Quantcast
Connettiti con noi

Business

ULSSA/CNAL, Cura della persona: intero settore vicino al fallimento

Pubblicato

il

ULSSA CNAL cura della persona, barbieri, estetisti, parrucchieri
Foto di Markus Spiske da Pixabay

ULSSA/CNAL: Parrucchieri, barbieri, estetisti, tatuatori rappresentano il settore della cura della persona vicino al fallimento totale delle attività

Parrucchieri, barbieri, centri estetici, tatuatori sono chiusi ai sensi del Decreto del Presidente del Consiglio delle scorso 11 marzo.

Con spese da pagare, tasse varie affitto del negozio, bollette utenze varie, prodotti già ordinati,  fornitori, dipendenti,  macchinari.

Pubblicità

Senza dimenticare che devono anche mantenere le loro famiglie, i figli e tutte le spese per la casa,  affitti, utenze, beni di prima necessità, moltissimi hanno mutui e finanziamenti da pagare.

Un vero e proprio dramma sociale una enorme preoccupazione per ciò  che li attende.

La tutela della salute viene prima di tutto, ma lo stato deve pur provvedere a garantire la sopravvivenza e assicurare un salario anche questa platea di migliaia tra barbieri, parrucchieri  e estetisti, che in questa fase di emergenza, non hanno garanzia di nulla.

Pubblicità

Oltretutto, alla riapertura, e se molti potranno farlo, dovranno anche pagare tutte le spese arretrate, oltretutto sobbarcarsi anche dei costi per le spese di sanificazione e igienizzazione dei negozi.
Ci vuole un intervento mirato e preciso a garanzia di questi settori, diversamente si rischia di far  collassare un intero settore produttivo e tutta la filiera collegata ad esso, che vede coinvolti  migliaia  e migliaia  di persone, con la prospettiva di una crisi senza fine.

Segreteria Regionale della Campania  U.L.S.S.A/ C.N.A.L 
Gigi Riccardi

Pubblicità
Pubblicità
Clicca per commetare

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *