Quantcast
Connettiti con noi

News

Angri, La Doria SpA: chiesto il dissequestro dell’impianto

Pubblicato

il

La doria chiede dissequestro

La società ha chiesto il dissequestro perché in possesso di documenti che il PM e il Gip non hanno potuto esaminare

Angri, 22 maggio 2020 – La Doria S.p.A., in relazione al comunicato stampa emesso dal Procuratore della Repubblica di Nocera Inferiore avente ad oggetto il sequestro preventivo di porzione del depuratore delle acque reflue dello stabilimento di Sarno, tiene a precisare che in data odierna ha già provveduto, tramite i suoi legali, a presentare istanza di dissequestro al Tribunale di Nocera Inferiore e richiesta di riesame al Tribunale della Libertà di Salerno poiché è in possesso di una serie di documenti che il P.M. e il GIP non hanno potuto esaminare, comprovanti la totale estraneità dell’azienda ai fatti contestati e più in generale ai fenomeni di inquinamento del Fiume Sarno.

I vertici della società ripongono piena fiducia nell’operato della Magistratura, offrendo la massima collaborazione per l’accertamento dei fatti.

Pubblicità

La Doria S.p.A.

Pubblicità