Connect with us

Cronaca

Ambiente, alto impatto dei Carabinieri su Napoli e Provincia

Published

on

Furgone con rifiuti Carabinieri

Arrestata una persona e denunciate 11, sequestrate 4 officine e 4 aree destinate allo smaltimento illecito dei rifiuti

Servizio straordinario dei carabinieri del comando provinciale di Napoli contro i roghi di rifiuti e le condotte connesse allo smaltimento illecito.

Supportati dai carabinieri del Nucleo Elicotteri di Pontecagnano, da quelli dei gruppi Tutela Ambiente, Lavoro e salute, i militari hanno denunciato nell’ultima settimana 11 persone, arrestandone una.

Sequestrate 4 officine e 4 aree destinate allo smaltimento illecito di rifiuti.

A Pollena Trocchia i carabinieri della tenenza di Cercola hanno arrestato un 52enne incensurato del posto.

Attirati da una colonna di fumo, i militari hanno sorpreso l’uomo mentre incendiava rifiuti di ogni genere in aperta campagna.

A pochi metri dal rogo campi coltivati sulle cui piantagioni si era poggiato parte del pulviscolo tossico generato dall’incendio. Sequestrato il furgone con il quale il 52enne aveva raggiunto il terreno. 

Al suo interno trovati altri 20 sacchi di immondizia destinati alla combustione. L’area – ampia circa 3600 mq – è stata sequestrata e sarà sottoposta a campionamenti da parte dell’ARPAC. L’uomo è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.

Smaltiva illecitamente i rifiuti della sua officina di Casalnuovo un 55enne di Cardito, sorpreso dai militari della locale tenenza a sversare acque reflue nella rete fognaria pubblica.

Stessa violazione commessa da un 39enne di Volla, la cui attività di autocarrozzeria immetteva nell’atmosfera fumi tossici prodotti dalle vernici spruzzate sulle vetture.

A San Giuseppe Vesuviano, denunciato un cittadino di origini cinesi – titolare di un azienda tessile – per violazioni in materia di sicurezza sul lavoro e per carenze igieniche. I militari hanno poi scoperto che  gli scarti di produzione venivano smaltiti senza alcun controllo e differenziazione.

Ancora due officine meccaniche nel mirino dei carabinieri nei comuni di Roccarainola e Nola.

Oli esausti e vernici – hanno scoperto i militari – venivano regolarmente sversati nei tombini della fogna comunale.

I pezzi di ricambio, invece, benché ritenuti rifiuti speciali erano depositati nei tradizionali cassonetti.

Rifiuti di varie categorie – anche pericolosi – miscelati e abbandonati in strada dal gestore di una società di Crispano e da uno di San Vitaliano.

Un 51enne di San Giuseppe Vesuviano, invece, utilizzando un terreno di sua proprietà, aveva stoccato oggetti di ogni genere, creando una vera e propria discarica a cielo aperto.

A Palma Campania è finito nei guai il titolare di un caseificio, un 42enne incensurato del posto. I carabinieri hanno accertato  che le acque reflue derivanti dalla produzione di latticini e dal lavaggio delle attrezzature venivano scaricate indistintamente nelle fogne.

Due le persone denunciate a Napoli – un 25enne e un 41enne – perché beccate alla guida di un furgone carico di rifiuti  speciali e non miscelati senza alcun criterio e destinati allo smaltimento illecito.

Video dell’operazione dei carabinieri

I controlli continueranno anche nei prossimi mesi.

Nota stampa Comando Provinciale Carabinieri Napoli

Continue Reading
Advertisement

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Vico Equense, vanno in giro con 50 g di marijuana: coppia di fidanzati finita in manette

Published

on

Carabinieri
Foto Archivio

A casa dei fidanzati è stato trovato dai Carabinieri un bilancino di precisione e vario materiale utilizzato per il confezionamento della droga

A Vico Equense i Carabinieri del nucleo radiomobile hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio M.G. e V.L.F., entrambi 31enni e di Piano di Sorrento.

I due –fidanzati e conviventi – sono stati fermati mentre percorrevano a bordo della loro auto la strada statale 145 in località Seiano.

I carabinieri hanno notato che M.G. ha esitato alla loro vista e hanno deciso di controllare quell’auto.

Perquisiti, i militari hanno trovato nelle tasche della donna 50 grammi di marijuana. Il controllo è stato esteso anche a casa dei fidanzati.

Lì è stato trovato un bilancino di precisione e vario materiale utilizzato per il confezionamento della droga.

Arrestati, i due sono stati collocati agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Nota Stampa Carabinieri

Continue Reading

Cronaca

Sant’Antonio Abate, nascondeva 200 grammi di droga in casa

Published

on

Ad insospettire i Carabinieri la presenza di troppe persone sospette nei pressi dell’abitazione del 52enne di Sant’Antonio Abate

A sant’antonio abate i carabinieri della locale stazione hanno arrestato per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente c.s., 52enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

I militari hanno notato troppe persone sospette aggirarsi nei pressi dell’abitazione dell’uomo e quindi hanno deciso di controllare casa sua. Perquisito, i carabinieri hanno trovato 200 grammi di marijuana. Era sul piano cottura, in cucina, insieme a un bilancino di precisone.

Sequestrata anche la somma in contante di 190 euro ritenuta provento del reato.

L’arrestato è agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Nota stampa, Comando Provinciale Carabinieri Napoli

Continue Reading

Cronaca

Atripalda, rubano capi d’abbigliamento al centro Appia

Published

on

I tre di origini georgiane avevano staccato il sistema antitaccheggio per eludere il controllo all’uscita, ma sono stato bloccati dai Carabinieri

Furto aggravato: è il reato di cui dovranno rispondere tre giovani extracomunitari, denunciati dai Carabinieri della Compagnia di Avellino.

Prosegue senza sosta la lotta alla piaga rappresentata dalla criminalità predatoria, condotta dal Comando Provinciale di Avellino e che ogni giorno vede impiegati i Carabinieri in un capillare controllo del territorio teso a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Nel pomeriggio di ieri, la pattuglia della Sezione Radiomobile è intervenuta al Centro Commerciale Appia di Atripalda dove gli addetti alla sicurezza avevano segnalato la presenza di tre stranieri che, dopo aver tolto i dispositivi antitaccheggio da numerosi capi d’abbigliamento, tentavano di rubarli occultandoli nelle loro borse, al fine di eludere i controlli all’uscita del negozio.

Grazie alla tempestività dell’intervento, i Carabinieri hanno bloccato i tre (di origini georgiane e di età compresa tra i 20 ed i 30 anni) che all’esito della perquisizione, venivano trovati in possesso della merce appena rubata.

Alla luce delle evidenze emergenti dalla flagranza di reato nonché da quanto emerso dai consequenziali accertamenti, a carico sia della giovane donna che dei suoi due connazionali, è scattata la denuncia in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

La refurtiva recuperata è stata restituita all’avente diritto.

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy