Quantcast
Connettiti con noi

Esteri

In Francia il Rassemblement National di Marine Le Pen in forte ascesa

Pubblicato

il

Francia

Rassemblement National: Sébastien Chenu dichiara che se il partito di Marine Le Pen otterrà la maggioranza sarà pronto a governare la Francia

Parigi, 1 luglio 2024 – Sébastien Chenu, uno dei principali dirigenti del Rassemblement National (RN) di Marine Le Pen, è stato rieletto ampiamente fin dal primo turno delle elezioni legislative. In un’intervista a France 2, Chenu ha dichiarato che se il RN otterrà una maggioranza relativa ma avrà sufficienti sostegni, il partito sarà pronto a governare il paese.

La strategia del RN per il futuro

Negli ultimi giorni, il candidato premier del RN, Jordan Bardella, aveva insistito sulla necessità di una maggioranza assoluta per poter realizzare il “cambiamento” nel Paese.

Pubblicità

Tuttavia, le dichiarazioni di Chenu indicano una flessibilità nella strategia del partito, pronto ad assumersi la responsabilità di governare anche con una maggioranza relativa. “Bisognerà vedere il modo in cui l’Assemblée Nationale si organizza, ma ci assumeremo le nostre responsabilità davanti ai francesi”, ha dichiarato Chenu.

La posizione di Macron e la risposta di Bardella

Chenu ha sottolineato che il presidente Emmanuel Macron non rappresenta più la maggioranza dei francesi, definendolo “estremamente minoritario nel Paese”. In caso di un’Assemblea Nazionale ingovernabile, Chenu ha ipotizzato una situazione in cui Macron potrebbe essere costretto a dimettersi.

Jordan Bardella, candidato premier e figura di spicco del RN, ha diffuso una “lettera ai francesi” in cui esorta gli elettori a fare una “scelta responsabile“.

Pubblicità

Bardella ha criticato duramente l’estrema sinistra, rappresentata dal Nuovo Fronte Popolare di Jean-Luc Mélenchon, descrivendola come una “minaccia esistenziale per la Nazione francese”. Nella sua lettera, Bardella non menziona la coalizione Ensemble di Emmanuel Macron.

La risposta di Macron e la proposta di Braun-Pivet

In risposta alla crescente minaccia del RN, il presidente Emmanuel Macron ha riunito il governo per discutere delle strategie di voto in vista del ballottaggio delle legislative di domenica prossima.

L’obiettivo è di contrastare l’avanzata del RN, con particolare attenzione alle triangolari dove i candidati di altre forze politiche potrebbero avere maggiori possibilità di sconfiggere l’estrema destra.

Pubblicità

La presidente uscente dell’Assemblea Nazionale, Yael Braun-Pivet, ha invocato la creazione di una “grande coalizione” che vada dai Républicains fino agli ecologisti e ai comunisti.

Braun-Pivet ha sottolineato l’importanza di valutare caso per caso i candidati nei vari collegi, promuovendo una coalizione repubblicana basata su valori progressisti e democratici.

Il panorama politico francese è in fermento, con il Rassemblement National di Marine Le Pen in forte ascesa e pronto a governare in caso di una maggioranza relativa.

Pubblicità

Le prossime settimane saranno decisive per capire come si evolverà la situazione e quale sarà il futuro della Francia.

Le posizioni divergenti e le alleanze possibili delineano uno scenario complesso e incerto, con il destino del paese nelle mani degli elettori.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Pubblicità