Quantcast
Connettiti con noi

Entertainment

“Meglio Fare 100 Cose Bene che una Male. Come diventare un creativo multifunzionale”

Pubblicato

il

Meglio Fare 100 Cose Bene

“Meglio Fare 100 Cose Bene che una Male. Come diventare un creativo multifunzionale” il primo libro del regista Max Nardari

Casa editrice: Edizioni Bookness
Genere: Narrativa motivazionale/autobiografica
Pagine: 148
Prezzo: 13,90 €

“Meglio Fare 100 Cose Bene che una Male. Come diventare un creativo multifunzionale” è la nuova opera di Max Nardari, un uomo e un artista sfaccettato, che nella sua vita ha sperimentato il cinema e la musica, e non solo, e ne ha fatto un lavoro che gli dà anche molte soddisfazioni.

Egli è infatti regista, cantautore, sceneggiatore, scrittore e produttore cinematografico, e ha fondato una casa di produzione indipendente, la Reset Production, in cui si occupa sia di cinema che di musica. Oltre a produrre i suoi film, infatti, realizza i suoi brani e anche le colonne sonore dei suoi film.

In questo libro l’autore parla del suo percorso personale e artistico dalla prospettiva del “creativo multifunzionale”. Ciò, infatti, vuol dire applicarsi con profitto in diversi campi artistici e portare avanti progetti anche molto distanti l’uno dall’altro. Come riuscirci però senza perdersi e senza correre il rischio di non concretizzare?

Ci pensa questo testo a darci le risposte, presentando l’esperienza dell’autore e mostrando come sia possibile trovare e focalizzare le proprie energie per realizzare i propri sogni, senza arrendersi mai. «In questo libro racconto aneddoti personali, esperienze a volte anche dolorose, che però mi hanno portato a riflettere profondamente sul senso della vita, e in particolare sull’importanza del processo creativo».

Un aspetto interessante risiede nella scelta dell’autore di praticare il buddismo da più di due decenni, che gli ha insegnato che si può essere resilienti nella vita, e che se anche cadiamo, possiamo riuscire a rialzarci sempre.

«Vince quindi chi ha caparbietà, capacità di resilienza, e chi riesce a sopravvivere agli ostacoli. Vince chi riesce a superarli, concentrandosi sulle motivazioni che spingono ad andare avanti. Vince chi riesce a non farsi sviare dai pensieri negativi che portano a dubitare di sé stesso. Vince infine chi riesce a maturare non solo creativamente, ma anche umanamente e spiritualmente, cogliendo le difficoltà come un’opportunità di crescita e non solo come un problema».

Per poter essere un creativo multifunzionale c’è bisogno di passione e fede in ciò che si fa, e poi si necessita di una strategia, per organizzare le risorse che si hanno a disposizione.

Non meno importante è la sana abitudine a mantenersi costantemente in contatto con le proprie emozioni, e saperle decifrare e controllare.

Solo così si può essere dei creativi a tutto tondo, pronti, grazie all’esempio di Max Nardari, a mettere in pratica i nostri talenti e a lottare per realizzare i nostri sogni.

Link di vendita

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Trending