Quantcast
Connettiti con noi

News

Roma: lista sessista al liceo Visconti, le studentesse denunciano il gesto

Pubblicato

il

Prof rimprovera 16enne

Roma: al difuori del Liceo Visconti è stata affissa una lista sessista, scritti i nomi di 30 ragazze ed i nomi di alcuni ragazzi con cui avrebbero avuto rapporti sessuali

Una lista di circa 30 nomi di ragazze con a fianco i nomi di ragazzi con cui avrebbero avuto una relazione è stata affissa nei corridoi del Liceo Visconti di Roma, scatenando l’indignazione delle studentesse. Il foglietto, che cresceva di giorno in giorno, è stato segnalato il 3 giugno da un professore.

La “lista delle conquiste”

La scoperta della lista, definita dalle studentesse come una “lista delle conquiste”, ha provocato una reazione immediata. Il collettivo studentesco Visconti In Rosa ha prontamente denunciato l’episodio il giorno seguente. In un comunicato, le studentesse hanno espresso il loro sdegno: “Non è soltanto una grave mancanza di rispetto verso le ragazze coinvolte. Gli autori si sentono autorizzati a farlo, per loro è un gesto legittimo, non sono consapevoli di quello che hanno fatto. E questo la dice lunga sulla nostra società.”

L’accusa ai vertici dell’istituto

Il collettivo studentesco ha anche rivolto critiche ai vertici dell’istituto, accusandoli di non rispondere adeguatamente alle loro esigenze. Le giovani chiedono che la dirigenza prenda provvedimenti severi contro gli autori del gesto, dimostrando che considera grave l’affissione di quella lista.

Visconti In Rosa, il collettivo, ha concluso il comunicato affermando: “Nessuna persona, indipendentemente dal genere, dovrebbe essere oggetto di alcun tipo di violenza verbale e/o psicologica. Non vogliamo uno scontro fra maschi e femmine, ma vogliamo renderci promotrici di un dialogo strutturato nel corpo studentesco. E alle ragazze coinvolte vogliamo ricordare che non sono sole.”

L’episodio ha sollevato un dibattito sulla necessità di affrontare il sessismo e la violenza psicologica nelle scuole, richiedendo interventi educativi e disciplinari per garantire un ambiente rispettoso e sicuro per tutti gli studenti.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending