Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Arresto per blocco Alta Velocità, danneggiamento alle infrastrutture ferroviarie

Pubblicato

il

Via libera a 4
foto da redazione

Arresto domiciliare per attentato alla sicurezza dell’alta velocità: Il terrorismo contro le infrastrutture ferroviarie

La Digos di Firenze ha emesso un’ordinanza cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un individuo accusato di aver attentato lo scorso 8 agosto alla sicurezza dell’Alta Velocità sulla tratta Firenze-Bologna, a Firenzuola. L’accusa riguarda il danneggiamento di un quadro elettrico, un piezometro e il relativo modem per la trasmissione dati, elementi cruciali per il monitoraggio dell’infrastruttura ferroviaria, causando così l’interruzione della linea per alcune ore

L’individuo è anche contestato per l’ipotesi di rimozione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro. Il giudice ha riconosciuto l’aggravante della finalità di terrorismo, sottolineando la gravità dell’atto che ha messo in pericolo la sicurezza delle persone e delle infrastrutture ferroviarie.

È importante notare che l’indagato era già sottoposto a custodia cautelare e si trovava attualmente sotto processo per altri sei episodi simili, avvenuti nei pressi della galleria Scheggianico, la stessa area coinvolta nell’azione dell’8 agosto scorso. La procura ha riferito che l’attentato è stato rivendicato il 14 agosto sul sito web di area anarchica ‘Il rovescio‘. Secondo la procura, l’individuo ha compiuto questo gesto e ha rivendicato l’atto come risposta a due accadimenti specifici: l’esecuzione di una misura cautelare nei confronti di 9 militanti anarchici a Carrara e lo sgombero avvenuto il medesimo 8 agosto in via Ponte di Mezzo a Firenze.

Questo nuovo sviluppo evidenzia la complessità e la gravità delle azioni che mirano a danneggiare le infrastrutture critiche del Paese. La risposta delle autorità attraverso l’emissione di un’ordinanza cautelare testimonia la ferma determinazione nel contrastare atti di terrorismo che minacciano la sicurezza pubblica e la stabilità delle infrastrutture chiave. L’individuo coinvolto sarà ora sottoposto a arresto domiciliare, mentre il processo procederà per accertare le responsabilità e garantire giustizia.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Trending