Quantcast
Connettiti con noi

Entertainment

“Otto regni. La furia del vento, il sussurro dell’acqua” di Daniele Iannetti

Pubblicato

il

otto regni

In Otto regni. La furia del vento, il sussurro dell’acqua, Iannetti ci racconta lo sbilanciamento tra ordine e caos

Casa Editrice: Edizioni del Faro
Genere: Romanzo fantasy
Pagine: 345
Prezzo: 19,00 €

“Otto regni. La furia del vento, il sussurro dell’acqua” di Daniele Iannetti è un romanzo fantasy ricco d’azione e di colpi di scena, primo volume di una saga che racconta le avventure di Piro e dei suoi sette, inseparabili amici Elettro, Reiji, Nato, Siria, Leyla, Fannì e Blù.

È un emozionante e magico viaggio attraverso otto regni dominati ognuno da un elemento naturale. In questo primo volume, infatti, l’autore si concentra sul reame del vento e su quello dell’acqua, rispettivamente Ahrìa e Mereà.

L’autore ha costruito delle ambientazioni solide e originali per narrare la storia degli otto ragazzi che, appena diciottenni, scoprono di essere stati i regnanti degli otto reami, e di essere poi stati esiliati sul pianeta Terra e privati dei loro ricordi e dei loro poteri.

Nell’universo immaginato dall’autore vi erano in principio il regno della luce e dell’ordine, Oraèh, e quello delle tenebre e del caos, Thèros; all’aumentare della popolazione, il regno della luce generò altri otto mondi in cui instaurare otto reami, in ognuno dei quali prevaleva un elemento:

«Presso Fòhò vi era il dominio del fuoco, a Elthrò l’elettricità, ad Ahrìa il vento, nel mondo di Therà la terra, a Glasìo il ghiaccio, nel regno di Mereà l’acqua, in quello di Tèmpò il tempo e presso Ròss il sangue. Ogni creatura, che padroneggiasse o meno l’elemento di quel luogo, poteva viaggiare liberamente fra i mondi attraverso portali di collegamento impregnati di magia, cosicché tutti vivevano in armonia e pace».

Inoltre, i cittadini di ogni regno scelsero il proprio sovrano fra coloro che sapevano maneggiare meglio l’elemento dominante, ribattezzandolo Primì. Tutto sembrava perfetto finché il reame delle tenebre, assetato di potere, non mosse battaglia a quello della luce: fu una lunga guerra, durante la quale in ogni regno erano sorte fazioni che combattevano per la luce e altre che parteggiavano per le tenebre.

Ed ecco che torniamo agli otto ragazzi, i Primì che erano stati in guerra per difendere le loro terre, e che erano stati esiliati per pagare le loro colpe.

Ora, però, i loro regni li richiamano a sé: l’equilibrio tra ordine e caos è minacciato da un esercito infernale proveniente dal mondo dei morti, chiamato Morthìa, e ciò porterà alla distruzione della vita su ognuno dei reami.

In questo primo volume conosciamo gli otto protagonisti e cominciamo a scoprire la natura dei loro poteri; l’autore si concentra principalmente su Piro, che avrà la grande responsabilità di guidare tutti gli altri e di prendere decisioni difficili per il bene e la salvezza di tutti.

Link di vendita

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Trending