Quantcast
Connettiti con noi

Tech

Coronavirus e Sicurezza sui cantieri: ecco la seconda parte

Pubblicato

il

Sicurezza lavoro
Coronavirus sicurezza cantieri

Proponiamo la seconda parte delle misure da adottare nei cantieri per evitare il contagio da coronavirus e per procedere nelle lavorazioni in sicurezza

Continuiamo l’esposizione dei protocolli e delle indicazioni per ripresa lavori. Tali protocolli sono si massima importanza per poter evitare il contagio da coronavirus nei cantieri e per lavorare in piena sicurezza. Avevamo iniziato l’esposizione in un altro articolo

Coronavirus e sicurezza sui cantieri, di seguito ulteriori regole da seguire.

Pubblicità

Specifiche Pulizie

  1. In osservanza con le indicazioni del Ministero della Sanità, si rinnova la necessità di pulizia dei luoghi ed aree frequentate dai dipendenti con acqua e detergenti neutri e secondo passaggio con ipoclorito di sodio all’1%.
  2. Durante pulizia gli ambienti devono essere areati ed gli operatori indossare DPI opportuni. Le pulizie devono interessare, superfici, pareti, finestre, porte, maniglie, servizi igienici e sanitari.

Osservare a riguardo la Circolare del Ministero della Salute n° 5443 del 22 febbraio 2020, in cui identifica e specifica le attività di pulizia e sanificazione.

Misure Specifiche Per Cantieri

  1. Per recarsi a lavoro occorre autocertificazione come modulistica predisposta.Monitoraggio del personale anche per i fuori sede.
  2. Il lavoratore autocertifica e dichiara di:
    • non essere a conoscenza di essere entrato in contatto con nessun caso confermato di COVID-19;
    • che nessun famigliare presenta sintomatologia;
    • non avere febbre od altri sintomi;
    • non essersi recato per alcun motivo in ospedali o case di cura;
    • impegnarsi nei giorni a controllare temperatura.
  3. Il lavoratore si impegna a:
    • non frequentare luoghi chiusi ed affollati e riunioni;
    • mantenere una distanza superiore al metro con le altre persone.
    • mantenere una distanza di 2 metri, finestra aperta o indossando mascherina chirurgica, in caso di permanenza in ambiente chiuso con altre persone.

La raccolta di tutte le autocertificazione all’interno dell’Ufficio di Cantiere è compito del committente e del Direttore tecnico. Sarà cura del CSE verificare periodicamente la compilazione e la conservazione.

Misure Specifiche per prevenire contagio in Cantiere

  1. Durante le lavorazioni è assolutamente necessario rispettare la distanza minima tra persone come previsto dai due DPCM.
  2. Ove limitatamente per le attività da eseguirsi in cantiere non sia possibile rispettare la distanza ravvicinata tra gli operatori, gli stessi dovranno indossare guanti e mascherina del tipo FFP2 o FFP3, se a causa dell’emergenza attuale, ci si trovi in difficoltà per approvvigionarsi di dette sigle, onde evitare comunque diffusione virale, possono utilizzarsi mascherine di tipologia come prescritto dall’autorità sanitaria, o mascherine chirurgiche, od anche mascherine senza dicitura CE. Si noti bene che in assenza di tali misure non è vietata la lavorazione.
  3. Ogni ditta presente in cantiere deve uniformarsi a tali direttive e garantire per i propri dipendenti, lo stesso dicasi per subappaltatori o lavoratori autonomi.
  4. Ogni ditta presente i cantiere deve garantire per i propri dipendenti la disponibilità di soluzioni idroalcoliche per il lavaggio mani.
  5. I lavoratori sono obbligati a lavarsi le mani con tale soluzione all’ingresso in cantiere, prima e dopo i pasti, prima e dopo uso servizi igienici.
  6. I mezzi di cantiere ( piattaforme, pale, etc) se utilizzati da più persone dovranno essere igienizzati (le zone di comando pulsanti, cloche, etc.) ogni volta prima e dopo l’uso.
  7. Gli Attrezzi manuali, in dotazione singola e usati con guanti almeno igienizzazione giornaliere, specialmente se si prevede un uso multiplo.
  8. In caso di ascensori o montacarichi, se presenti, uso con singolo operatore nel caso di più persone, uso esclusivo con mascherine FFP2-FFP3. Comandi e pulsantiere da sanificare prima e dopo di ogni uso.
  9. Nelle pause pranzo in caso non si possa garantire areazione e distanza minima tra i lavoratori, allora regolamentare con turnazione ed evitando posizione delle sedute uno difronte all’altro, con pausa e sanificazione tra un turno e l’altro ed fine accessi per pausa pranzo.
  10. Tutti gli spazi comuni andranno evidenziati nel layout di cantiere.
  11. Anche per gli spogliatoio ove non possibile và effettuata per turnazione accesso.
  12. In caso di consegna merci, prodotti, attrezzature etc., in cantiere, si predisporrà e riportato nel layout di cantiere, apposita area di scarico. Tutte le operazioni sempre rispettando distanze ed uso DPI, eventuale passaggio di documentazione (fatture, bolle etc.) dovrà sempre ed esclusivamente con uso di guanti monouso e sanitizzante.
  13. Tutte le disposizioni, procedure, norme etc., andranno affisse nella bacheca di cantiere e riportato nel documento e nella documentazione di cantiere.
  14. Nei pressi della cassetta di primo Soccorso dovranno essere disponibili mascherine FFP2-FFP3 e guanti monouso, in numero idoneo ai presenti.
  15. Nel caso che un dipendente presentasse sintomi di infezione respiratoria ed più di 37,5° di temperatura, deve subito indossare una mascherina FFP2 o FFP3, non dovrà venire in contatto con alcuno, avviserà gli addetti al Primo soccorso, la sanità pubblica, per attivare tutte le idonee procedure del caso.

I Numeri di Emergenza

I numeri di emergenza devono essere presenti in Cantiere, sul POS e sul PSC. A questi vanno aggiunti il numero del Ministero della Salute 1500, attivo tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 20:00, il numero di Emergenza Nazionale 112 e il Numero verde regionale diverso da regione a regione.

Per qualsiasi chiarimento, potete contattarci menzionando l’articolo di interesse alla mail: etconsulting2003@gmail.com

Leggi anche la terza parte

Pubblicità