Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Imprenditore balneare minacciato rinuncia a concessione a Pozzuoli

Pubblicato

il

Imprenditore baleneare minacciato

Imprenditore balneare minacciato rinuncia alla concessione balneare in Località Licola: il Sindaco e Assessore consegnano tutto ai Carabinieri

Imprenditore balneare minacciato rinuncia alla concessione. Il fatto è diventato pubblico ieri mattina quando il Sindaco di Pozzuoli, Gigi Manzone e l’Assessore al Governo del Territorio, Giacomo Bandiera, si sono recati presso la Compagnia Carabinieri di Pozzuoli al fine di segnalare il contenuto di una pec inviata al comune da un imprenditore balneare. A diffondere la notizia una comunicazione del Comune di Pozzuoli.

Nella missiva l’uomo ha comunicato all’Amministrazione comunale di aver rinunciato all’affidamento in gestione di un tratto di spiaggia libera, identificato agli atti del banco SAL 7 in Località Licola. 

Pubblicità

Nel documento inviato con posta elettronica certificata e ricevuto il 4 agosto sera dal Primo cittadino, l’imprenditore ha annunciato, infatti, “la propria indisponibilità ad accettare l’incarico in associazione temporanea di impresa con l’associazione Terzo Millennio” denunciando di aver subìto “minacce e taglieggiamenti vari” da parte di “soliti personaggi che oramai la fanno da padroni” in una “zona diventata una vera e propria polveriera”.

Il sindaco Manzoni e l’assessore Bandiera hanno consegnato il testo della pec ai Carabinieri (unitamente a tutta la documentazione inerente la convenzione tra l’Amministrazione Comunale e la ditta individuale in questione) affinché si possa fare piena luce sugli episodi denunciati dall’assegnatario.

Lascia un like su Facebook e seguici su Twitter

Pubblicità

Pubblicità