Connect with us

Politica

Qualiano sporca nonostante i rinforzi della Cooperativa

Published

on

Interrogazione presentata a Qualiano

De Luca, Di Procolo e Castaldo protocollano interrogazione. Di Procolo: Se i 12 della Cooperativa servono per raccolta dei rifiuti, chi spazza Qualiano.

De Luca, Di Procolo e Castaldo hanno protocollato un’interrogazione indirizzata al Sindaco De Leonardis presso il Comune di Qualiano.

Il protocollo riguarda i servizi affidati alla Cooperativa Sociale da parte della Qualiano Multiservizi SpA.

La Municipalizzata di Qualiano il 4 ottobre del 2019 pubblicò un avviso pubblico che recava una una manifestazione di interesse per l’individuazione di una Cooperativa Sociale di Categoria B.

La decisione fu presa perché bisognava provvedere, tra gli altri, al servizio di spazzamento.

Il personale della cooperativa individuata doveva, infatti, operare lo svuotamento differenziato dei cestini dei rifiuti secondo un cronoprogramma condiviso con la municipalizzata.

Doveva, inoltre, occuparsi della rimozione e pulizia delle campane stradali per la raccolta del vetro, riparazione e mantenimento in efficienza dei cestini stradali.

Doveva, inoltre, provvedere al riassetto del territorio e raccolta dei cosiddetti sacchetti selvaggi e, infine, rimozione dei rifiuti abbandonati identificate come micro-discariche.

La città obiettivamente agli occhi dei passanti risulta sporca e genera malcontento riversato sui social dove ha assunto evidentemente diffusione maggiore.

Tre giorni fa esattamente il giorno 8 gennaio 2020 con protocollo n°144, raccogliendo tale malcontento e esercitando il loro ruolo di controllo, i Consiglieri De Luca, Di Procolo e Castaldo hanno chiesto spiegazioni al Sindaco De Leonardis.

I consiglieri, quindi, hanno chiesto se i lavoratori della Cooperativa possano essere a bordo dei mezzi della Multiservizi e svolgere il normale servizio di raccolta dei rifiuti e se per tale mansione le loro posizioni INAIL siano in regola.

Chiedono, inoltre, in che modo si intende procedere allo spazzamento della città e, infine, le modalità con cui si intende risolvere il problema delle micro discariche presenti soprattutto in periferia.

«La città non si può dire pulita è sotto gli occhi di tutti, dire il contrario significa avere problemi di vista. Gli stessi cittadini lamentano lo stato di sporcizia quasi indecente. In aggiunta, al costo di 30mila euro, hanno preso 12 unità che sembrano impiegate nella normale raccolta dei rifiuti, mentre avrebbero dovuto svolgere il riassetto del territorio, pulizia delle campane del vetro, riparazione e mantenimento dei cestini stradali ed altro». Cosi ha risposto il Cons. Di Procolo raggiunto telefonicamente.

«Le nostre domande sono lecite perché se questi lavoratori sono impiegati a bordo nei mezzi per la raccolta, certamente non possono spazzare, rimuovere le micro discariche e quant’altro. Il sindaco – conclude Di Procolo – deve spiegarci come intende risolvere le altre criticità».

Continue Reading
Advertisement

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Rosa Capuozzo: Grazie di tutto Luigi Di Maio

Published

on

Capuozzo-DiMaio

Ecco la dichiarazioni di Rosa Capuozzo, ex sindaco M5S di Quarto, in merito alle dimissioni da Capo Politico di Luigi Di Maio.

Con le dimissioni di Di Maio  da capo politico e non da Ministro è la consacrazione che il MoVimento 5 Stelle è ormai diventato un partito politico proprio come gli alleati del PD.

Con le elezioni regionali in Emilia Romagna ed in Calabria alle porte, dove si prevede proprio una disfatta dei 5 stelle, si dimette coscientemente per non dover poi trovare giustificazioni in tal senso. 

Proprio come fa Zingaretti, vuole cambiare tutto per non cambiare niente, in pratica camminano di pari passo come al governo. Un gesto forte sarebbe stato dimettersi da entrambe le cariche, ma non chiediamo troppo, l’Italia non lo merita.

In fondo tutti dobbiamo dire grazie Luigi, grazie per tutto quello che ne hai fatto del MoVimento in questi anni. Tutti noi abbiamo il dovere morale di ringraziare Luigi Di Maio per aver distrutto le illusioni di migliaia di italiani che hanno creduto nel M5S.

Prima di tutto (come direbbe lui) chi deve ringraziarlo sono tutti i suoi amici, di Pomigliano e non, che sono stati inseriti nei posti di comando. Forse proprio in quei momenti in cui il M5S professava la meritocrazia Luigi Di Maio era distratto.

Nota Stampa Rosa Capuozzo

Continue Reading

Politica

Circumvallazione esterna Mugnano, da strada provinciale a strada urbana

Published

on

circumvallazione esterna tratto di mugnano

Sarnataro: “Grandissima svolta per la nostra città: quel tratto di Circumvallazione è diventato, infatti, il motore produttivo di Mugnano”

MUGNANO – Risultato storico dell’amministrazione Sarnataro, ottenuta la declassificazione della circumvallazione esterna da strada provinciale a strada urbana.

L’atto, che rappresenta una vera e propria pietra miliare per la città, votato in Consiglio comunale ha incassato il lasciapassare della Regione.

Il tratto di strada interessata è quello che va dalla rotonda di Villaricca fino a qualche metro dopo l’Auchan.

Con questo provvedimento – spiega l’assessore al ramo Maria Giovanna Di Marosi vogliono porre le basi per avere un territorio uniforme e non diviso da percorsi di competenza non comunale, come è stato fino ad oggi. In questo modo, sebbene aumenteranno le incombenze e gli oneri per l’Ente, vogliamo favorire lo sviluppo delle attività produttive lì presenti e tutelare chi ha scelto di investire sul territorio”.

Entusiasta il sindaco Luigi Sarnataro: “Si tratta di una grandissima svolta per la nostra città: quel tratto di circumvallazione è diventato, infatti, il motore produttivo di Mugnano, grazie anche alla nostra politica attenta e puntuale verso lo sviluppo commerciale tramite una serie di incentivi fiscali. Inoltre è un primo passo per unire il centro di Mugnano con la sua parte più periferica, quella di via Madonna delle Grazie, via Mugnano Melito e via Mugnano Giugliano, i cui residenti si sono sempre sentiti tagliati fuori da una serie di servizi. Nel prossimo programma di governo prevederemo l’installazione lungo via Pietro Nenni di semafori e attraversamenti pedonali, così che la strada possa collegare al meglio tutte le zone di Mugnano. Mi preme ringraziare – conclude il primo cittadino – tutta la mia squadra di governo, i consiglieri comunali che hanno votato l’atto, il consigliere regionale Giovanni Chianese e, soprattutto, l’assessore Di Maro che ha seguito passo passo la questione portando a casa questo risultato fondamentale per Mugnano”.

Nota Stampa Comune di Mugnano di Napoli

Continue Reading

Politica

Andrea Caso (M5S): «Dico grazie a Luigi per il lavoro fatto»

Published

on

Andrea Caso e Luigi di Maio

Ecco la dichiarazione di On. Andrea Caso a margine del discorso del Ministro Di Maio con le quali annunciava le sue dimissioni da Capo Politico M5S.

Roma, 22 gen. 2020: “Un discorso di grande profondità e levatura morale quello tenuto da Luigi Di Maio per congedarsi da Capo politico, ha dimostrato con i fatti che ai giovani occorre dare fiducia, nessuno avrebbe saputo fare di meglio, a lui la mia stima per dove ci ha condotto fino ad oggi, al 32%, al Governo, a fare provvedimenti attesi ed utili al Paese! Per i cittadini, per l’ambiente, per sanare l’ingiustizia sociale creata dai vitalizi”.

Lo dichiara il Portavoce alla Camera del MoVimento 5 Stelle, Andrea Caso, al termine del discorso tenuto al Tempio di Adriano da Luigi Di Maio.

Luigi è una grande risorsa per il MoVimento, la sua esperienza resterà fondamentale in futuro – aggiunge CasoGrazie al Movimento la politica è cambiata, l’abbiamo rinnovata da dentro e continueremo a cambiarla, mi auguro con Luigi Di Maio sempre al nostro fianco”.

Nota stampa On. Andrea Caso (M5S)

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine