomo di 41anni stava esercitando l’attività al momento del controllo della polizia

Denunciato un parcheggiatore abusivo al Vomero. Ieri sera gli agenti del Commissariato Vomero, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato in via Lordi un uomo che, alla loro vista, ha tentato di eludere il controllo.

I poliziotti lo hanno raggiunto e identificato per un 41enne napoletano, con precedenti di polizia, accertando che lo stesso stava esercitando l’attività di parcheggiatore abusivo, pertanto lo hanno denunciato.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Sorpreso con la droga al Vomero, denunciato un 19enne

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook

Continue Reading

News

Pozzuoli, minore denunciato durante un controllo

Published

on

Sorpreso a spacciare dall’auto

Pozzuoli, minore sorpreso con un taglierino a bordo di uno scooter, denunciato.

Pozzuoli un minore denunciato durante un controllo. Stanotte gli agenti del Commissariato di Pozzuoli, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Campana hanno notato due ragazzi a bordo di uno scooter e li hanno controllati. Il conducente, identificato per un 17enne di Pozzuoli, è stato trovato in possesso di un taglierino, pertanto è stato denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Si trovava anche senza la patente di guida

Inoltre, gli operatori hanno accertato che il minore non aveva conseguito la patente di guida e, per questo motivo, gli è stata contestata una violazione del Codice della Strada per guida senza patente poiché mai conseguita; infine, è stato affidato ai genitori.

A darne notizia una nota stampa della Questura di Napoli.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook

Ti potrebbe far piacere leggere anche questo altro nostro pezzo: Lesioni personali aggravate e falsità ideologica commesso da pubblico ufficiale in atti pubblici nel carcere di Avellino: 3 agenti ai domiciliari

I Carabinieri lo hanno controllato in un esercizio pubblico di Avellino ed hanno trovato il 30enne con un coltello stretto alla caviglia

Continue Reading

News

Cocaina nascosta in giardino a Ceppaloni: arrestata

Published

on

Cocaina nascosta in giardino

Cocaina nascosta in giardino di una casa a Ceppaloni. A scovarla il fiuto del cane antidroga Neo. Travato anche materiale per il confezionamento.

Cocaina nascosta in giardino a Ceppaloni. Vasta e diversificata l’operazione di perlustrazione e controllo del territorio condotta nella serata di ieri dai Carabinieri della Compagnia di Montesarchio, su disposizione del Comando Provinciale di Benevento.

L’operazione era finalizzata principalmente al contrasto dei reati di tipo predatorio ed a quello di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nella serata di martedì i Carabinieri della Stazione di Ceppaloni hanno denunciato in stato di arrsto alla Procura della Repubblica di Benevento una donna di 31 anni. I militari hanno trovato la donna in possesso di quaranta grammi di cocaina. A trovarla il cane antidroga Neo in forza alle unità cinofile di Sarno. La droga era nascosta tra le tegole ammassate nel giardino per eleudere i controlli. Era chiusa ermeticamente in un barattolo, ma non è sfuggita al fiuto di Neo.

Oltre allo stupefacente individuati e sottoposti a sequestro vari strumenti per la pesatura ed il confezionamento della sostanza. Sequestrata, inotre, ed una somma di denaro in contanti superiore ai duemila euro, ritenuta riconducibile all’illecita attività.

La donna, dopo le formalità di rito, su disposizione del Magistrato di turno veniva associata agli arresti domiciliari presso la sua abitazione. Questa mattina – in sede di udienza – l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto e ha disposto la presentazione alla Polizia Giudiziaria a giorni alterni.

Le misure precautelari disposte dalla polizia giudiziaria in sede di indagini preliminari, sono state sottoposte alla convalida dell’Autorità Giudiziaria. Contro di esse sono ammessi mezzi d’impugnazione. Le persone coinvolte sono da ritenersi sottoposte alle indagini e pertanto presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook

Continue Reading

News

Lesioni personali e falsità ideologica nel carcere di Avellino: 3 agenti indagati

Published

on

Lesioni personali e farlistà ideologica nel carcere di avellino

Lesioni personali aggravate e falsità ideologica commesso da pubblico ufficiale in atti pubblici nel carcere di Avellino: 3 agenti ai domiciliari

“Lesioni personali aggravate” e “falsità ideologica commesso da pubblico ufficiale in atti pubblici” nel carcere di Avelllino. I Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di 3 Agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria. Tutti in servizio presso la Casa Circondariale di Avellino. A darne notistia una nota della Procura della Repubblica di Avellino.

Gli indagati sono ritenuti gravemente indiziati -allo stato delle indagini- dei reati di “lesioni personali aggravate”, nonché “falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblicÎ’.

A disporre il provvedimento cautelsre il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Avellino, su richiesta della Procura della Repubblica di Avellino che ha coordinato le indagini. A condurle, invece, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Avellino, congiuntamente con personale della Polizia Penitenziaria di Avellino.

L’attività investigativa è scaturita dal violento pestaggio patito da un detenuto all’interno della propria cella. Acquisita la notizia di reato, l’Autorità Giudiziaria ha delegato così una serie di accertamenti che hanno permesso l’identificazione dei responsabili.

Le indagini, inoltre, avrebbero accertato – compatibilmente con la fase del procedimento penale in corso – che i predetti agenti avrebbero consentito l’aggressione del detenuto da parte di altri quattro reclusi (indagati nel medesimo procedimento). Gli indagati avrebbero così permesso a questi ultimi di accedere alla cella della vittima.

Dagli accertamenti è inoltre emersa l’attività compiuta dai tre poliziotti penitenziari diretta alla falsificazione delle relazioni di servizio prodotte dagli stessi in merito ai fatti in questione. Lo scopo quello di depistare le indagini in corso.

Ancora da chiarire il movente che ha scatenato la violenta aggressione. Le dinamiche, invece, sono emerse nell’ambito di accertamenti di più ampio respiro che questo Ufficio ha avviato con riferimento alla struttura carceraria irpina.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare emessa in sede di indagine preliminare. Contro di essa sono ammessi mezzi di impugnazione. I destinatari sono persone sottoposte ad indagini e quindi presunte innocenti fino a definitiva sentenza di condanna.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook

Continue Reading

News

Calcio: 17 DASPO dalla Questura di Napoli

Published

on

17 DASPO emessi dalla Questura di Napoli per due partite di calcio. Quindici della durata di un anno, uno da cinque anni e un altro da due anni

Calcio: emessi 17 Daspo dalla Questura di Napoli. Sono due le partite prese in esame dalla Questura per le quali ha emesso ben diciassette provvedimenti DASPO. Si tratta degli incontri Napoli-Ajax, disputato il 12 ottobre scorso e Napoli-Lecce, disputato il 31 agosto scorso.

Napoli-Ajax del 12 ottobre 2022

Il Questore di Napoli ha adottato 16 provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (DASPO). Di questi quindici della durata di un anno ed uno della durata di cinque anni. Destinatari del provvedimento altrettantialtrettanti tifosi napoletani, di età compresa tra i 15 e 49 anni. Poco prima dell’incontro Napoli-Ajax, disputato il 12 ottobre scorso presso lo stadio “Maradona”, avevano scavalcato dal settore inferiore della curva “A” a quello superiore. Per tale motivo denunciati per scavalcamento in occasione di manifestazioni sportive.

Napoli-Lecce del 31 agosto 2022

Infine, un altro provvedimento della durata di due anni, emesso nei confronti di un 32enne di Brindisi. L’uomo in occasione dell’incontro di calcio Napoli-Lecce 31 agosto scorso, era stato denunciato per accensione e lancio di fumogeni.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook

Continue Reading

News

Servizio antisciacallaggio a Casamicciola: denunciate 3 ragazzi

Published

on

Servizio antisciacallaggio

Servizio antisciacallaggio a Casamicciola Terme: denunciate dalla Polizia di Stato 3 ragazzi di 14, 17 e 22 anni

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Ischia, durante un servizio antisciacallaggio a Casamicciola Terme, nel transitare in via Casa Mennella, hanno notato tre uomini che, alla loro vista, si sono nascosti dietro ad un furgone nel tentativo di eludere il controllo, ma gli agenti li hanno bloccati e trovati in possesso di diversi attrezzi atti allo scasso.

li agenti hanno denunciato tre foriani di 14, 17 e 22 anni, di cui due con precedenti di polizia, per possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli ed infine gli operatori hanno affidato i due minori ai familiari.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook

Continue Reading

Trending

Punto! il Web Magazine


"Punto!" il Web Magazine è un giornale Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto e Carmine Sgariglia.

Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano.

Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011.


Direzione


Direttore Responsabile

Carmine Sgariglia

Direttore Editoriale

Vincenzo Perfetto


Copyright


Copyright © 2011 - 2022

Punto! il Web Magazine