Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Rapina a mano armata a Napoli: arrestato un 33enne

Pubblicato

il

napoli: trovati

Notte di terrore nella piazza Garibaldi: l’arresto per rapina a mano armata a Napoli svela dettagli e conseguenze dell’attacco criminale

Stamattina la Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di E.B.A. di anni 33, in quanto ritenuto gravemente indiziato del delitto di rapina, in concorso con altri due soggetti in corso di identificazione, con le aggravanti di aver agito in circostanze di tempo e di luogo tali da ostacolare la pubblica e privata difesa e di aver commesso il fatto mentre si trovava illegalmente sul territorio nazionale.

La notte del 19 aprile u.s. in questa piazza Garibaldi un passante, mentre era in attesa dell’autobus, era stato accerchiato da tre individui che, dopo averlo strattonato, gli avevano strappato il telefono cellulare dalle mani e, contestualmente, gli avevano puntato contro un taglierino per costringerlo a cedere la borsa a tracolla, non riuscendovi solo a causa della resistenza opposta dalla vittima.

Pubblicità

La successiva attività investigativa, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, articolatasi attraverso l’analisi dei numerosi impianti di videosorveglianza presenti in zona, nonché mediante l’individuazione fotografica effettuata con esito positivo dalla vittima, ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagato.

Quest’ultimo è stato rintracciato presso la Casa Circondariale “Aosta” di Brissogne (Ao), dove l’uomo è attualmente detenuto in espiazione di una condanna definitiva emessa per altro procedimento penale.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunte innocente fino a sentenza definitiva.

Pubblicità

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Pubblicità