Connect with us

News

Giorno del Ricordo: si commemorano le vittime delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata

Published

on

Una foto storica che ritrae alcune vittime delle foibe recuperate

La storia insegna a non commettere gli stessi errori. È importante avere memoria e non dimenticare errori ed orrori commessi in nome delle ideologie

Con la legge n°92 del 30 marzo 2004 in Italia è stato istituito nella giornata del 10 febbraio di ogni anno il “Giorno del ricordo“, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata.

Dire foiba è diverso dal dire foibe, vediamo di cogliere le differenze delle parole sebbene l’una sia il singolare dell’altra.

Foiba: Depressione carsica a forma di grande conca chiusa, derivata dalla fusione di più doline, sul fondo della quale si apre una spaccatura che assorbe le acque.

Foibe: Fosse comuni per l’occultamento dei cadaveri delle vittime di rappresaglie militari e di assassini politici, con particolare riferimento agli eccidi compiuti dai partigiani iugoslavi in Istria, Dalmazia e Venezia Giulia nell’ultima fase della seconda guerra mondiale e nell’immediato dopoguerra.

Ecco come cambia la definizione di un fenomeno naturale a seconda dell’uso che ne vogliono fare gli uomini.

Ogni 10 febbraio ricade la commemorazione delle vittime che furono barbaramente uccise nell’ultima fase della Seconda Guerra Mondiale e nell’immediato dopo guerra. Ad operare questi eccidi i partigiani jugoslavi nelle zone in Istria, Dalmazia e Venezia Giulia.

Un periodo storico dove l’umanità non ha certamente mostrato il meglio di se; un periodo storico dove l’odio ha preso il sopravvento sulla ragione.

Vi fu una vera e propria di pulizia etnica attuata nei confronti di cittadini italiani che furono, nella migliore delle ipotesi fucilati e gettati nel crepaccio carsico.

Vi è chi racconta che, in alcuni casi per rendere più veloci le esecuzioni, ad essere fucilato fosse solo il primo della fila che cadendo trascinava gli altri ancora vivi di sotto dato che erano legati gli uni agli altri anche con filo metallico. Ovviamente, nella caduta di diverse decine di metri, nel caso fossero scampati alla morte, sarebbero comunque periti per le gravi ferite riportate, come del resto riscontrato dalle salme portate alla luce negli anni a seguire.

Contemporaneamente iniziò emigrazione massiva dalla iugoslavia. Le popolazioni di origine italiana perseguitate ed impaurite si mossero verso l’Italia e il Governo dell’epoca si adoperò a contenere l’esodo. Si stima che i giuliani, i quarnerini e i dalmati italiani che emigrarono dalle loro terre di origine ammontino a un numero compreso tra le 250.000 e le 350.000 persone tra il 1945 e il 1956. Molti di essi si stabilirono nel Nord-Est altri emigrarono in Europa e nel resto del mondo.

In Italia, seppure in un contesto storico dove la società italiana era lacerata violentemente dalle ideologie politiche, si verificarono comportamenti ignobili nei confronti degli esuli riportati in diversi testi. In particolare si parla del “Treno della vergogna”, un convoglio di esuli ai quali alcuni operai, radunatisi presso la stazione di Bologna, impedirono che fossero consegnati alcun tipo di generi di conforto. La motivazione è da ricercarsi nell’assunto che, siccome gli esuli giuliano-dalmati scappavano dalla Jugoslavia comunista, erano certamente dei fascisti.

Da sempre l’ideologia politica ha portato a divisioni fino ad innescare vere e proprie guerre tra poveri fino alle estreme conseguenze. La storia insegna a non commettere gli stessi errori e per questo è importante avere memoria e non dimenticare gli errori e gli orrori commessi in nome delle ideologie. Ciò che lascia maggiormente sgomenti e come in Italia si continui a fare propaganda su morti di uno dei più tristi periodi della storia.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

News

Truffano anziana ad Ischia, arrestati

Published

on

Truffano una donna anziana ad Ischia. I due, un 21enne e un 26enne, avevano inscenato la truffa del finto corriere

Truffano una donna anziana ad Ischia. Il fatto è accaduto l’otto agosto pomeriggio, quando gli agenti del locale Commissariato sono intervenuti in via Leonardo Mazzella. La segnalazione della centrale operativa parlava di una truffa ai danni di una persona anziana.

Giunti sul posto i poliziotti hanno notato un uomo nei pressi dell’abitazione della donna. Si dirigeva verso il porto dove, insieme ad un altra persona che lo attendeva, ha acquistato dei biglietti per imbarcarsi.

Gli agenti, con il supporto dei loro colleghi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno bloccato i due, trovandoli in possesso di 1965 euro.

In quei frangenti, presso gli uffici del Commissariato, si è presentata l’anziana donna. La signora ha raccontato di aver consegnato 2000 euro ad un postino. Poco prima aveva ricevuto la telefonata di un uomo che, spacciandosi per il nipole, l’aveva avvertita della visita del corriere e di corrispondergli la somma di denaro per la ricezione di un pacco.

La classica truffa ai danni di anziani che carpisce la buona fede delle persone più fragili.

Gli agenti hanno così arrestato per truffa aggravata un 21enne napoletano e un 26enne giuglianese. Consegnato alla vittima il denaro.

Iscriviti al nostro canale telegram

Sostieni il Punto! acquistano uno zaino scuola

Continue Reading

News

Droga a Pianura, arrestato 32enne vicino al clan Calone

Published

on

Droga a Pianura, l’indagato era sfuggito alla cattura lo scorso luglio quando gli agenti della Squadra Mobile arrestarono altri indagati

Droga a a Pianura in manette narcos del clan Calone. l’otto agosto gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ad emettere il provvedimento il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale DDA.

A finire in manette per effetto della misura cautalere Cesare Divano, 32enne di Napoli. L’uomo è ritenuto gravemente indiziato dei reati di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e di detenzione finalizzata alla vendita di droga. Il tutto aggravato dal metodo mafioso e dal fine di agevolare il clan Calone-Esposito-Marsicano. Il sodalizio criminale in contrapposizione al gruppo criminale operante sullo stesso territorio e riconducibile ad Antonio Carillo.

L’indagato è sfuggito alla cattura durante l’operazione condotta dalla Squadra Mobile nello scorso mese di luglio. In quell’occasione gli agenti arrestarono altre persone, presunte appartenenti alle due consorterie criminali.

Il provvedimento eseguito oggi è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari. Contro di essa sono ammesse impugnazioni. Il destinatario è una persona sottoposta ad indagini, quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Sostieni il Punto! acquistando uno zaino scuola

Continue Reading

News

Ambiente, Galleria Spinelli tra Quarto e Pozzuoli, risolti problemi da SMA Campania

Published

on

Ambiente Galleria Spinellii

Ambiente, la Regione Campania interviene sulla Galleria Spinelli. I cittadini ritorneranno a respirare un’aria salubre grazie agli interventi svolti da SMA Campania.

La Galleria Spinelli nei Comuni di Quarto e Pozzuoli, in provincia di Napoli, torna a nuova vita. Sul collettore del comune campano un’opera certosina è stata realizzata dalla Regione Campania con tempi record dei lavori realizzati sul campo dalla Sma.

chromLo annuncia una nota stampa la stessa società. Messi in campo tecnici e operatori del settore che hanno costruito una nuova derivazione e una sorta di parete che evita l’immettersi dei reflui nel canale di raccolta di acqua piovana.

Quest’ultimo, infatti, come si legge nella nota, era costantemente inquinato da tempo da scarichi abusivi. I lavori hanno fatto si da dividere i flussi, dirottando i reflui degli scarichi abusivi direttamente nel depuratore, proteggendo l’ambiente e i cittadini.

Gli scarichi abusivi esistono ancora ma con l’intervento della Regione Campania attraverso Sma giungono depuratore.

“Il lavoro commissionato dalla Regione a Sma è stato importantissimo per evitare che i reflui finissero in mare. La Regione ha investito per risanare una criticità ambientale che si ripercuoteva sui cittadini della zona in particolare per i cattivi odori. Ci siamo riusciti e ci riteniamo soddisfatti del risultato e per come è stato svolto il lavoro che continueremo a monitorare nei prossimi giorni”. Così dichiarano Tommaso Sodano, Fiorella Zabatta e Antonio Capasso, rispettivamente Presidente e componenti del CdA Sma.

Da oggi, grazie agli interventi decisi dalla Regione e messi in pratica dal lavoro puntuale degli operai e dei responsabili della Sma Campania, i residenti del quartiere Monteruscello di Pozzuoli e di Quarto potranno tornare a godere dei propri spazi e di un’aria pulita. e il rischio che quel flusso d’acqua possa finire in parte in mare, è scongiurato.​

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Sostieni il Punto! acquistando l’agenda del docente

Continue Reading

News

Alto impatto a Ponticelli, identificate 122 persone

Published

on

Foto Repertorio

Alto impatto a Ponticelli, identificate 122 persone, controllati 73 veicoli e contestate 17 violazioni del Codice della Strada

Ieri gli agenti del Commissariato Ponticelli e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania e delle unità cinofile della Guardia di Finanza, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nel quartiere Ponticelli.

Nel corso dell’attività gli operatori hanno identificato 122 persone, di cui 32 con precedenti di polizia, controllati 73 veicoli, di cui 2 sottoposti a fermo amministrativo e 6 sottoposti a sequestro amministrativo, contestate 17 violazioni del Codice della Strada per mancata esibizione dei documenti di circolazione, mancata copertura assicurativa, mancanza della revisione periodica e guida senza casco protettivo e ritirate 2 patenti di guida; inoltre, hanno denunciato un 45enne per guida senza patente avendo reiterato la violazione nel biennio.

Ancora, i poliziotti hanno intimato l’alt in via Filichito a Volla ad un ragazzo a bordo di uno scooter che, alla loro vista, ha accelerato la marcia per eludere il controllo.

Ne è nato un inseguimento nel corso del quale il conducente ha abbandonato il veicolo proseguendo la fuga a piedi fino a quando, giunti in via Monteoliveto a Volla, è stato, non senza difficoltà, bloccato e trovato in possesso di un involucro di marijuana.

Gli operatori hanno altresì accertato che lo scooter era rubato e pertanto hanno denunciato il giovane, un 17enne napoletano, per ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale, sanzionandolo amministrativamente anche per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale, mentre il ciclomotore è tornato al legittimo proprietario.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

News

Controlli ad Arzano, elevate sanzioni per 7 mila euro

Published

on

Foto Archivio

Controlli ad Arzano, durante l’attività i Carabinieri hanno identificato 38 persone, ispezionato 26 i veicoli ed emesso sanzioni per 7mila euro

Controlli ad Arzano. I Carabinieri della locale tenenza su disposizione della compagnia di Casoria hanno effettuato un servizio a largo raggio volto al controllo della circolazione stradale.

38 le persone identificate di cui 11 già note alle forze dell’ordine mentre sono 26 i veicoli che gli operatori hanno controllato per un totale di 8 sanzioni e più di 7mila euro.

Sanzioni al codice della strada che hanno visto violazioni come la guida senza patente, senza casco o senza la copertura assicurativa. Diversi gli scooter sequestrati durante il servizio ma anche una persona denunciata per tentato furto su auto.

Le indagini dei militari hanno infatti permesso di individuare un 49enne del posto che pochi giorni prima aveva tentato di strappare il catalizzatore da un’auto in sosta.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

News

Riaperta provvisoriamente la strada di Via Seitolla a Quarto

Published

on

Riaperta provvisoriamente
Foto da Post Facebook Sindaco di Quarto

Riaperta provvisoriamente la strada di Via Seitolla, Il Sindaco: procederemo alla riqualificazione definitiva intorno agli inizi di settembre

Riaperta provvisoriamente la strada di Via Seitolla. A dare la notizia il Sindaco di Quarto Antonio Sabino sulla propria pagina Facebook. “Questa mattina abbiamo provvisoriamente riaperto la strada di via Seitolla perché procederemo alla riqualificazione definitiva del manto stradale intorno agli inizi di settembre.

Questa decisione è stata presa per ragioni di opportunità a seguito degli scavi eseguiti per i lavori relativi al ripristino della rete elettrica ed anche al termine della grande ondata di calore che c’è stata in questo periodo e che, si prevede, continuerà per le prossime settimane.”

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2011 - 2022 | Punto! il Web Magazine | Privacy