Quantcast
Connect with us

News

Buoni libro Melito: polemiche e mancati accreditamenti

Published

on

Buoni libro Melito

Buoni libro Melito: di tutte le cartolibrerie e librerie sul territorio cittadino per le scuole elementari accreditata solo una libreria

Buoni libro Melito. Il primo settembre scorso il Comune di Melito di Napoli pubblicava sul suo sito ufficiale una comunicazione indirizzata alle famiglie degli studenti in età di obbligo scolastico. In tale comunicazione si avvertiva della apertura delle istanze per l’ammissione al beneficio dei buoni libro per l’anno 2022/2023 per gli studenti di Melito.  

Il 15 settembre scorso sullo stesso sito istituzionale l’Amministrazione pubblicava l’elenco delle cartolibrerie e librerie accreditate.

Visionando l’elenco salta agli occhi una particolarità. Per quanto concerne, infatti, gli esercizi accreditati per fornire i libri alla scuola primaria (scuola elementare), ne ritroviamo solo uno ricadente nel territorio di Melito.

La città, tuttavia, conta circa sette – tra cartolibrerie e librerie – che potrebbero fornire libri. A segnalare la particolarità alla redazione una segnalazione di alcuni genitori preoccupati.

Ovviamente per una città di oltre 34mila abitanti potrebbe rappresentare un problema serio l’assenza di altri punti distribuzione. Nel caso fosse troppo oberata dal lavoro, l’unica attività presente nella lista potrebbe non riuscire a soddisfare tutti le richieste delle elementari e i genitori sarebbero così costretti a raggiungere le città limitrofe. Ciò comporterebbe un ulteriore aggravio per le famiglie in termini di costi.

La domanda che tutti potrebbero porsi è: “come mai gli altri non si sono accreditati?”. Le risposte però molteplici. Tre tra tante.

Prima, l’assenza di un avviso pubblico: lo abbiamo cercato e forse, per nostra imperizia, non lo abbiamo trovato. Abbiamo scartato subito questa ipotesi perché le cartolibrerie di Melito che non hanno aderito alle elementari sono, invece, presenti nell’elenco per le scuole medie e superiori.

Seconda, l’assenza forse di una regolamentazione che indichi la gestione dei buoni libri in maniera certa e puntuale, soprattutto per quanto riguarda scadenze ed utilizzi. Proprio le scadenze sulle cedole, infatti, non sono riportate ed in questi giorni stanno generando diverse problematiche presso i negozi.

Terza, non c’è convenienza nel partecipare. È probabile che la maggiore causa sia proprio quest’ultima.

Da ambienti vicini alle cartolibrerie di Melito, infatti, abbiamo appreso che la motivazione principale che avrebbe spinto al non accreditarsi per la distribuzione dei libri per le elementari sarebbe il mancato pagamento delle fatture da parte del Comune, da un lato e dell’eccessivo ritardo dei pagamenti relativi all’anno scolastico 2021/22, dall’altro.

Tale situazione – secondo quanto ci hanno spiegato – porta i librai e cartolibrai ad una eccessiva esposizione di cassa, attraverso l’anticipo di cifre importanti.

Vi sarebbero, infatti, attività del settore melitesi che attenderebbero ancora oggi di rientrare di cifre di oltre 10mila euro. Proprio tale in tale contesto sarebbe così maturata la decisione di non aderire per le sole cedole librarie gestite direttamente dal Comune.

Il discorso sarebbe diverso per quanto riguarda le cedole librarie per le scuole secondarie di primo grado (medie) e di secondo grado (superiori).

Esse – come ci hanno spiegato – sarebbero di gestione regionale. I fondi, infatti, deriverebbero dalla Regione Campania ed i pagamenti avverrebbero regolarmente ma con ritardo.

Negli ultimi giorni, però, si sarebbero verificati disguidi anche su quest’ultime. Il comune di Melito, infatti, le considerebbe scadute anche se, sul buono, non è riportata alcuna data di scadenza. Su tale questione sarebbero necessari chiarimenti.

Altri comuni, infatti, sulla cedola indicano precisamente la data di scadenza proprio per evitare disguidi tra genitori, comune e negozianti.

Nel frattempo, coloro che non hanno ancora ricevuto alcun pagamento hanno iniziato un andirivieni dal Palazzo del Comune. Il tentativo – secondo quanto riportato al Punto! – è quello cercare di dirimere la questione e trovare una soluzione, ma per il momento ancora nulla.

Qualora vi fossero interventi, ulteriori spiegazioni e chiarimenti da parte dei protagonisti della vicenda, è possibile inviare una mail a redazione@puntomagazine.it. La redazione sarà felice di pubblicarli.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Advertisement

News

Vomero: tentano di rubare la benzina da una moto, denunciati

Published

on

Vomero: tentano di rubare la benzina

Tentano di rubare benzina da uno scooter al Vomero, denunciati due giuglianesi di 31 e 21 anni con precedenti di polizia

Tentano di rubare la benzina da una moto al Vomero. È accaduto il 30 settembre pomeriggio. Durante un servizio di controllo del territorio, gli agenti del Commissariato Vomero, passando in via San Domenico hanno notato un uomo che armeggiava vicino uno scooter. Alla vista della pattuglia ha tentato di allontanarsi a bordo di un’auto insieme ad una donna per eludere il controllo.

Gli agenti li hanno prontamente bloccati ed hanno accertato che l’uomo aveva staccato il tappo della benzina dal ciclomotore nel tentativo di trafugare il carburante.

Hanno accertato, inoltre, che la vettura su cui viaggiava la coppia risultava rubata nel settembre del 2021.

Hanno così denunciato due giuglianesi di 31 e 21 anni entrambi con precedenti di polizia. Risponderanno di tentato furto e ricettazione.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

News

Ischia: ruba in un supermercato, arrestato da agente fuori servizio

Published

on

Ischia

Ruba in un supermercato di Ischia, arrestato un 38enne con precedente di polizia. Aveva portato via bottiglie di birra.

Ruba alcune bottiglie di birra in un supermercato di Ischia. Lo ha notato mentre si aggirava con fare sospetto nell’attività commerciale, un agente libero dal servizio del locale Commissariato. Il poliziotto lo ha tenuto d’occhio e lo ha sorpreso prelevare dal banco frigo alcune bottiglie di birra, nascondendole in una shopper, per poi uscire senza passare dalle casse.

L’agente lo ha raggiunto all’esterno del market e dopo una colluttazione lo ha bloccato, grazie all’aiuto fornita da una volante del Commissariato di Ischia intervenuta nell’immediato.

Arrestato così P.D. un 38enne di origini bulgare con precedenti di polizia. L’uomo risponderà di furto aggravato, lesioni, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. Risponderà anche di ricettazione perché trovato con un paio di occhiali da sole di cui non ha saputo giustificare la provenienza.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Continue Reading

News

Docenti Marino Guarano: Non siamo la scuola degli orrori

Published

on

Docenti Marino Guarano

I docenti della Marino Guarano fanno sentire la loro voce dopo giorni di riflessione e dopo la lettera della Dirigente Scolastica

Solo ieri in una lettera indirizzata alla comunità scolastica e al quartiere dove sorge la scuola la dirigente lanciava una richiesta di supporto, oggi sono i docenti della Marino Guarano a far sentire la loro voce.

La lettera della dirigente scolastica diffusa anche su facebook ha generato un acceso coro di polemiche anche dure nei confronti dell’Istituto. Da una parte la paura, dall’altra la condanna.

Sta di fatto che la scuola si trova a combattere su un territorio difficile con pochi mezzi. Un area dove sono più gli esempi negativi che quelli positivi. Un territorio dove i ragazzi imparano ad ordinare al ristorante secondo determinati schemi, toni ed idiomi rappresentati ampiamente da realistiche serie tv. Un territorio dove la prevaricazione – anche fisica – ha la meglio sulla ragionevolezza.

In una Comunicato affidato al sito web istituzionale della scuola questa volta parlano i docenti denunciando attacchi e macchine del fango nei confronti della scuola.

Si dicono disposti a tollerarli da parte di parte della stampa alla ricerca di scoop. Ritengono, però, ingiuste e immotivate le critiche da parte di coloro che conoscono benissimo l’impegno profuso e la professionalità nell’insegnamento.

Non accettano quindi che la Marino Guarano sia dipinta come “scuola degli orrori” e di certo non lo è.

La comunità di Melito si trova a vivere in un contesto dove sono ben poche le iniziative culturali e altrettanti i punti di aggregazione sani per i ragazzi.

Il potenziamento delle iniziative culturali da qualunque parte esse provengano dovrebbero essere in cima alle agende politiche e dovrebbero essere fortemente incoraggiare e supportate, più di quanto di faccia ora.

Sembra invece di assistere ad una guerra di tutti contro tutti senza capire che direzione si voglia intraprendere per fermare il declino socio-economico-culturale della città.

Il Comunicato dei docenti

COMUNICATO DOCENTI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “MARINO GUARANO”

Sono state ore di silenzio e di riflessione. Chiusi nel nostro dolore per la scomparsa del nostro amico e collega Marcello Toscano, abbiamo deciso di ascoltare piuttosto che parlare. Ci siamo chiesti e ancora ci chiediamo perché? Ma non siamo dei giudici e non spetta a noi emanare sentenze. Per questo ci sono gli organi preposti e la giustizia farà il suo corso. MA ORA BASTA! Ora è tempo di far sentire la nostra voce!

Ne abbiamo sentite di tutti i colori in questi giorni. Ancora una volta la macchina del fango si è messa prontamente in moto per screditare il nostro operato. Senza rispetto per il nostro ruolo! Senza rispetto per il nostro dolore! Senza rispetto per Marcello!

Noi siamo degli educatori, rappresentiamo la scuola che è la principale agenzia educativa.

Noi docenti abbiamo una missione da compiere e ogni giorno ci battiamo tra mille difficoltà per indirizzare i nostri ragazzi sulla via della legalità. E lo facciamo in un territorio ad alto rischio, dove vige la legge del più forte e dove, nonostante i tanti sforzi profusi, le forze dell’ordine e le istituzioni non riescono ad arginare la dilagante piaga della criminalità.

Ormai siamo su tutte le prime pagine dei quotidiani, in tutti i notiziari, ed ovviamente si sta facendo molta speculazione. La “Marino Guarano” è stata dipinta come la “scuola degli orrori”. Ma finché questa etichetta ci viene affibbiata da chi si occupa di informazione e che è a caccia di scoop, e non sa minimamente la dedizione e l’impegno psico-fisico che ci vogliono per gestire adolescenti, possiamo anche accettarlo. Ma riteniamo immotivati e ingiusti gli attacchi che provengono da chi sa perfettamente cosa si fa ogni giorno nella nostra scuola per combattere l’illegalità e la violenza in genere.

Noi ci dedichiamo con dedizione e professionalità ai nostri ragazzi, e continueremo a farlo sempre. Non siamo degli eroi e non pretendiamo onorificenze. Ma rispetto si! Del nostro ruolo di educatori che fanno il proprio dovere per assicurare un futuro migliore alle giovani generazioni. Come diceva Confucio: “L’uomo che fa molto sbaglia molto; l’uomo che fa poco sbaglia poco; l’uomo che non fa niente non sbaglia mai; ma non è un uomo”.

Ma da soli non possiamo farcela. Abbiamo bisogno del supporto delle istituzioni e delle famiglie. Soltanto unendo le nostre forze potremo dare una speranza a questi ragazzi per costruire una società migliore.

La coscienza è stata definita come “la consapevolezza di sé, degli altri e dell’ambiente che ci circonda”. E NOI docenti della Marino Guarano l’abbiamo limpida e pura!

BASTA!

I DOCENTI DELLA “MARINO GUARANO”

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

News

Arenaccia: beccato con cocaina, arrestato spacciatore

Published

on

Arenaccia: beccato con cocaina

Beccato con cocaina nel Quartiere di Napoli Arenaccia, si tratta di un 28enne di Pompei con precedenti di polizia

Lo hanno beccato nel quartiere Arenaccia mentre cedeva cocaina. È accaduto il 30 settembre mattina. A sorprenderlo i Falchi della Squadra Mobile della Questura di Napoli, durate un servizio di contrasto allo spaccio di stupefacenti.

Passando in via Mazzocchi, gli agenti hanno notato un uomo che in cambio di una banconota ha ceduto ad un altro qualcosa.

I poliziotti hanno raggiunto e bloccato l’acquirente trovandolo in possesso di una dose da mezzo grammo di cocaina. Lo spacciatore, invece, alla loro vista si è dato alla fuga a bordo di un’auto insieme ad una donna.

Ne è nato così un breve inseguimento terminato in via Pietro Giannone dove, visto l’intenso traffico, il fuggitivo ha tentato una fuga a piedi. I poliziotti lo hanno bloccato con difficoltà e lo hanno trovato in possesso di 110 euro mentre la donna aveva con se 85 euro. Nella vettura trovati 5 involucri contenenti 2,5 grammi di cocaina complessivi.

Gli agenti hanno così arrestato A.M., 28enne di Pompei con precedenti i polizia per spaccio di sostanza stupefacente. Denunciato inoltre in concorso con la donna – 26enne napoletana- per resistenza a Pubblico Ufficiale e detenzioni di sostanza stupefacente. L’acquirente, infine, sanzionato amministrativamente per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

News

Napoli: In equilibrio su scooter rubato con due bici rubate

Published

on

Napoli: In equilibrio su scooter rubato

Napoli: Andava su uno scooter rubato in equilibrio portando con se due bici anch’esse rubate, denunciato per furto e ricettazione

Andava in perfetto equilibrio su uno scooter rubato e trasportava due bici rubate a Napoli. I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli hanno denunciato un 26enne di orgini ucraine per furto e ricettazione.

I militari lo hanno sorpreso mentre percorreva coso Amedeo di Savoia. Ha attirato l’attenzione dei carabinieri perché trasportava con se un carico singolare: due biciclette elettriche. Un tecnica particolare la sua per tenere l’equilibrio del mezzo.

Con una mano sul manubrio indirizzava lo scooter rubato su cui sedeva, con l’altra sringeva una bici elettrica appena portatavia, mentre con le gambe tratteneva una seconda bici pieghevole. Anche questa elettrica e rubata.

Un’abilità da far invidia ad un circense che peràò non gli ha risparmiata una denuncia. Restituito al legittimo proprietario lo scooter, mentre sono in corso verifiche per rintracciare i proprietari delle bici.

Iscriviti al nostro canale telegram

Continue Reading

News

Armi, munizioni e droga tra Napoli e Torre Annunziata

Published

on

Armi, munizioni e droga tra Napoli

Trovate armi, droga e munizioni tra Napoli e Torre Annunziata, un arresto un cittadino francese e due denunciati

Trovate armi, droga e munizioni tra Napoli e Torre del Greco. È accaduto il 29 settembre mattina a Napoli. Gli agenti del Commissariato Sasn ferdinando erano impegnati in un servizio di controllo del territorio. Passano in via Caracciolo hanno notato un’auto con targa fracese con a bordo tre uomuni.

Il conducente alla vista degli operatori ha arrestato la marcia, ha insertio la retromarcia per tentare la fuga. I poliziotti lo hanno fermato in viale Gramsci dove con il supporto di una Unità Cinofila dell’Ufficio Prevenzione Generale. Nel veicolo hanno trovato una scatola con 44 proiettili calibro 6,65 millimetri e 5185 euro.

Gli agenti insieme ai colleghi della Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno controllato due appartamenti in uso ad uno dei passeggeri, in quanto regolarmente prenotati tramite piattaforme di prenotazione on-line.

In particolare, hanno rinvenuto nel primo, in via Bosco di Capodimonte, un pezzo di hashish del peso complessivo di 96 grammi. Nel secondo, in viale Regina Margherita a Torre Annunziata, una busta in plastica con 50 panetti contenenti complessivamente circa 4 chili e mezzo di hashish, 3 pistole, di cui 2 semiautomatiche, tra cui una con matricola abrasa. Trovato inoltre un revolver, 10 cartucce di diverso calibro, 2 computer portatili, 2 paia di chiavi di autovetture e 150 euro.

Quest’ultimo, M.K.B, 33enne francese con precedenti di polizia, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, detenzione abusiva di armi e ricettazione, mentre gli altri due occupanti, un 29enne francese ed un 28enne napoletano, entrambi con precedenti di polizia, sono stati denunciati per detenzione abusiva di armi.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Errore, il gruppo non esiste! Controlla la tua sintassi! (ID: 45)

Continue Reading

Trending

Punto! il Web Magazine


"Punto!" il Web Magazine è un giornale Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto e Carmine Sgariglia.

Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano.

Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011.


Direzione


Direttore Responsabile

Carmine Sgariglia

Direttore Editoriale

Vincenzo Perfetto


Copyright


Copyright © 2011 - 2022

Punto! il Web Magazine"