Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Disordini partita Napoli-Lecce: arrestati due ultras ospiti

Pubblicato

il

Disordini partita Napoli-Lecce

Disordini alla partita Napoli-Lecce. Scontro tra ultras leccesi e Polizia. Finiscono in carcere i presunti autori delle violenze

Al termine della partita Napoli-Lecce del 31 agosto scorso, al “Maradona” si sono verificati disordini al termine dell’incontro. Un gruppo di tifosi leccesi ha tentato di sfondare il cordone di polizia posto a chiusura delle scale.

Il fine della chiusura era quello di permettere un deflusso dei tifosi ordinato ed evitare criticità. I tifosi del Lecce hanno attuato il tentativo di sfondamento prima con sputi ed insulti nei confronti delle forze dell’ordine, poi con calci, pugni e cinghiate tali da procurare contusioni ad un poliziotto.

Pubblicità

Il giorno seguente, grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti presso lo stadio “Diego Armando Maradona”, le DIGOS della Questura di Napoli e di Lecce con i loro colleghi del Commissariato San Paolo hanno identificato alcuni dei presunti e probabili autori dei disordini e delle violenze.

Si tratterebbe – secondo una nota della Questura – di due uomini appartenenti alle frange più violente della tifoseria ultras leccese. La Polizia li ha arrestati per resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Uno di essi anche per uso di materiale pericoloso. Successivamente li hanno tradotti presso il carcere di Borgo San Lorenzo di Lecce.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Pubblicità