Quantcast
Connettiti con noi

News

Rigenerazione urbana, incontro al MiC con Ance e Confindustria Campania

Pubblicato

il

Roma

Roma: incontro al Ministero della Cultura sui temi della rigenerazione urbana e della tutela del paesaggio alla luce dei nuovi assetti normativi

Ieri, a Roma, al Ministero della Cultura, si è tenuto un incontro tra il Ministro, Gennaro Sangiuliano, il presidente nazionale dell’Ance, Federica Brancaccio, il presidente di Ance Campania, Luigi Della Gatta, il presidente di Confindustria Campania e presidente di Unione Industriali Napoli, Costanzo Jannotti Pecci e il componente della Commissione Cultura della Camera dei deputati, Gimmi Cangiano.

Al centro dell’incontro i temi della rigenerazione urbana e della tutela del paesaggio alla luce dei nuovi assetti normativi nazionali e regionali che incideranno sulle future sfide del futuro delle città e dei territori.

Pubblicità

Il Ministro ha messo in evidenza la necessità di restituire centralità al tema della rigenerazione urbana in un rapporto di equilibrio con le normative regionali e assicurato, in tempi brevi, l’avvio di un tavolo tecnico per affrontare tutte le criticità legate al recupero degli edifici esistenti, del consumo del suolo e dell’efficientamento energetico.

Per il Presidente di ANCE Campania Luigi Della Gatta “Apprezziamo vivamente l’approccio innovativo manifestato dal Ministro Sangiuliano nell’incontro di stamattina. Finalmente per il Paese una opportunità di coniugare i temi della rigenerazione con quelli della valorizzazione e tutela dei paesaggi e del costruito. Altrettanto importante l’apertura ad accelerare sul Piano Paesaggistico Regionale. Su questo tema chiediamo spirito di responsabilità e concretezza da parte di tutti i soggetti coinvolti affinché si possa addivenire, dopo decenni, alla approvazione ad un documento di Pianificazione storico per la Campania.”

Per il Presidente Costanzo Jannotti Pecci, “è fondamentale accelerare i processi di rigenerazione urbana attraverso una collaborazione interistituzionale e con le parti sociali, che semplifichi iter procedurali e individui percorsi tracciati sulle concrete esigenze del territorio. Un percorso così delineato darebbe, poi, senso concreto al concetto di ‘partenariato’ che spesso è declinato in maniera solo formale”.

Pubblicità

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram