Connect with us

Esteri

È morto Barry, il gufo star di Central Park

Published

on

Foto da account twitter Bird Central Park

Il volatile stava volando in cerca di un pasto quando si è scontrato con uno dei furgoncini della manutenzione del parco

Barry, il gufo di Central Park, è morto dopo lo schianto con un camioncino. A riportare la notizia è stata la Bbc.

Il volatile – una femmina di allocco barrato – stava volando in cerca di un pasto quando si è scontrato con uno dei furgoni della manutenzione del parco.

Saputo della tragica scomparsa di Barry non sono mancati sui social media ricordi e tributi dei fan da tutto il mondo.

Barry l’anno scorso con la pandemia di Covid, era diventata una star per i visitatori del parco.

Si legge dall’account Twitter dedicato al gufo La nostra devastazione per la perdita della bellissima Barry non si può esprimere a parole l’incredibile gioia che ha portato alla città”

Esteri

Nuova Zelanda, inverno australe più caldo tra quelli mai registrati

Published

on

Foto di Comfreak da Pixabay

Il cambiamento climatico trova conferma nei dati raccolti dagli scienziati neo zelandesi. Bisogna agire e in fretta

In Nuova Zelanda da poco è terminato l’inverno australe e si è registrata una delle temperature più alte di sempre in assoluto.

Gli scienziati convengono che a causare questo anomalo aumento di temperature sia l’aumento di gas serra presenti nell’atmosfera. Soprattutto considerando che sono anni che il trend non accenna a diminuire.

La nazione al sud del Pacifico sta cercando di correre nell’immediato ai ripari. L’obiettivo dichiarato è quello di raggiungere le zero emissioni entro il 2050 sfruttando le energie alternative vista la posizione di vantaggio naturale.

Un obiettivo che dovrebbe accomunare tutte le nazioni del mondo prima di fare l’ultimo fatale passo verso una condizione di irreversibilità in cui crolleremmo. Sono sotto gli occhi di tutti gli sfaceli che il cambiamento climatico sta facendo in tutto il mondo in termini di tempeste o al contrario di siccità. Modificando le abitudini locali e portando danni a volte irreparabili ai delicatissimi equilibri degli eco sistemi.

Continue Reading

Esteri

Marcus Birks, cantante ex No Vax dei The Chameleonz, morto di Covid

Published

on

Foto da www.bbc.com

Il cantante ex No Vax del duo The Chameleonz, fra pochi mesi sarebbe diventato padre per la prima volta

Marcus Birks, cantante No-vax poi pentito, era ricoverato al Royal Stoke University Hospital dall’inizio di agosto, quando quella che era iniziata come una semplice influenza, è poi peggiorata sempre di più, causandogli difficoltà respiratorie, cosa che avevano reso necessario il suo ricovero in terapia intensiva.

In quei giorni, dove il cantante si trovava in terapia intensiva, aveva cambiato idea sui vaccini, tanto che, intervistato dalla BBC, aveva ammesso di essere stato «un po’ ignorante» per la sua presa di posizione no-vax e aveva lanciato un appello a favore della campagna vaccinale.

Come riportato anche dal Corriere della Sera, Marcus ha dichiarato: «Se non ti sei ammalato, non pensi che ti ammalerai quindi ascoltami. Quando ti senti come se non riuscissi a respirare a sufficienza, questa è la sensazione più spaventosa del mondo. La prima cosa che dirò di fare a tutta la mia famiglia e a chiunque vedrò è di fare il vaccino».

La moglie dopo la scomparsa del marito ha voluto ricordarlo con un messaggio sui social scrivendo: “Il dolore che provo a scrivere questo è insopportabile, il mio cuore è stato strappato via, la mia anima e il mio mondo completamente e completamente in frantumi”.

Ha continuato a descrivere suo marito come il suo migliore amico e anima gemella.

Continue Reading

Esteri

Stati Uniti, la Camera dei Rappresentanti reintroduce obbligo mascherina

Published

on

mascherina covid19 coronavirus

La crescita della variante Delta del Covid-19 ha indotto a una maggiore cautela da parte dei Rappresentanti

La CNN scrive che nei prossimi giorni ci sarà di nuovo obbligo per i Rappresentanti di indossare la mascherina all’interno della House US. La decisione sarebbe presa evidentemente in linea con le indicazioni dei CDC ovvero i Centri per statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

In tutto il mondo la crescita della variante Delta sta inducendo a scelte di cautela un po’ in tutto il mondo. Nella speranza che i vaccinati possano aumentare velocemente in modo da proteggere almeno da eventi drammatici nel decorso della malattia come sembrano testimoniare i primi studi in tal senso.

Continue Reading

Esteri

Samantha Cristoforetti prima donna europea al comando della Stazione Spaziale Internazionale

Published

on

Foto: ESA

Questa sarà la seconda missione spaziale di Samantha Cristoforetti, che diventerà la prima donna europea al comando della ISS

L’astronauta ESA Samantha Cristoforetti sarà comandante della Stazione Spaziale Internazionale per la spedizione 68a. La decisione in seguito a un accordo di massima dei partner internazionali preso il 19 maggio scosro.

Come membro dell’equipaggio “Crew-4” insieme agli astronauti NASA Kjell Lindgren e Bob Hines, nel 2022 Samantha sarà lanciata verso la Stazione Spaziale dalla Florida, USA, su un veicolo spaziale Crew Dragon di SpaceX.

Questa sarà la seconda missione spaziale della Cristoforetti, che diventerà la prima donna europea al comando della ISS. L’esperienza maturata in questi anni le sarà sicuramente utile per il suo nuovo ruolo.

Tornare sulla Stazione Spaziale Internazionale per rappresentare l’Italia e l’Europa è già di per sé un onore“, dice il Comandante Samantha Cristoforetti in una nota dell’ESA.

La nomina alla posizione di comandante – prosegue – è ulteriore motivo di soddisfazione professionale. Cercherò – conclude – con umiltà di attingere all’esperienza che ho acquisito nello spazio e sulla Terra per guidare il mio equipaggio, composto di persone eccezionali“.

La nomina di Samantha al ruolo di comandante della ISS è un’ispirazione per un’intera generazione che sta concorrendo per entrare nel corpo astronauti dell’ESA. Non vedo l’ora di incontrare i candidati finali e colgo l’occasione per incoraggiare ancora una volta le donne a farsi avanti“. Così invece il Direttore Generale dell’ESA Josef Aschbacher.

La prima donna europea al comando della Stazione spaziale internazionale è la nostra Samantha Cristoforetti. Sventola sempre più in alto la bandiera dell’Italia“. Questo il commento in un tweet di Palazzo Chigi.

La Farnesina commentato così la notizia: “Congratulazioni Samantha Cristoforetti! Prima donna europea, e terza al mondo, ad assumere il ruolo di Comandante della ISS. L’astronauta italiana prenderà ufficialmente il comando nel corso della Expedition 68 in orbita nel 2022“.

In molti direbbero una donna con “le palle”, termine logoro dal sapore chiaramente maschilistico. In realtà il Comandante Cristoforetti non è altro che una donna in gamba. Una donna che ha studiato tanto ed inseguito i suoi sogni. Simbolo ed ispirazione per tantissime ragazze e giovani in generale.

In questo video invita a scegliere una carriera all’interno dell’ESA.

Continue Reading

Esteri

Morto a 99 anni il Principe Filippo, marito della Regina Elisabetta

Published

on

Foto dal Web

Il principe dopo aver celebrato a novembre i 73 anni di matrimonio con la Regina Elisabetta II, avrebbe compiuto 100 anni a giugno

È morto il principe Filippo, consorte della regina Elisabetta. Ad annunciare la triste notizia la famiglia reale tramite twitter.

Questo il toccante messaggio sulla dipartita del Principe Filippo:

“È con profondo dolore che Sua Maestà la Regina ha annunciato la morte del suo amato marito, Sua Altezza Reale il Principe Filippo, Duca di Edimburgo. Sua Altezza Reale è morta pacificamente questa mattina al Castello di Windsor.”

Come riporta l’Ansa il Principe Filippo era stato dimesso di recente dopo alcune settimane in ospedale a Londra a causa di un’infezione con la quale si erano aggiunti problemi al cuore.

Continue Reading

Esteri

8 marzo, Adinolfi (M5S): Donne si uniscano in un movimento trasversale per loro diritti

Published

on

Europarlamentare Isabella Adinolfi

Adinolfi: “Il nostro compito oggi è quello di creare una massa critica, un movimento trasversale di opinione per costruire le basi che portino le donne a perseguire i propri sogni”

La strada per il raggiungimento della parità tra uomo e donna è purtroppo ancora lunga. La pandemia ha sicuramente esacerbato le distorsioni e le ineguaglianze che, anche in Europa, vivono le donne. Tuttavia, il problema non è l’impatto che ha avuto il Coronavirus nella loro vita privata e lavorativa, ma il sistema preesistente fatto di dipendenza economica, disparità salariale e barriere occupazionali. Il nostro compito oggi è quello di creare una massa critica, un movimento trasversale di opinione per costruire le basi che portino le donne a perseguire i propri sogni, libere dai condizionamenti e supportate nelle proprie scelte di vita. Le generazioni prima di noi hanno combattuto per il diritto all’aborto, il voto, il divorzio. Il nostro compito adesso è quello di combattere per tutte quelle donne ancora costrette a scegliere tra famiglia e carriera, per quelle donne che pur svolgendo lo stesso lavoro, avendo stessi titoli e uguali mansioni hanno una remunerazione diversa dettata dal possedere o meno un cromosoma y. Solo un’azione congiunta promossa ad ogni livello politico e in concerto con la società civile può realmente mettere in moto quel cambiamento, sulla carta molto spesso già avvenuto ma che stenta a veder la luce nella vita di ogni giorno”, così Isabella Adinolfi, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, durante il convegno ‘Il ruolo delle donne nella ripresa post-Covid19’, organizzato dal Parlamento europeo.

Nota stampa Europarlamentare Isabella Adinolfi – M5S

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2021 - Punto! il Web Magazine | Privacy