Quantcast
Connettiti con noi

News

Alla Corsa del Mito per ricordare l’amico che non c’è più: Sasà e Luigi nel nome di Gerardo di Maio

Pubblicato

il

Corsa al Mito
foto da nota stampa

La Corsa del Mito per ricordare un amico che non c’è più. Salvatore e Luigi hanno così ricordato Gerardo di Maio

Hanno tagliato il traguardo della Corsa del Mito stringendo tra le mani una bandiera che ritrae il volto dell’amico che non c’è più. Salvatore e Luigi, rispettivamente 40 e 31 anni, hanno ricordato Gerardo Di Maio, amico e compagno di squadra nella Polisportiva Marina 1977, scomparso a soli 29 anni lo scorso 5 agosto a seguito di un tragico incidente stradale lungo il Mingardo.

Sabato alle 17.30 i due sono partiti dal porto di Palinuro insieme ad oltre 800 atleti e, dopo 15 chilometri di un percorso pieno di insidie, sono arrivati sul porto di Marina di Camerota dove ad accoglierli hanno trovato i loro concittadini in festa. «Abbiamo deciso di partecipare a questo evento per ricordare ancora una volta Gerardo, un ragazzo straordinario – dicono -. Da quando non c’è più sono cambiate tante cose e, sia all’interno dello spogliatoio che durante la nostra routine quotidiana, ci manca il suo modo di fare, di starci vicino, di aiutarci anche nelle cose più semplici».

Salvatore e Luigi hanno indossato per tutto il percorso una t shirt con il volto di Gerardo stampato sul petto e una frase eloquente «U sai che t voglio ben» (Lo sai che ti voglio bene ndr). La stessa che ha pronunciato Zagara Arancio, speaker della Corsa, all’arrivo. «Non è mai abbastanza, non saremo mai in grado di restituirgli tutto l’amore che ci ha donato lui a noi in questi anni di profonda e vera amicizia – continuano – ma continueremo a portarlo ovunque per onorare la sua memoria e per non dimenticarlo mai».

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending