Connect with us

News

Perseguitava l’ex compagna: arrestato un 40enne

Published

on

Carabinieri Valle caudina
Foto Archivio

Il 40enne è gravemente indiziato di atti persecutori, diffusione illecita di immagini e video sessualmente espliciti e tentata estorsione

In data odierna, a seguito di una mirata ed articolata attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino, con la collaborazione dei Carabinieri della Compagnia di Palermo San Lorenzo, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nei confronti di un quarantenne palermitano attinto da gravi indizi di colpevolezza in ordine ai delitti di atti persecutori, diffusione illecita di immagini e video sessualmente espliciti (cd. revenge porn) e tentata estorsione ai danni di una donna dell’avellinese.

Le indagini, avviate nel mese di gennaio 2020 e conclusesi nel mese di ottobre, hanno consentito di accertare gravi indizi di colpevolezza a carico del destinatario del provvedimento cautelare, in ordine alla sistematica attività di persecuzione perpetrata nei confronti della ex compagna: lo stesso, con condotte reiterate, consistite in minacce verbali, nonché nell’invio di messaggi telefonici, molestava la donna cagionandole un perdurante stato d’ansia e di paura ed ingenerando nella stessa un fondato timore per l’incolumità propria e dei propri cari. Le condotte persecutorie si concretizzavano attraverso l’invio di numerosi messaggi e di telefonate, dal contenuto minaccioso per la vittima e per la figlia minorenne della stessa, nonché mediante la diffusione di immagini e video che ritraevano la vittima in atteggiamenti sessualmente espliciti, servendosi di strumenti informatici e di numerosi account sui principali social network, mediante i quali l’indagato diffondeva i predetti contenuti a sfondo sessuale. Lo stesso, inoltre, poneva in essere richieste estorsive ai danni della ex compagna, sempre con l’intento di controllarla e di riallacciare la relazione sentimentale con la stessa. L’indagato, infine, anche di recente da Palermo si è recato nel comune irpino per rintracciare la vittima e riallacciare con la stessa contatti.

Nel corso dell’attività di indagine è stato anche già disposto il sequestro preventivo mediante oscuramento dei profili social utilizzati dall’indagato.

Il G.I.P. presso il Tribunale di Benevento ha ritenuto sussistenti i gravi indizi di colpevolezza e le esigenze cautelari a carico dell’indagato, accogliendo la richiesta della Procura di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere.

Nota Stampa Procura della Repubblica di Benevento

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Controlli a San Ferdinando: denunciati 2 parcheggiatori abusivi

Published

on

foto: archivio

Controlli straodinari nella zona di Chiaia e dei “baretti”, sanzionate 31 persone per non aver rispettato la normativa anticovid

Ieri sera gli agenti del Commissariato San Ferdinando hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nella zona di Chiaia e dei “baretti”.

Durante l’attività sono state identificate 92 persone, controllati 22 veicoli di cui 8 motoveicoli, e contestate 3 violazioni del Codice della Strada per divieto di sosta; inoltre, sono state sanzionate 12 persone per inottemperanza alle misure anti Covid-19 poiché sorprese a consumare bevande alcoliche nei pressi dei locali e senza rispettare il distanziamento sociale.

Inoltre, in via Nicola Nisco e in via Riviera di Chiaia, i poliziotti hanno bloccato e denunciato due napoletani con precedenti di polizia già sottoposti a Dacur (divieto di accesso alle aree urbane) poiché stavano svolgendo nuovamente l’attività di parcheggiatori abusivi e per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

Infine, sono stati identificati e sanzionati per inottemperanza alle misure anti Covid-19 diciannove minorenni che, lo scorso 9 gennaio, avevano creato un assembramento in via Carducci.

Nota stampa Questura di Napoli

Continue Reading

News

Scampia, Minaccia vicino con balestra e pistola: denunciato

Published

on

scampia

Nell’appartamente dell’aggressore 60enne trovata una balestra con due frecce e una pistola replica con 12 pallini di ferro

Ieri sera gli agenti del Commissariato Secondigliano, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in uno stabile di via Monte Rosa per una lite condominiale.

I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati da un condomino che ha riferito di essere stato aggredito da un vicino il quale lo aveva minacciato con una balestra e una pistola.

Gli agenti hanno bloccato l’aggressore nel suo appartamento dove hanno rivenuto, occultati in un armadio, una balestra, due frecce e una pistola replica completa di caricatore con 12 pallini in ferro.

G.S., 60enne napoletano con precedenti di polizia, è stato denunciato per minacce aggravate e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Nota stampa Questura di Napoli

Continue Reading

News

Spaccia droga in casa: arrestato 36enne a Sant’Antimo

Published

on

Ad attirare l’attenzione della pattuglia della Polizia il continuo viavai di persone che entravano ed uscivano dal palazzo a Sant’Antimo

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore, durante il servizio di controllo del territorio, hanno visto in via Giacinto Gigante a Sant’Antimo un viavai di persone che entravano ed uscivano da un palazzo.

I poliziotti, entrati nell’edificio, hanno bloccato un uomo in un appartamento. Nell’appartamento hanno trovato, nascosti in un mobile della cucina, 19 involucri con 13 grammi circa di cocaina. Rinvenuto inoltre anche un bilancino e diverso materiale per il confezionamento della droga.

Gli agenti hanno arrestato E.G., un 36enne di Sant’Antimo con precedenti di polizia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. A diffondere la notizia dell’arresto la Questura di Napoli

Continue Reading

News

Napoli Camorra, arrestato 31enne vicino a clan Mazzarella

Published

on

Foto: Archivio

L’uomo sfuggì alla cattura del 19 novembre scorso; risulta gravemente indiziato di porto abusivo di arma da fuoco, estorsione, tutto aggravato dal metodo mafioso

Questa notte, i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di Farid Cinquegrana, 31enne sfuggito alla cattura del 19 novembre scorso di altri 5 indagati, appartenenti a due contrapposti sodalizi camorristici, ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di estorsione, porto e detenzione illegale di armi, tutti aggravati dalla circostanza del metodo mafioso.L’uomo sfuggì alla cattura del 19 novembre scorso; risulta gravemente idiziato di porto abusivo di arma da fuoco, estorsione, tutto aggravato dal metodo mafioso

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno consentito ai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli di localizzare il 31enne in un’abitazione a Castel Volturno.

Sul conto di Cinquegrana – personaggio vicino al clan mazzarella – sono stati raccolti gravi indizi di colpevolezza in relazione all’esplosione di colpi d’arma da fuoco – avvenuta nel gennaio del 2018 – all’indirizzo degli emissari del clan “De Luca Bossa – Minichini – Rinaldi” incaricati della riscossione della “tangente” dal gestore di una “piazza di spaccio”, attiva nel quartiere “Mercato” e riconducibile al sodalizio dei “Mazzarella”.

L’evento si inquadra nell’ambito della violenta contrapposizione tra il sodalizio dei “Mazzarella” e quello dei “Minichini – Rinaldi – De Luca Bossa”, quest’ultimo interessato, tuttora, ad estendere la propria sfera di influenza dall’area di San Giovanni a Teduccio – Ponticelli a quella centrale del capoluogo.

Nota stampa Comando Provinciale Carabinieri Napoli

Continue Reading

News

Marzano di Nola, Garage trasformato in autocarrozzeria: denunciato

Published

on

Foto: Archivio

Sequestrato il locale ed attrezzature e la componentistica meccanica; denunciato il titolare 40enne

I Carabinieri della Stazione di Marzano di Nola hanno denunciato un 40enne ritenuto responsabile di ricettazione, violazioni in materia ambientale e realizzazione di opere edili in assenza di permesso.

In particolare, all’esito di un controllo i militari operanti hanno accertato che il predetto aveva adibito il suo garage ad autocarrozzeria, nonostante sprovvisto delle previste autorizzazioni ambientali ed edili.

Sia il locale che la componentistica meccanica sono stati sottoposti a sequestro e a carico dell’uomo (che oltretutto non è stato in grado di fornire elementi circa la provenienza di alcuni autoricambi rinvenuti nel locale), è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Nota stampa Comando Provinciale Carabinieri Avellino

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy