Connettiti con noi

Politica

La Fondazione Vassallo incontra Giuseppe Conte

Pubblicato

il

La Fondazione Vassallo incontra Giuseppe Conte

La fondazione Vassallo incontra Giuseppe Conte a Roma: Consegnato il Documento Programmatico, tra criticità del Paese, nuove emergenze e proposte

La fondazione Angelo Vassallo incontra, in maniera privata, il Presidente M5S Giuseppe Conte. L’incontro è avvenuto a Roma, a diffondere la notizia un comunicato inviato in redazione

Conte: “Saremo il megafono delle istanze della Fondazione. Ora dobbiamo dedicarci ai territori”

«Noi saremo il megafono delle istanze della Fondazione che condividiamo, necessarie per la crescita del territorio in maniera sana, per preservarlo nella sua ricchezza tradizionale, nella sua biodiversità, per salvaguardarlo nelle sue potenzialità da tutti i punti di vista. La politica deve rompere gli steccati, ampliare i propri dialoghi. Ora dobbiamo dedicarci ai territori». Ad affermarlo è Giuseppe Conte, Presidente del M5S, durante l’incontro privato riservato alla Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore, avvenuto a Roma.

Una delegazione di circa 30 esponenti della Fondazione (amministratori, attivisti civili, associazioni o semplici cittadini), provenienti da varie parti di Italia, in rappresentanza del Nord, dell’Emilia Romagna, della Campania, della Puglia, della Calabria, dell’Umbria, si è confrontato a lungo con il Presidente Conte.

Il Documento

Al termine della discussione consegnato a Conte anche il documento programmatico elaborato dalla Fondazione Vassallo. Esso riporta le criticità vissute nelle varie regioni italiane, con le questioni emergenti, la necessità di intervenire su problematiche ambientali urgenti del centro-sud Italia, sul dissesto, sull’abusivismo edilizio, sui PUC, sullo scollamento della politica dalla realtà quotidiana. Un’ampia digressione costruttiva, che riporta in calce anche idee e proposte normative. Porta, soprattutto, la necessità di recuperare la vis di una Politica fatta di relazioni umane e sociali, oltre il web.

La T-Shirt

A Conte, in regalo, anche la t-shirt simbolo della Fondazione, con il monito del Sindaco Pescatore: “Lo Stato siamo noi, sono i paesi che fanno il Paese”.

«Siamo al fianco di tutte le attività della Fondazione. Esprimete una passione politica, anche se molti non hanno tessera di partito, impegnati nel sociale e nell’associazionismo. Il MoVimento deve ossigenarsi attraverso queste istanze, cogliere, vagliare», afferma Conte. «Abbiamo attraversato varie traversie, tanti traumi interni, il MoVimento ha rischiato di scomparire, per ragioni esogene ed endogene, fattori interni ed esterni. Ora, creata l’architettura statutaria, dobbiamo dialogare con i territori».

La fondazione Vassallo incontra Giuseppe Conte

Il Modello Vassallo

Angelo Vassallo diventa modello amministrativo, attraverso le parole degli esponenti della Fondazione, emblema che identifica l’art. 54 della Costituzione, secondo cui “i cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore”. «Angelo è esempio di chi adempie con disciplina e amore al proprio incarico, entrato in politica senza uscirne arricchito, creando però le condizioni per la crescita economica e lo sviluppo di tutto il suo territorio (si pensi all’ambientalismo, alla difesa dalla cementificazione, alla tutela del mare con la conquista della prima bandiera blu e alla Dieta Mediterranea come patrimonio Unesco).  Simbolo di lotta imperterrita contro il malaffare, in cui i cittadini sono tali e non sudditi, nel rispetto delle regole e dell’autonomia delle persone».

Salvatore Micillo: “Il Mio Sindaco. Da lui ho appreso il culto della società civile”

«Il Mio Sindaco – esordisce Salvatore Micillo, coordinatore regionale M5S Campania – riferendosi ad Angelo Vassallo Sindaco Pescatore – Prendo come monito personale la sua figura diventata per me un simbolo di libertà che sento vicino: da lui ho appreso il senso del culto della società civile a servizio di un progetto innovativo. Nella Fondazione vedo una battaglia fatta di temi, di cuore, di persone. Durante la marcia dello scorso 3 settembre ad Acciaroli, ho sentito ogni passo di quel percorso che ci ha portato dal porto al luogo dell’omicidio Vassallo, ho assaporato ogni respiro. Noi realizzeremo grandi sogni insieme”.

Dario Vassallo: “Come Fondazione coltiviamo un sogno di legalità, da Nord a Sud”

La fondazione Vassallo incontra Giuseppe Conte

Un’aggregazione di idee, che travalica i confini nazionali ed espande la visione illuminata del Sindaco Pescatore. «Per questo incontro ho invitato gli amici della Fondazione che rappresentano i territori e le sue problematiche – spiega Dario Vassallo, presidente della Fondazione Vassallo – In questi 12 anni abbiamo messo insieme, come Fondazione, una rete che spazia dal Nord a Sud, accomunati da una visione differente di Politica. Come Fondazione rincorriamo un sogno di legalità nella pubblica amministrazione, di cultura, di tutela e promozione ambientale. Non vogliamo che le forze si disperdano, ma vogliamo convogliarle e dare voce ad un’Italia differente, nuova, che si adopera per la società civile sulla base dei valori visionari e pionieristici di Angelo Vassallo, Sindaco Pescatore. Il documento programmatico sulle esperienze territoriali, racconta le difficoltà dei piccoli paesi che noi rappresentiamo, dal Cilento ai borghi d’Italia a rischio spopolamento, che non hanno mai visto una politica seria, vicina, presente, ma solo una politica che è venuta a prendere, a prosciugare le risorse ambientali e naturalistiche. Noi vogliamo innescare una visione diversa, vogliamo ritornare a una politica sui territori come insegnava Berlinguer».

Se ti va lascia un like alla nostra Pagina Facebook

Politica

Milleproroghe, Nave: su dehors liberi vince buon senso

Pubblicato

il

Milleproroghe

Milleproroghe, Nave(M5S): il nostro emendamento si è rivelato un aiuto indispensabile per centinaia di migliaia di attività

“Quando il Decreto Milleproroghe ha visto la luce, come M5s siamo stati i primi a premuraci di proporre una proroga al 31 dicembre dei cosiddetti “dehors liberi”.

Questa misura, che fu messa a punto per ovviare allo stravolgimento epocale che la pandemia ha creato a tutto il settore degli esercenti italiani, si è rivelata un aiuto indispensabile per centinaia di migliaia di attività.

Le quali purtroppo si trovano ad affrontare ancora un periodo non facile tra caro-bollette, aumento del costo delle materie prime e calo dei consumi. Per questo motivo, da primo firmatario dell’emendamento esprimo soddisfazione per il buon senso del governo nel voler accogliere questo prolungamento che da subito ci è parso inevitabile e sacrosanto”. Così in una nota il senatore M5s Luigi Nave.

Se ti va lascia un like alla notra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Politica

Energia Bene Comune. Ciampi: Mozione per sollecitare il Governo

Pubblicato

il

M5S Campania. Ciampi: Gambacorta

Energia Bene Comune. Ciampi (M5S): La Giunta regionale della Campania solleciti il Governo nazionale ad avviare l’iter legislativo

Energia Bene Comune. «Riconoscere a tutti i cittadini e a tutte le imprese produttive la possibilità di approvvigionarsi di energia a prezzi reali di mercato. Con prezzi determinati e controllati dallo Stato attraverso una gestione diretta delle fonti produttive. Va a tal fine avviato l’iter legislativo volto a qualificare l’energia quale “Bene Comune”». Lo ha detto il Consigliere Vincenzo Ciampi spiegando la necessita di un iter legislativo volto a qualificare l’Energia come Bene Comune, attraverso una comunicazione inviata in redazione.

«Con la mozione del gruppo M5S alla Regione Campania, di cui sono primo firmatario, che presenterò giovedì 9 febbraio 2023 in aula, chiedo al Consiglio regionale della Campania di promuovere una deliberazione con la quale si impegni la Giunta regionale a sollecitare il Governo nazionale ad avviare l’iter legislativo sull’”Energia Bene Comune”». Ha continuato l’esponente 5 stelle nel Consiglio regionale della Campania, annunciando una mozione di cui è primo firmatario.

«Ricordo che recentemente un’iniziativa legislativa atta a contenere i costi dell’energia era stata proposta dalla consulta delle attività produttive di Ariano Irpino all’amministrazione comunale locale con l’adesione del Movimento Cara Bolletta con sede ad Ariano. Inoltre i Consigli comunali di Ariano Irpino, Greci, Grottaminarda, Taurasi hanno deliberato di sollecitare il Governo e i parlamentari del territorio sui temi del contrasto al caro bollette e dello sviluppo delle rinnovabili». Ha continuato.

«L’energia è un “Bene Comune” come l’acqua, l’aria e il cibo: un fattore vitale di cui non si può fare a meno. L’attuale sistema di formazione del prezzo dell’energia è dunque anacronistico. Qualificare l’energia “Bene Comune” determinerebbe un forte impatto sull’escalation dei prezzi. L’Ue con proprio regolamento ha disposto di introdurre un tetto sui ricavi di mercato che alcuni produttori ricevono dalla produzione di energia elettrica, ciò per redistribuire agli utenti finali, quindi ai cittadini, una quota che mitighi il rincaro dei prezzi dell’energia. Questo consentirebbe ai singoli Stati di istituire misure di intervento pubblico nella fissazione dei prezzi dell’energia a clienti civili e piccole e medie imprese. Oltre che a istituire un contributo di solidarietà temporaneo obbligatorio alle famiglie, alimentato dalle imprese Ue che operano nei settori del petrolio, del carbone, del gas naturale e della raffinazione». Ha rimarcato Ciampi nella sua comunicazione

«La mia mozione risponde ad una pressante richiesta di imprese e amministrazioni pubbliche, oltre che di comuni cittadini, che fanno i conti quotidianamente con il caro bollette: un appello che non può rimanere inascoltato».

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Politica

Tessirificio PD, Ruotolo: Intervenga Roberti e annulli i congressi

Pubblicato

il

tesserificio pd

Tesserificio PD in Campania, Ruotolo: Abbiamo presentato formale ricorso e ci auguriamo che venga esaminato quanto prima

Tesserificio PD: un vero scandalo si sta verificando in merito al presunto tesseramento gonfiato del PD in vista dei congressi. Da un lato i congressi convocati senza il minimo preavviso richiesto dal regolamento dall’altro adesioni che mostrano inconguenze con la conta dei foti ottenuti alle elezioni. Questo denuncia Sandro Ruototo, portavoce del coordinamento regionale campano della mozione Schlein. Lo fa attraverso una nota stampa inviata in redazione.

“Quello che si sta verificando a Salerno in queste ore è molto grave. Per questo chiediamo che la commissione regionale presieduta da Franco Roberti e quella nazionale intervengano rapidamente per annullare i congressi di circolo che si sono tenuti e continuano a tenersi in maniera non conforme al regolamento”. Così esordisce Ruotolo nella sua comunicazione.

“Abbiamo presentato formale ricorso e ci auguriamo che venga esaminato quanto prima. A Salerno, per ammissione della stessa commissione provinciale, non si è adempiuto alla correzione dell’anagrafe con le indicazioni nazionali. Non si sono pubblicizzati i congressi di circolo con le 48 ore d’anticipo previste dal regolamento. Non è stato inviato il calendario alla commissione nazionale e quello inviato al regionale è stato mandato quando i congressi si erano già tenuti. Ma cosa c’è da nascondere? Ma perchè non è possibile rispettare le regole come nel resto d’Italia?” Prosegue il portavoce.

“Sono giorni che inoltre denunciamo adesioni sospette, come è il caso di Sessa Aurunca dove ci sarebbero state 1050 adesioni online in una città dove il 25 settembre il Pd ha ottenuto solo 1200 voti. Lanciamo perciò un accorato appello alle militanti e ai militanti del Pd campano di esprimersi sui programmi dei candidati e di rifiutare le indicazioni dei signori delle tessere e dei pacchetti di voto. Dobbiamo sconfiggere il vecchio modo di concepire il potere e di usare le leve istituzionali per condizionare la vita democratica del partito”. Sandro Ruotolo, portavoce del coordinamento regionale campano della mozione Schlein.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e Seguici su Twitter

Continua a leggere

Politica

Inaugurato Spazio 5 Stelle a Melito

Pubblicato

il

Inaugurazione spazio 5 stelle melito

Inaugurato lo spazio 5 Stelle a Melito intitolato alla memoria di Francesco Mura alla presenza di deputati e senatori del Movimento 5 Stelle

Inaugurato lo Spazio 5 Stelle “Francesco Mura” di Melito di Napoli. Una sede dove accogliere i cittadini, ascoltare le loro problematiche e, laddove possibile, di risolverle insieme. Uno spazio – hanno spiegato gli attivisti – dove coltivare e far crescere una politica sana e al servizio dei cittadini.

I saluti introduttivi commossi della Consigliera comunale Anna Puzone hanno ripercorso i momenti salienti che hanno portato all’apertura della sede e all’intitolazione a Francesco Mura, storico attivista scomparso prematuramente.

inaugurazione spazio 5 stelle melito

Toccante l’intervento della moglie di Francesco, Valentina che – con le figlie e voce rotta dall’emozione – ha reso testimonianza dell’impegno profuso per il territorio e per le persone da parte del marito.

Ottima la partecipazione di cittadini che hanno accolto con calore i loro rappresentanti. Erano infatti presenti il Coodinatore Regionale Salvatore Micillo, la senatrice Mariolina Castellone, il senatore Luigi Nave e deputati Marianna Ricciardi, Alessandro Caramiello e Pasquale Penza.

A turno i portavoce hanno espresso l’importanza di una sede territoriale che rinsalda di fatto la coesione territoriale e in particolare per il sostegno fornito dal Gruppa durante la campagna elettorale. Parole toccanti espresse invece da Salvatore Micillo e Mariolina Castellone che hanno conosciuto personalmente Francesco Mura e la sua dedizione al territorio e ai cittadini.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina facebook e seguici su twitter

Continua a leggere

Politica

Tesseramento Pd. Ruotolo: Stop ai signori delle tessere

Pubblicato

il

Sandro Ruotolo

Tesseramento Pd. Ruotolo: “Apprendiamo da articoli di stampa di situazioni palesemente opache su tutto il tesseramento campano”

Situazioni poco trasparenti nel tesseramento del Pd in Campania, sulla vicenda è intervenuto Sandro Ruotolo, portavoce del coordinamento regionale campano della mozione Schlein. Lo ha fatto attraverso una dichiarazione inviata in redazione.

“Apprendiamo da articoli di stampa di situazioni palesemente opache su tutto il tesseramento campano”. Ha detto Sandro Ruotolo nella sua comunicazione.

“Un numero incredibile di tessere comprate con una sola carta di credito, tesseramenti gonfiati in comuni dove il Pd prende pochissimi voti alle elezioni politiche, incertezza sulle platee congressuali”. Ha rimarcato il portavoce del coordinamento della mozione Schlein in Campania.

“In queste condizioni i congressi di circolo non possono celebrarsi. Siamo certi che il Presidente della commissione regionale Franco Roberti interverrà con fermezza affinché le regole vengano rispettate”. Ha ancora sottolineato Ruotolo.

“Nel Pd che vogliamo non c’è posto per i signori delle tessere e dei pacchetti di voti. Sono certo che tutti i candidati alla segreteria nazionale la pensano allo stesso modo”. Ha concluso.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Politica

Strade dissestate a Nocera Superiore: scatta interrogazione

Pubblicato

il

Tre consiglieri di Fratelli d’Italia interrogano il Sindaco sulle strade dissestate a Nocera Superiore. “Condizioni pietose”

Strade dissestate tanto da creare pericolo a pedoni e potenziali danni ai veicoli a Nocera Superiore. Danni alle abitazioni dovuti verosimilmente alle vibrazioni al passaggio dei mezzi pesanti. Questo denunciano in una interrogazione indirizzata al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale di Nocera Superiore, i Consiglieri di Fratelli d’Italia Carmine Amato, Franco Pagano e Giuseppe Fabbricatore. Lo hanno annunciato attraverso una comunicazione arrivata in redazione. Le strade oggetto di attenzione e di futuri interventi sono via F. Ricco, via Indipendenza e via Nazionale.

I tre spiegano nell’interrogazione di aver segnalato dal 2019 in tutti i consigli comunali la pericolosità ed hanno “ed hanno sollecitato interventi e, nonostante le continue rassicurazioni da parte del Sindaco e l’impegno del Presidente della Provincia di Salerno (in particolare su Via F. Ricco –Via Indipendenza),  ad oggi nessun intervento è stato realizzato e, causa gli eventi atmosferici dell’ultimo periodo la situazione si è ulteriormente aggravata”.

I Consiglieri comunali chiedono – in una interpellanza a risposta scritta e orale – quali provvedimenti il Sindaco “intende adottare, in forma urgente, a salvaguardia sia dei veicoli sia dei pedoni, sia delle abitazioni, nel rispetto delle normative vigenti in materia  di sicurezza e del Codice della Strada e della pubblica e privata incolumità”.

L’interpellanza

Il documento inviato in redazione dai Consiglieri comunale di Fratelli d’Italia in download

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Trending