Quantcast
Connettiti con noi

Politica

Scandalo a Ostuni: si dimette il Presidente del museo

Pubblicato

il

Scandalo a Ostuni
foto ansa

Scandalo a Ostuni: si dimette il Presidente museo dopo la foto polemica su Instagram contro la Meloni

Il Museo di Ostuni si trova al centro di una controversia politica, con il presidente Luca Dell’Atti dimesso dalla sua carica in seguito alla pubblicazione di una foto controversa su Instagram. La foto, ritraente la premier Giorgia Meloni a testa in giù, ha scatenato reazioni immediate e richieste di rimozione da parte del partito Fratelli d’Italia.

La storia è iniziata il 12 febbraio quando Luca Dell’Atti ha condiviso la foto su Instagram, accompagnata da alcuni riferimenti alle foibe e alle polemiche su Sanremo legate al conflitto in Medio Oriente. Questo ha suscitato l’indignazione, portando il sindaco di Ostuni – cittadina della provincia di Brindisi – Angelo Pomes, a annunciare “serie valutazioni” sulla situazione.

Pubblicità

La richiesta di rimozione:

Fratelli d’Italia ha immediatamente chiesto la rimozione di Dell’Atti dalla sua posizione di presidente del museo. Il sindaco aveva già espresso preoccupazioni riguardo all’incidente, mettendo in dubbio la continuità dell’incarico di Dell’Atti.

Le scuse di Dell’Atti:

A distanza di qualche ora dalla pubblicazione della foto, Luca Dell’Atti ha emesso una nota di scuse alla premier Giorgia Meloni. Ha sostenuto di aver agito “sull’impeto di una critica sulle posizioni assunte dalla presidente del Consiglio con riferimento alla giornata del ricordo”. Tuttavia, le scuse non sono state sufficienti per evitare la sua rimozione.

Reazioni politiche

Il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ha preso posizione nel dibattito esprimendo: “chi presiede un museo, sia esso statale, privato, diocesano o civico, come nel caso di specie, ha il dovere verso la comunità di non esprimere in alcun modo opinioni offensive e di rispettare le istituzioni“. Questo sottolinea l’importanza del ruolo culturale e sociale dei dirigenti museali nel mantenere la neutralità e il rispetto verso tutte le figure istituzionali.

Pubblicità

Il caso di Luca Dell’Atti a Ostuni solleva importanti questioni sulla responsabilità e l’etica dei dirigenti museali nel contesto politico. La sua rimozione sottolinea l’importanza di mantenere la neutralità e il rispetto nelle istituzioni culturali, proteggendo così la reputazione e l’integrità del patrimonio artistico e culturale della comunità.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Pubblicità