Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Operazione a Paduli: 2 lavoratori in nero e 3 imprese sospese

Pubblicato

il

Irregolarità sulla sicurezza del lavoro
foto repertorio

Operazione a Paduli: Sospensioni aziendali, denunce e sanzioni nel cantiere edile. Carabinieri e Ispettorato del Lavoro intensificano controlli per proteggere i lavoratori

A tre aziende i militari hanno sospeso l’attività imprenditoriale ed hanno elevato ammende e sanzioni per oltre 50.000 euro, due invece le persone denunciate, questo è il bilancio del controllo effettuato in un cantiere edile di Paduli dai Carabinieri della locale Stazione, unitamente a militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro e di personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Benevento.

Nell’ambito delle attività finalizzate a prevenire e reprimere i fenomeni dello sfruttamento del lavoro e di quello sommerso e a verificare il rispetto della normativa sulla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro, promosso e coordinato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Benevento, i militari dell’Arma hanno controllato un complesso residenziale cooperativo riscontrando la presenza di due lavoratori in nero, di violazioni in tema di visite mediche per i lavoratori, l’assenza del Piano Operativo di Sicurezza, nonché l’utilizzo nel cantiere di ponteggi sprovvisti di parapetti e delle prescritte protezioni.

Alle due persone denunciate, entrambe del beneventano, sono state, pertanto, sospese le attività imprenditoriali (tre aziende).

La ve­ri­fi­ca svol­ta rien­tra nel­la cam­pa­gna dei con­trol­li dei Ca­ra­bi­nie­ri del Co­man­do Pro­vin­cia­le di Benevento e del locale Nu­cleo Ispet­to­ra­to del La­vo­ro, nel set­to­re edi­le che pro­se­gui­rà nei pros­si­mi mesi in tut­ta la pro­vin­cia, con l’o­biet­ti­vo di con­ti­nua­re nel­l’im­por­tan­te azio­ne di pre­ven­zio­ne e con­tra­sto alle gra­vi vio­la­zio­ni, che dan­neg­gia­no for­te­men­te i di­rit­ti dei la­vo­ra­to­ri e met­to­no in se­rio pe­ri­co­lo la loro si­cu­rez­za.

Le persone destinatarie della denuncia in stato di libertà sono, pertanto, allo stato indagate e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Trending