Quantcast
Connettiti con noi

Politica

Acerra sparatoria, Auriemma: Riportare istituzioni fuori dai palazzi

Pubblicato

il

Acerra Sparatoria, Carmela Auriemma M5S: C’è bisogno di quella rivoluzione civica e culturale che riporti le piazze a rivivere, a inondare il vuoto di bellezza

Sparatoria ad acerra. Non può passare certamente inosservata la recrudescenza dei fenomeni criminali nelle aree a Nord di Napoli. Dopo le minacce a Biagio Chiariello ad Arzano, l’ordigno esploso nella notte davanti al cancello della parrocchia di Don Patriciello, adesso la sparatoria ad Acerra in via don Pino Puglisi a pochi passi da un liceo e da un parco pubblico. Un atto di una gravissimo che non può e non deve lasciare indifferente la città di Acerra.

Neanche a farlo apposta ad Acerra la sparatoria è accaduta in una strada intitolata ad un sacerdote di Palermo ucciso da cosa nostra per la sua opera di evangelizzazione sociale contro la mafia.

“A pochi passi dal liceo, dal parco comunale di via Manzoni, dal Comune, si torna a sparare in pieno giorno”. Così ha esordito la Consigliera del Movimento 5 Stelle di Acerra, Carmela Auriemma in una nota stampa inviata ieri in redazione in merito alla sparatoria.

“Un atto di inaudita gravità che ancora una volta ci deve fare, non solo interrogare, ma agire sulla questione sicurezza. Come ho sostenuto e proposto in questi anni, c’è bisogno di quella rivoluzione civica e culturale che riporti le piazze a rivivere, a inondare il vuoto di bellezza, a riportare la presenza delle istituzioni fuori dai palazzi e dai giochi di potere”. Ha proseguito la consigliera invocando il ritorno in piazza, tra la gente, delle istituzioni.

“C’è bisogno di contrastare quella decadenza legalitaria e civica che sta prendendo il sopravvento, bisogna ridisegnare un paradigma per la nostra città riorganizzando non solo la sicurezza effettiva (polizia municipale in primis) ma soprattutto quella civile riprendendoci quel silenzio adesso occupato dagli spari”. Così ha concluso la Consigliera del Movimento 5 Stella di Acerra, Carmela Auriemma.

Leggi anche

Trending