Quantcast
Connettiti con noi

Politica

Pozzuoli: accordo su depurazione Comune-Regione, scongiurato il dissesto

Pubblicato

il

Municipio di Pozzuoli sede del Consiglio Comunale

Pozzuoli: accordo Comune-Regione sui canoni di depurazione dell’acqua: finito il contenzioso che rischiava di mandare in dissesto il Comune

Pozzuoli: accordo Comune-Regione. L’Amministrazione Comunale evita il rischio dissesto per il pagamento dei canoni di depurazione alla Regione. La buona notizia è arrivata ieri dalla Corte di Appello di Napoli, che ha sentenziato la fine del contenzioso in seguito ad una transazione tra i due Enti.

La vicenda si trascinava ormai da circa 19 anni. Nel marzo 2005, infatti, Eniacqua Campania (l’attuale S.M.A. Campania) citava in giudizio il Comune di Pozzuoli per conto della Regione chiedendo di recuperare tutti i canoni di fognatura delle acque reflue dovuti a partire dal 1999. La vertenza scaturì dalle differenti modalità di calcolo adottate per il pagamento dei canoni: il Comune riteneva che la tariffa dovesse essere applicata soltanto sugli importi effettivamente versati dai cittadini, mentre la Regione sosteneva che il Comune dovesse liquidarle tutto il fatturato, dunque anche le quote per le quali i contribuenti puteolani erano morosi. 

Nel 2018, il Tribunale di Napoli condannava il Comune di Pozzuoli, obbligandolo a saldare ad Eniacqua un debito di oltre 11milioni di euro per i canoni di depurazione non pagati fino al 2005. Per i canoni di depurazione non pagati dal 2006 in poi, si prospettava dunque un esborso, da parte del Comune, tale da creare un contraccolpo gravissimo alle casse del Municipio, con maggiori costi per decine di milioni di euro che, non presenti in bilancio, avrebbero potuto determinare perfino il rischio di un dissesto finanziario.

Una situazione che si profilava drammatica anche alla luce del rigetto, avvenuto nel 2020, da parte della Corte d’Appello di Napoli, della sospensione dell’esecutività della sentenza di primo grado, richiesta dagli uffici comunali. Nessun esito ebbe peraltro anche il successivo tentativo da parte dei legali e dei dirigenti del Municipio per arrivare ad un accordo con la Regione.

La controversia si è sbloccata grazie all’impegno del sindaco Gigi Manzoni che, attraverso una fitta rete di contatti politici e dirigenziali conl’Amministrazione Regionale, è riuscito ad ottenere l’apertura di un tavolo di lavoro che (con il contributo dei dirigenti della fiscalità locale, dell’acquedotto, della ragioneria e dell’avvocatura) ha portato ad un accordo con cui il debito residuo del Comune nei confronti della Regione è stato enormemente ridotto, mantenendolo nei limiti di un importo complessivo sostenibile dal bilancio municipale.

Un risultato straordinario – commenta il sindaco Manzoniottenuto quando ormai sembrava inevitabile una condanna che avrebbe potuto far cedere il nostro bilancio. Un traguardo frutto della buona Amministrazione, quella che mette insieme i migliori rapporti con i vertici istituzionali degli Enti sovraordinati e le migliori risorse presenti nella dotazione organica di questo Ente. Una vittoria di tutti, del Comune di Pozzuoli e dei cittadini che potranno continuare a beneficiare di un bilancio solido e in grado di offrire loro i servizi cui hanno diritto”.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Trending