Connect with us

News

ARPAC: Acque di balneazione in Campania, completati i prelievi di giugno

Published

on

Imbarcazioni per il campionamento Arpac

Da un’analisi complessiva emerge un miglioramento sempre più evidente di alcune acque di balneazione

Arpac ha completato i controlli mensili di giugno sulla qualità delle 328 acque di balneazione in cui è suddiviso il litorale campano. Nonostante l’inizio del monitoraggio sia stato posticipato quest’anno al 25 maggio a causa dell’emergenza Covid-19, l’Agenzia ha già visitato due volte tutti i punti di prelievo, effettuando i cosiddetti controlli “pre-stagionali” e poi i controlli del mese di giugno.

L’Agenzia ha già prelevato 756 campioni e ha analizzato i parametri batteriologici (Escherichia Coli ed Enterococchi intestinali) ritenuti dall’Oms indicatori di inquinamento fecale e pertanto determinanti la balneabilità. Come di consueto, tutti i dati del monitoraggio vengono diffusi in tempo reale attraverso il sito web dell’Agenzia e attraverso l’App “Arpac Balneazione” per dispositivi mobili.

Al di là dell’analisi dei parametri batteriologici, l’Agenzia ha effettuato questo mese prelievi a Salerno (“Torrente Mariconda”), Monte di Procida (“Capo Schiano”) e Maiori (“Spiaggia Maiori 1”), in seguito a osservazioni o segnalazioni di presenza di schiume e/o anomalie, per la ricerca di parametri aggiuntivi quali idrocarburi, fitoplancton e tensioattivi, indicatori di contaminazione da scarichi civili: in tutti questi casi non è stata riscontrata contaminazione.

Per quanto riguarda i parametri batteriologici, gli esiti dei campionamenti sono tutti favorevoli, tranne che in alcuni tratti di costa, per lo più classificati come “scarsi” e quindi già in precedenza non idonei alla balneazione.

Una criticità si registra ad Amalfi, dove in esito al prelievo dello scorso 15 giugno l’area “Spiaggia delle Sirene”, classificata come “buona”, è da considerare temporaneamente non idonea alla balneazione. Già due volte, dall’avvio della stagione 2020, questo tratto ha registrato esiti sfavorevoli che hanno determinato l’emissione dei provvedimenti di divieto alla balneazione da parte del sindaco competente. A tutt’oggi sono in itinere indagini congiunte tra il Comune e il Dipartimento Arpac di Salerno, competente per territorio, per conoscere ed eventualmente rimuovere le cause che hanno determinato l’inquinamento.

È stato riammesso invece alla balneazione il tratto “Marina di Cetara” a Cetara (Salerno), sempre in Costiera amalfitana, in seguito all’attuazione delle procedure di legge previste dal decreto ministeriale 30 marzo 2010, attuativo del decreto legislativo 116/08. Il completamento della condotta sottomarina che conferirà i reflui dell’impianto di depurazione consortile di Salerno e gli interventi di razionalizzazione delle linee fognarie sottostanti il tratto tombato del torrente Cetus, documentati dal Comune di Cetara, sono stati ritenuti dalla Regione elementi in linea con i principi sanciti dalla norma che disciplina la gestione delle acque scarse. Queste azioni di risanamento, congiuntamente all’esito favorevole del controllo Arpac del 16 giugno, hanno reso possibile revocare il divieto di balneazione e l’acqua è stata ripristinata all’uso balneare come acqua “di nuova classificazione”, fino al completamento dei dati utili all’attribuzione della classe di qualità.

Caso analogo si era verificato il mese scorso per l’area, storicamente “scarsa”, del comune di Sapri, denominata “Lungomare di Sapri”. A conferma del miglioramento della qualità di questa acqua di balneazione, l’esito del prelievo mensile di giugno è risultato nei limiti normativi.

Da un’analisi complessiva emerge un miglioramento sempre più evidente di alcune acque di balneazione, probabilmente dovuto a una migliore gestione dei sistemi fognari e alla messa in atto di tutta una serie di azioni intraprese negli anni, in particolare lungo il litorale domizio e nell’area vesuviana, quale conseguenza della sinergia dei diversi enti istituzionali coinvolti. Ad esempio, le acque che erano “scarse” nel 2017, afferenti ai Comuni di  Ercolano, Atrani, Eboli, Minori e San Giovanni a Piro, trascorsi i tempi per la determinazione della classe,  sono risultate di  qualità “buona” per la stagione 2020, dopo che erano già state riammesse, negli anni scorsi, alla balneazione come acque “di nuova classificazione”, inseguito agli interventi di risanamento messi in atto dalle amministrazioni comunali.

Nota stampa ARPAC

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Grumo Nevano: Carabinieri arrestano 32enne per tentato omicidio

Published

on

Verttura Carabinieri
Foto Archivio

I fatti risalgono alla notte del 28 giugno nel comune di Casandrino quando l’uomo avrebbe aggredito, delle persone con mazze e bastoni

I Carabinieri della Stazione di Grumo Nevano hanno arrestato questa notte – su disposizione del Tribunale di Napoli Nord a seguito della richiesta della locale Procura della Repubblica – N. R., 32enne di Sant’Antimo già noto alle forze dell’ordine.

Il provvedimento del Tribunale è scaturito a seguito delle indagini svolte dai carabinieri della Stazione di Grumo Nevano coordinati dalla Procura: il 32enne è ritenuto gravemente responsabile di tentato omicidio e lesioni personali aggravate insieme al complice F.L. ( 31enne di Casandrino) già sottoposto a fermo il 28 giugno scorso.

I fatti risalgono alla notte del 28 giugno nel comune di Casandrino e l’uomo avrebbe  – per questioni verosimilmente riconducibili alla spaccio di droga – aggredito, insieme a F.L., delle persone di origine nigeriana con mazze e bastoni.

L’arrestato, che fino a questa notte si era reso irreperibile, è stato tradotto al carcere.

Nota Stampa Carabinieri

Continue Reading

News

Variante al PUC, prorogato al 15 luglio il termine per presentare contributi e proposte

Published

on

Comune_di_Benevento_1
Foto Archivio

Lo rende noto l’assessore all’Urbanistica, Raffaele Romano

L’assessore all’Urbanistica, Raffaele Romano, rende noto che, a seguito della pubblicazione dell’avviso pubblico con cui si invitavano i cittadini e le associazioni a fornire contributi, suggerimenti e proposte al fine di condividere le strategie della variante al PUC, sono pervenute numerose richieste di proroga dei termini per la consegna del questionario. Pertanto, l’Amministrazione comunale ha deciso di prorogare i termini al 15 luglio 2020.

I cittadini e i soggetti pubblici e privati interessati potranno quindi far pervenire i propri contributi al Settore Urbanistica entro le ore 12 del 15 luglio mediante trasmissione degli stessi a mezzo Pec all’indirizzo variantepuc@pec.comunebn.it, o a mezzo mail all’indirizzo variantepuc@comunebn.it.

A tal proposito l’assessore Romano ricorda anche che il questionario è rinvenibile sulla homepage del sito web del Comune di Benevento (www.comune.benevento.it) alla voce “Variante Piano Urbanistico Comunale”.

Nota Stampa Comune di Benevento

Continue Reading

News

Poggiomarino: controlli dei Carabinieri sui cantieri, 3 persone denunciate

Published

on

Foto Nota Stampa

Sono state elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 150mila euro e, inoltre, sono stati individuati 5 lavoratori irregolari

I carabinieri della Stazione di Poggiomarino e del Nucleo Operativo del Comando carabinieri per la tutela del lavoro, hanno denunciato 3 titolari di imprese edili, responsabili di plurime violazioni penali in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, accertate nel corso di un controllo su un cantiere di edilizia privata in via Tortorelle.

Le violazioni sono riferite alla mancata adozione delle misure organizzative e tecniche necessarie a  garantire la sicurezza degli operai, con particolare riguardo all’allestimento dei ponteggi, allo stoccaggio dei materiali, alla presenza di aperture nel vuoto e alla viabilità di cantiere.

I ponteggi sono stati posti sotto sequestro e sono state elevate prescrizioni penali per un totale di 70mila euro.

Ulteriori sanzioni amministrative sono state elevate per un importo complessivo di 150mila euro. Al momento dell’accesso sono stati inoltre individuati 5 lavoratori irregolari.

I controlli dei carabinieri proseguiranno nelle prossime settimane.

Nota Stampa Carabinieri

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy