Connect with us

Politica

Vicenda Lsu, il sindaco di Pozzuoli: “Legge finanziaria miope”

Published

on

Vincenzo Figliolia sindaco di Pozzuoli

Figliolia: “Abbiamo chiesto di correggere l’emendamento. Certezze per i comuni e per i lavoratori”

Riconoscere diritti e dignità a tutti i lavoratori è un dovere per le pubbliche amministrazioni. Ma dobbiamo essere sinceri, senza fare inutili populismi.  La scelta del legislatore della Finanziaria 2020, relativamente all’emendamento inserito all’ultimo momento, evidentemente senza adeguata istruttoria, relativo alla stabilizzazione dei lavoratori socialmente utile, è miope per tre ordini di motivi“.

Lo sostiene il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, che elenca così i motivi:

1) Indica che sia prevista solo per l’anno 2020 la deroga alle norme che impongono rigidi limiti alla spesa del personale e relativi alla dotazione organica, al piano di fabbisogno del personale ed ai vincoli assunzionali, lasciando invariati tutti i limiti ed i vincoli a partire dall’esercizio 2021, come se da quel momento gli enti locali potessero sparire!
2) Prevede in forma generica un finanziamento tra i 50 e i 60 milioni di euro, senza dare alcuna certezza agli enti locali sulla percentuale di copertura dei nuovi costi. Di più, la miopia della norma diviene cecità quando si impone agli enti locali di inviare una richiesta di stabilizzazione, evidentemente vincolante, entro il 31 gennaio, prevedendo al 31 marzo il decreto che assegnerà i fondi. È come dire di andare a fare la spesa o a comprare una casa senza sapere quanti soldi si ha nel portafoglio o senza sapere l’entità del mutuo. Entro il 31 gennaio, inoltre, dovrebbe essere pubblicizzato il modulo della richiesta – necessario anche solo per capire le modalità attraverso le quali i comuni si impegnano ai fini della stabilizzazione -. Ma ad oggi non esiste neanche una bozza! Come se gli enti locali, in poche ore, potessero programmare la spesa relativa al personale per i prossimi dieci anni (e questa corrisponde al 50% delle entrate correnti dell’ente).
3) Chi ha inserito l’emendamento non conosce tutte le norme che vincolano la spesa del personale degli enti locali. Tra le norme in deroga non vi sono infatti i principi espressi nel decreto del presidente del Consiglio dei Ministri, che individua le fasce demografiche ed i relativi valori-soglia del rapporto della spesa del personale rispetto alle entrate correnti, né tanto meno i principi che regolano i parametri di deficitarietà strutturale degli enti locali”
.

Questo significa – aggiunge il primo cittadino – che se, in tale situazione, venissero applicati questi principi, di fatto, il Comune di Pozzuoli sarebbe nell’impossibilità di stabilizzare i lavoratori socialmente utili, salvo essere costretto a ridurre entro il 2025 di oltre 7.500.000 euro la spesa del personale. Ed inoltre se venissero applicati questi principi, di fatto, il Comune tornerebbe ad essere strutturalmente deficitario con effetti devastanti sull’organizzazione dell’ente e sui tempi dei procedimenti. Questo significherebbe, in termini pratici, un aumento esponenziale dei costi dei tributi da parte dei cittadini, per far fronte al sicuro deficit“.

Questa Amministrazione non è abituata ad improvvisare né a fare correre rischi alle finanze dell’ente, sostenute dai soldi di tutti i cittadini di Pozzuoli – rileva quindi il sindaco Figliolia -. Abbiamo chiesto al Governo di correggere l’emendamento manifestando seriamente la volontà di aiutare gli enti locali a stabilizzare i lavoratori socialmente utili e non in maniera farlocca; che le deroghe alle normative siano estese almeno sino al 2025, in modo da consentire agli enti locali di ammortizzare gli effetti devastanti delle stabilizzazioni sulle norme vigenti in almeno cinque anni.
Questa Amministrazione ha chiesto di sapere con assoluta certezza, prima della richiesta vincolante,  l’entità del contributo statale finalizzato alle stabilizzazioni da assegnare al comune di Pozzuoli, di sapere inoltre, con assoluta certezza, per quanti anni questo contributo sarà erogato al Comune di Pozzuoli.
Questa Amministrazione ha chiesto di sapere cosa ne sarà dei fondi regionali oggi destinati a garantire l’importo minimo di 600 euro a questi lavoratori e che le stabilizzazioni siano previste in deroga a qualsiasi normativa sul personale in modo che la scelta di stabilizzare o meno non incida sulle politiche del personale dell’ente locale. Non vogliamo chiacchiere
– conclude il primo cittadino di Pozzuoli -, non vogliamo proclami illusori. Vogliamo certezze per tutti!

Continue Reading
Advertisement

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Regione Campania, approvato fondo di sostegno abitativo

Published

on

Consigliera regionale PD Enza Amato

Enza Amato (Pd): “Solidarietà concreta per le famiglie private delle loro abitazioni”.

Napoli, 27 febbraio 2020 – Approvata a maggioranza la proposta di legge “Misure a sostegno dei proprietari di immobili abusivi acquistati in oggettiva e soggettiva buona fede” a firma dei consiglieri Mario Casillo, Carmine De Pascale, Maria Ricchiuti, Giovanni Zannini e Francesco Moxedano.

La norma prevede l’istituzione di un fondo di sostegno per i proprietari di immobili acquistati in buona fede mediante atto notarile o altra procedura idonea a trasferire il diritto di proprietà, che hanno subito, successivamente all’acquisto, l’esecuzione di ordini di demolizione a seguito dell’accertamento della natura abusiva degli immobili acquistati legittimamente.

Il fondo prevede lo stanziamento di euro 500.000,00 per ciascuno degli anni 2020 e 2021.

“Un provvedimento che, se pur emergenziale, va incontro alla difficoltà di numerose famiglie che hanno visto la demolizione di immobili ad uso residenziale acquistati legittimamente” illustra Enza Amato (PD) relatrice in aula. “La Regione Campania, a fronte del disagio economico e sociale, ha inteso dare un contributo i cui criteri e modalità saranno definite da apposito regolamento. Azioni che seguono provvedimenti di sistema sul diritto all’abitazione come il contributo alle locazioni e il piano casa”.

Nota stampa Gruppo Pd Regione Campania

Continue Reading

Politica

Coronavirus, Nappi: Grazie alle aziende campane

Published

on

Foto Facebook Nappi

Il plauso del Consigliere regionale alle aziende campane per assicurare il fabbisogno di generi alimentari.

Mentre governo nazionale e regionale annaspano tra proclami e allarmismi senza far nulla, il nostro sistema produttivo, a partire da quello agricolo, sta invece dimostrando ancora una volta grande coraggio e capacità. Infatti, le nostre imprese stanno facendo gli straordinari per assicurare il conferimento di frutta, verdure, formaggi, carne e tutti i generi alimentari alla catena distributiva della Campania. È una grande risposta che serve a rassicurare i cittadini e a combattere l’allarme sociale. Chiediamo a Vincenzo De Luca di sostenere questo sforzo subito, con misure concrete e immediate. La Campania ha bisogno di fatti, non di parole“.

È quanto dichiara in una nota Severino Nappi, Il Nostro Posto.

Nota stampa, Comunicato stampa Severino Nappi


Continue Reading

Politica

Endometriosi, Raia (Pd): Grande soddisfazione per la legge regionale approvata oggi

Published

on

Loredana Raia (PD) in Consiglio regionale

Si tratta di un provvedimento a favore di tutte le donne che sono affette da endometriosi.

Profondamente soddisfatta per l’approvazione della legge che tutela le donne affette da endometriosi. Il proficuo lavoro svolto dalla Commissione Sanità ha visto il contributo di esperti e specialisti della patologia e, sottolineo, di associazioni che aiutano le donne in questo difficile percorso. La legge ha tra gli obiettivi: la diffusione della  conoscenza e la promozione della prevenzione per una diagnosi precoce; l’istituzione di percorsi di accompagnamento per le donne che ne soffrono e la realizzazione di strumenti utili al monitoraggio e all’analisi del fenomeno in Regione. Conoscere l’endometriosi è il primo passo del percorso di cura”.

Così in una nota la consigliera del Partito Democratico Loredana Raia, relatrice della Pdl che oggi è stata approvata all’unanimità dal consiglio regionale.

Tre milioni ufficialmente le donne affette da endometriosi in Italia, ma molte non sono state ancora diagnosticate perché inconsapevoli; tra i 25 e i 35 anni si verifica il picco, ma la patologia può comparire anche in fasce d’età più basse; il 30-50% delle donne infertili o che hanno difficoltà a concepire ne sono affette.

La patologia è inserita nei LEA nell’elenco delle patologie croniche e invalidanti, negli stadi clinici più avanzati. Come Regione Campania – sottolinea la consigliera –  abbiamo riconosciuto nella legge la rilevanza sociale della patologia  e dei suoi effetti in ambito sanitario, sociale, familiare e lavorativo al fine di agevolare il miglioramento delle cure. Abbiamo previsto l’istituzione dell’osservatorio regionale sul fenomeno e il Registro regionale per la raccolta e l’analisi dei dati clinici riferiti alla malattia. Inoltre – conclude Raia – saranno organizzati corsi di formazione e campagne di prevenzione e sensibilizzazione sul tema, istituendo anche la Giornata regionale per la lotta all’endometriosi, per la quale, e non solo, fondamentale sarà l’apporto delle associazioni di volontariato che si occupano della patologia sul territorio regionale. Infine si sostiene il lavoro svolto dai centri di eccellenza del Servizio Sanitario Regionale che prendono in carico le donne con endometriosi”.

Nota stampa, Consigliera regionale Loredana Raia (PD)

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy