Quantcast
Connettiti con noi

News

Speleologa infortunata nella grotta del Falco: continua il recupero

Pubblicato

il

Speleologa infortunata

Speleologa infortunata nella Grotta del Falco di Corleto Monforte in provincia di Salerno, continuano le operazioni di recupero

Sono ancora in corso le operazioni di soccorso da parte del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Campania (CNSAS) per il recupero della speleologa rimasta infortunata all’interno della grotta del Falco, nel comune di Corleto Monforte in provincia di Salerno.

La ragazza, che era in grotta con un gruppo di amici, è scivolata mentre percorrevano un tratto orizzontale di alcune centinaia di metri, alla profondità di circa 130 metri,  provocandosi un trauma ad un arto inferiore.

Pubblicità

Le squadre del Soccorso Speleologico, composte da medico, infermiere, tecnici e telefonisti, hanno raggiunto la ragazza e la hanno visitata e stabilizzata, mentre le comunicazioni con la direzione delle operazioni all’esterno garantite dalla linea telefonica realizzata appositamente.

Hanno così raggiunto l’infortunata e la hanno assicurata su una barella iniziando il recupero.

Oltre ai tecnici della Campania, sono intervenuti anche da Puglia, Lazio, Abruzzo, Umbria, Marche, Emilia Romagna e Sicilia. 

Pubblicità

Per la particolare morfologia della grotta, sono state attivate anche le squadre di disostruttori del Soccorso Speleologico. Una squadra composta da tecnici umbri e siciliani ha provveduto ad allargare i tratti più angusti della grotta per consentire l’agevole passaggio della barella.

Lascia un like su Facebook e seguici su Twitter

Pubblicità