Quantcast
Connettiti con noi

Business

Extraprofitti, Codacons: ingerenza BCE inaccettabile

Pubblicato

il

Perché la BCE aumenta i tassi

La BCE pronta ad inviare una lettera al Governo. Codacons: ingerenza incomprensibile e inaccettabile, misura già approvata in altri Paesi e giustificata dai lauti guadagni delle banche. Se necessario l’associazione denuncerà la Lagarde per ingerenza indebita in affari dello Stato.

Il Codacons attacca la Bce e Christine Lagarde, che a quanto risulta criticherebbero il merito e il metodo della tassa sugli extraprofitti delle banche: una misura sacrosanta alla luce dei lauti guadagni di questi ultimi mesi. L’Associazione – che se necessario denuncerà la Bce, nella persona della stessa Lagarde, per ingerenza indebita in affari dello Stato – parla, rispetto all’intervento della Bce, di ingerenza inaccettabile: queste interferenze rispetto a una misura sacrosanta sono infatti del tutto fuori luogo. Che le banche abbiano maturato extraprofitti grazie all’aumento dei tassi di interesse deciso proprio dalla Banca Centrale Europea di Christine Lagarde è infatti assolutamente certo: i profitti bancari sono aumentati del 63% nei primi sei mesi dell’anno rispetto al semestre dell’anno precedente, già di per sé favorevole. Anche per questo, l’Italia è soltanto uno degli ultimi Paesi in Europa ad aver introdotto una tassa sugli extraprofitti delle banche, per aiutare i titolari di mutui. Non si capisce quindi perché mai la Bce debba mettersi di traverso proprio in questa circostanza, contestando o impedendo l’adozione di una misura di basilare equità e giustizia sociale.

“Il sospetto avanzato da alcuni osservatori è che la Bce non perda occasione di contestare le misure del Governo per fare pressione sull’Italia che non vuole sottoscrivere il fondo MES”, dichiara il presidente Carlo Rienzi. “Speriamo che non sia così, e soprattutto che l’istituto guidato da Christine Lagarde capisca che in Italia c’è bisogno di provvedimenti coraggiosi e incisivi, da applicare subito, per uscire da una situazione economica che dopo tanti mesi di inflazione alle stelle comincia a farsi davvero pericolosa”, conclude.

Nota stampa Codacons Campania

Pubblicità