Quantcast
Connettiti con noi

News

Perché il marchio AAMS è così importante nei casino online

Pubblicato

il

Persona che usa il cellulare

Negli ultimi anni è stata esponenziale la crescita del settore gaming e gambling online, in tutto il mondo ma in particolare maniera in Italia. Questa nuova tendenza può essere facilmente motivata dal fattore dell’incredibile comodità garantita agli utenti: scommettendo su piattaforme di bingo online soldi veri infatti per gli utenti è possibile giocare ovunque e in qualsiasi momento in assoluta tranquillità.

Purtroppo con l’incremento di questo settore è arrivato di pari passo anche l’aumento esponenziale di tentativi di truffa sul web, e di piattaforme illegali sempre più diffuse. Ecco perché è fondamentale, nel momento in cui ci avviciniamo ad un sito di casinò online, assicurarci dell’elemento sicurezza: per praticare le scommesse virtuali dovremo infatti inserire i nostri dati, sensibili e protetti, sul circuito digitale.

Pubblicità

Che cos’è il marchio AAMS

E proprio per questo motivo la prudenza non è mai abbastanza: tutto ruota attorno a questo determinante fattore, la sicurezza. Come poter verificare allora che un sito operi effettivamente nella legalità e sia in grado di garantirci il livello di protezione necessaria alle nostre sessioni di gioco? I metodi esistono, eccome, e sono anche più semplici di quanto potremmo pensare.

Basterà spendere pochi minuti, ma anche di meno una volta che avremo fatto l’abitudine a questa pratica di controllo, e la verifica di questi siti potrà darci il via libera per utilizzare quella determinata piattaforma che avevamo scelto fin dall’inizio oppure farci capire che è meglio cambiare indirizzo web. Come è possibile? La vera e propria prova del nove è rappresentata dal marchio AAMS. Ma di cosa si tratta e che cosa significa?

Scopriamolo subito: quanto parliamo di questa sigla facciamo riferimento all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. Questa è a tutti gli effetti un organo che svolge un compito ben preciso e fondamentale proprio nell’ottica di garantire la sicurezza a tutti gli utenti che praticano gaming e gambling online. ovvero, si occupa di regolamentare e controllare il gioco in rete. Questo organo fa parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato e adesso andremo a scoprire in che modo opera.

Pubblicità

Il ragionamento alla base del prodotto finale è piuttosto semplice: l’AAMS sottopone ad un attento controllo i siti di scommesse online e decide dopo questa valutazione se riconoscerli come regolari oppure no. Nel primo caso, ad essi viene rilasciata una licenza con un numero personale. Quest’ultimo andrà esposto nella pagina principale del sito in compagnia del marchio AAMS: se quindi entrando in un sito vedremo campeggiare ben chiaro questo logo potremo avere una prima certezza ed un indizio molto importante.

Come effettuare ulteriori controlli

Non è tutto però, perché per gli utenti che volessero essere ancor più prudenti ed effettuare un controllo incrociato si apriranno le porte di un’ulteriore possibilità. Vista l’importanza e l’assoluta autorità di questo organo all’interno del campo di cui ci stiamo occupando, sarà infatti possibile anche consultare in maniera diretta il sito dell’AAMS svolgendo in questo modo una sorta di ricerca “al contrario”.

In che senso? Stiamo facendo riferimento al fatto che su questo sito è presente un elenco, il quale contiene i nominativi e gli indirizzi web corrispondenti a tutti quei siti che possiedono una regolare licenza per operare in Italia. Insomma, se la nostra piattaforma è stata riconosciuta e certificata sarà presente anche in questa lista e noi avremo occasione di saperlo ancor prima di connetterci sulla sua pagina.

Pubblicità

Per completezza è giusto ricordare che a partire dal 2012 questo settore sta subendo una leggera modifica, o meglio un aggiornamento, dal punto di vista legale e che in molti siti potrebbe comparire la sigla ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) al posto di quella AAMS: cambia la forma ma la sostanza rimane immutata in questo caso.

Nota stampa

Pubblicità