Quantcast
Connettiti con noi

Politica

Marano, Reddito di Cittadinanza M5S: la Giunta Visconti sta attuando la fase due?

Pubblicato

il

Municipio di Marano

Il gruppo del Movimento 5 Stelle di Marano interroga il Sindaco Visconti e la Giunta comunale a fornire risposte alla cittadinanza.

Con la pubblicazione del decreto del Ministero del lavoro 22 ottobre 2019, nella Gazzetta ufficiale dell’8 gennaio 2020, si è dato ufficialmente il via alla “Fase 2 del Reddito di cittadinanza (RDC)”. Nello specifico, i percettori del RDC sono tenuti a svolgere i cosiddetti PUC ovvero i progetti utili alla collettività, presso il Comune nel quale risiedono.

Gli aventi diritto dovranno, dunque, fornire la loro disponibilità per almeno 8 ore settimanali e, nell’ambito del Patto per il lavoro e del Patto per l’inclusione sociale, impegnarsi a svolgere attività in svariati ambiti. Il catalogo spazia dall’ambito culturale a quello sociale, passando per: ambiente, attività, artistiche, formazione e tutela dei beni comuni.

Spetta ai Comuni gestire tali attività socialmente utili nel momento in cui, in un determinato settore, si riscontrino delle esigenze specifiche (e a Marano siamo certi che non manchino).

Per poter avviare il processo è necessario, però, che ogni Comune effettui preliminarmente una serie di passaggi per i quali è richiesta, anzitutto, una mappatura completa dei percettori del RDC.

Invitiamo, dunque, il Comune di Marano a muoversi nella direzione di attuazione della “Fase 2 del RDC”; pertanto, il Movimento 5 Stelle Marano di Napoli, protocolla una richiesta urgente di interrogazione rivolta alla giunta Visconti per ricordarle di rispettare gli impegni previsti nel Decreto Ministeriale 22 ottobre 2019 n. 149.

Con la presente il Movimento 5 Stelle Marano di Napoli interroga Visconti e la giunta comunale:

  1. Su cosa stia facendo il Comune di Marano per dare concreta attuazione alla “Fase 2 del Reddito di Cittadinanza”.
  2. Se ha risposto alla mail istituzionale che il Ministero ha inviato a tutti i sindaci, attuando la convenzione con il Ministero del Lavoro.
  3. Se ha effettuato la registrazione alla piattaforma GePi, progettata e sviluppata per semplificare il lavoro degli assistenti sociali nell’accompagnare i beneficiari del RDC convocati dai servizi sociali dei Comuni. Tale piattaforma consente, infatti, di attivare e gestire i Patti per l’inclusione sociale e di avere un immediato accesso ai dati rilevanti.
  4. Quali e quanti progetti ha presentato il Comune di Marano e quante persone prevede di impegnare?

Riteniamo, infatti, che i progetti riqualificanti e socialmente utili alla comunità comportino dei benefici sia per i soggetti percettori del RDC, in quanto potranno sentirsi realmente parte attiva nel “Patto per l’inclusione sociale” sia per l’intera collettività del territorio di Marano che potrà vivere in un territorio pronto ad erogare maggiori servizi.

Nota stampa M5S Marano di Napoli

Trending