Quantcast
Connettiti con noi

Politica

Villaricca. Opposizione: Da Amministrazione solo superficialità e confusione

Pubblicato

il

comune di villaricca commissione straordinaria

Villaricca. L’Opposizione chiede le dimissioni dell’ Assessore Monica Di Marino, ritenuta responsabile della vicenda di via Primavera

La superficialità con la quale è stata affrontata la questione di via Primavera è sintomatica dell’azione approssimativa che questa amministrazione sta mettendo in campo, per tramite del sindaco e della giunta comunale.

Nello specifico, l’assessore Monica Di Marino con delega – tra le altre – a viabilità e Polizia Municipale, a 5 giorni da decisioni, ribaltamenti, comunicati pubblicati e non firmati; non ha proferito alcuna parola su via Primavera.

Nessuna spiegazione su quanto accaduto. D’altronde, l’assessore sembra fedele al suo modus NON-operandi: 0, infatti, sono stati i suoi provvedimenti degni di nota da quando è assessore.

Nessun atto coinvolge le sue deleghe. Tra le sue azioni, si ricorda soltanto una firma sulla delibera di Giunta delle casette di Natale.

Senz’altro non un merito per come sta evolvendo la faccenda, con i documenti acquisiti dalle forze dell’ordine.

L’assessore non ha neanche mai incontrato i commercianti. Quel commercio – per il quale è delegata – tanto decantato in campagna elettorale e che oggi è abbandonato ad un triste destino.

In 3 mesi non ha fissato un incontro conoscitivo nemmeno con le associazioni di categorie, nésembra essere suo interesse farlo.

Senza considerare un’altra vicenda, di una gravità assoluta, compresa in un’altra sua delega: quella della sicurezza stradale.

Un mese fa un giovane è rimasto coinvolto in un grave incidente sulla circumvallazione esterna, per cui è ancora in coma.

Sul luogo del sinistro erano presenti auto in divieto di sosta e la vettura che ha causato lo schianto viaggiava ben oltre i limiti di velocità.

Perché quella arteria non è stata attenzionata e tutt’ora non vengono attuati provvedimenti volti a ristabilire la sicurezza in quella zona?

L’intera opposizione, per questi motivi, chiede convintamente le dimissioni dell’assessore Monica Di Marino per manifesta incapacità.

Il sindaco, distratto forse dalle beghe tra gli assessori, si dimostra poco attento e neanche da lui arrivano azioni chiarificatorie, quanto mai necessarie, dopo alcune vicende che in soli pochi mesi hanno coinvolto il comune di Villaricca.

Davanti alle telecamere del TG3 che gli chiedevano risposte sugli sfollati di via Palermo, infatti, il primo cittadino si mostra alquanto confuso, visto che accusa la scorsa amministrazione, rea di aver lasciato un buco in bilancio che non gli permette di potere agire in modo risolutivo, ma dimentica, che gli assessori al bilancio della scorsa amministrazione Rocco Ciccarelli e Silvio Cacciapuoti, oggi sono rispettivamente Presidente del Consiglio comunale e consigliere comunale della sua squadra di Governo.

Così come Francesco Mastrantuono, vice sindaco dell’ex amministrazione e suo assessore; o, forse, il sindaco nelle sua parole faceva riferimento alla amministrazione prefettizia presieduta dal Prefetto Rosalba Scialla?

Una confusione amministrativa di cui ne stanno facendo le spese i cittadini di Villaricca.

Nulla è l’azione sulle tematiche riguardanti la collettività mentre si profondono tutte le energie su incarichi e questioni personalistiche, tutte interne ai bramosi componenti della maggioranza.

Beghe sterili e puerili che penalizzano pesantemente i cittadini in attesa di risposte; che a distanza di 5 mesi dalla proclamazione di Gaudieri, si ritrovano a fronteggiare problemi vecchi e nuovi, senza alcun spiraglio di luce.

Nota Stampa Partito democratico, Napoli nord, Movimento 5 stelle, Villaricca rinasce, PER

Trending