Quantcast
Connettiti con noi

News

Aggressione negli ospedali, la denuncia: “Un infermiera trascinata per i capelli”

Pubblicato

il

ospedale del mare

Aumentano le aggressioni agli operatori sanitari: urgente richiesta di maggiori tutele. Denunciata un altra aggressione nel napoletano

Un’altra triste vicenda di violenza si è consumata all’interno di un ospedale napoletano, mettendo in evidenza una volta di più la vulnerabilità degli operatori sanitari sul fronte della sicurezza sul lavoro. Sabato scorso, una infermiera di triage presso l’Ospedale del Mare è stata brutalmente aggredita da una paziente in attesa di visita. La professionista è stata trascinata per i capelli per diversi metri, subendo lesioni che le hanno procurato una prognosi di cinque giorni.

Il motivo di tale violenza? L’impazienza. Una situazione purtroppo non isolata, come denuncia l’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate” attraverso i suoi canali ufficiali di comunicazione. Quest’ultima aggressione si inserisce in un triste elenco di episodi simili, che hanno colpito gli operatori sanitari nell’ambito del distretto dell’ASL Napoli 1. La gravità di questo trend è ulteriormente sottolineata dal fatto che questa è stata la ventesima aggressione registrata dall’inizio del 2024, gettando luce su una realtà allarmante che richiede una risposta immediata e decisa.

Il personale sanitario è impegnato ogni giorno nella cura e nell’assistenza ai pazienti, spesso lavorando in condizioni stressanti e sotto pressione. La loro sicurezza sul lavoro dovrebbe essere garantita come priorità assoluta, ma purtroppo questa non sembra essere la realtà. Le tutele attuali si dimostrano ancora insufficienti di fronte a un problema che continua a crescere in proporzione e in gravità.

La violenza contro gli operatori sanitari non solo mette a rischio la loro integrità fisica e mentale, ma mina anche la fiducia nel sistema sanitario nel suo complesso. È imperativo che vengano adottate misure concrete per contrastare questa tendenza inaccettabile. È necessario un intervento urgente da parte delle autorità competenti per migliorare la sicurezza all’interno degli ospedali e fornire adeguata protezione al personale sanitario.

L’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate” solleva quindi un grido d’allarme, sottolineando l’importanza cruciale di affrontare con determinazione questo problema. La violenza contro gli operatori sanitari non può essere tollerata né ignorata. È fondamentale agire ora, prima che altre vite vengano messe in pericolo e prima che la fiducia nel nostro sistema sanitario venga ulteriormente erosa.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending