Connect with us

News

Napoli, rubano Rolex da 10mila euro a un turista: arrestati

Published

on

All’esito delle indagini il personale della Squadra Mobile ha recuperato la refurtiva che è stata riconsegnata alla parte offesa

Nella mattinata odierna, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Napoli, personale della Squadra Mobile ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, nei confronti di M.M. nato a Napoli il 10.06.1991 e D.R.E. nato a Napoli il 20.11.1995 gravemente indiziati dei reati di rapina aggravata e lesioni aggravate. 

La sera del 20 luglio u.s. in Corso Arnaldo Lucci è stata perpetrata la rapina di un orologio marca Rolex del valore di circa 10000 euro a danno di un turista inglese;  la vittima è stata scaraventata al suolo riportando una ferita lacero contusa alla testa suturata con 3 punti.

L’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli ha ricostruito le fasi antecedenti e successive al reato, delineando il modus operandi dei presunti rapinatori che hanno seguito la vittima per circa 20 minuti in attesa del momento propizio per agire.

La parte offesa, in visita nella città di Napoli per partecipare ad un meeting degli operatori delle basi NATO d’Europa, è stata dapprima individuata nel centro storico e pedinata in ogni suo spostamento fino al Corso Arnaldo Lucci ove è stata aggredita con una mossa fulminea da un giovane che, dopo avergli strappato con violenza l’orologio dal polso, è stato raggiunto da un complice a bordo di uno scooter con il quale si è dato alla fuga.

All’esito delle indagini il personale della Squadra Mobile ha recuperato la refurtiva che è stata riconsegnata alla parte offesa.    

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Caivano, dall’auto strappa zaino a donna e la trascina

Published

on

Carabinieri-Archivio-Vettura

Arrestato dai Carabinieri di Caivano un 43enne di San Nicola La Strada per rapina e lesioni

I Carabinieri della Tenenza di Caivano hanno arrestato G. S., un 43enne di San Nicola La Strada già noto alle forze dell’ordine.

Ad emettere il provvedimento di arresto l’ufficio del Gip del Tribunale di Napoli Nord, su richiesta della locale procura.

Il 43enne è gravemente indiziato dei delitti di rapina e lesioni commessi ai danni di una donna 40enne.

L’uomo, a bordo della sua auto, ha afferrato in corsa lo zaino che la donna portava a tracolla, trascinandola per alcuni metri e procurandole lievi ferite.

Le analisi delle immagini dei video di sorveglianza hanno così permesso ai militari dell’Arma di individuare la targa del veicolo e tracciarne il percorso.

Ciò ha permesso di risalire al 43enne che attualmente è in carcere. A diffondere la notizia dell’arresto un comunicato del Comando Provinciale Carabinieri Napoli.

Continue Reading

News

Giugliano ressa al Comune per le tessere elettorali

Published

on

Ressa al Comune di Giugliano
L'attesa dei Cittadini all'ingresso del Comune

File ed assembramenti al Comune di Giugliano per la tessera elettorale necessaria per esercitare il voto il 20 e il 21 settembre

Un lunga fila di persone ed una lunga attesa per ritirare le tessere elettorali al fine di esercitare il diritto di voto il 20 e il 21 settembre prossimo.

Tra smarrimenti e mancati recapiti del documento, lo scenario al comune di Giugliano in periodi di Covid non è dei migliori. Registrati, infatti, assembramenti di persone davanti il portone d’ingresso del Palazzo del Comune.

Montano le polemiche soprattutto sui social relativamente al fatto che, nonostante il personale ridotto a causa del lockdown, vi sarebbe stato abbastanza tempo per stamparle e recapitarle a casa dei nuovi residenti.

Comunque durante le elezioni gli uffici del comune preposti sono sempre disponibili ai cittadini per espletare la consegna della tessera elettorale. In caso di smarrimento è necessaria la denuncia.

Continue Reading

News

Pomigliano: scoperta“fattoria” abusiva in discarica a cielo aperto

Published

on

Pony trovato nella fattoria abusiva a Pomigliano

I Carabinieri hanno trovato un ciclomotore con matricola punzonata, animali da cortile in pessime condizioni igieniche e una pianta di marijuana e persino un Pony

Proseguono i controlli dei Carabinieri nell’Area Nord della Provincia di Napoli su disposizione del comando provinciale nella lotta al fenomeno legato allo smaltimenti illecito di rifiuti.

A Pomigliano d’Arco i militari della locale Stazione Carabinieri insieme a quelli della Stazione Carabinieri Forestali di Marigliano hanno denunciato per maltrattamento di animali, detenzione fauna selvatica patrimonio dello Stato, ricettazione, smaltimento illecito, abbandono di rifiuti e detenzione di sostanze stupefacenti i coniugi B.E. (50enne del luogo, nullafacente, pregiudicato) e M.A. (46enne del luogo casalinga, incensurata).

I militari hanno rinvenuto e sequestrato rifiuti speciali in un terreno di 450 metri quadri occupato abusivamente: c’erano scarti ferrosi, rifiuti edilizi e elettrodomestici.

Nel tempo i rifiuti erano stati accantonati e, in parte, interrati in un pozzetto di cemento. Rinvenuti e sequestrati anche un ciclomotore senza targa e con la matricola del telaio punzonata, una pianta di “marijuana”.

Nello stesso fondo i Carabinieri hanno trovato tre tartarughe, un cardellino e degli animali da cortile (anatre, polli e cuccioli di cane) tenuti in gabbie sporche, in pessime condizioni igieniche senza acqua e mangime.

Trovato, infine, un pony, costretto in un piccolo recinto che non gli consentiva libertà di movimento. L’area è stata sequestrata e gli animali affidati a varie associazioni che se ne prenderanno cura.

Nota stampa Comando Provinciale Carabinieri Napoli

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy